Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Lacerocontuso - [2015] Quello Che Resta
Lacerocontuso - [2015] Quello Che Resta Stampa
Recensioni
Scritto da Nene   
Lunedì 12 Giugno 2017 10:00
Lacerocontuso - [2015] Quello Che Resta
Lacerocontuso - [2015] Quello Che Resta
01 - Intro
02 - Alienato
03 - Quello Che Resta
04 - Memorie
05 - Mediterraneo
06 - Voi
07 - Me Stesso
08 - Il Peso
09 - Le Porte Dell'Inferno

"Una voce, due chitarre, un basso, una batteria, dei cori".
I Lacerocontuso sono una band punk-hc di Grottaglie (Taranto) e arrivano a questo Quello Che Resta del 2015, dopo un album omonimo datato 2013.
Effettivamente la descrizione scritta sopra, che troviamo nel loro spazio bandcamp, potrebbe forviarci dandoci la sensazione di una band che butta giu' quattro accordi sempliciotti. Non e' cosi'...via via che scorrono le tracce scopriamo con molto piacere che son un gruppo solido, potente, con dei testi (tutti in italiano) davvero validi.
Vado intanto ad ascoltarmi il primo album giusto per farmi un idea e poi metto su subito questo. Diciamo che proseguono i solchi tracciati con il primo disco affinando ancora di piu', se possibile, la tecnica e leggermente la produzione con un suono ancora piu' aggressivo. Dicevamo che ci propongono un punk-hc, ma piu' in specifico un hardcore abbastanza classico, impostato su una certa velocita' di fondo, pur trovando nelle varie tracce variazioni di tempo ed intermezzi piu' tranquilli e con buona tessitura di melodie da parte delle chitarre che con dei riff mai banali (andatevi ad ascoltare l'intro della song 8 "Il Peso" o l'intro della 9 "Le Porte Dell'Inferno") danno una certa amalgama e varieta' a tutte le canzoni presenti nel disco.
L'ultima canzone citata prima, la numero 9, e' sicuramente la migliore del lotto: intro da paura, melodie accattivanti, velocita' incazzata, con cori e ritornello che ti restano in testa fin dal primo ascolto e ti fan muovere su e giu' la testa.
"Lo stato mi difende, lo stato mi da sicurezza, lo stato mi soddisfa, lo stato mi protegge, lo stato mi sa aiutare, lo stato mi dara' un lavoro, lo stato mi dara' casa, lo stato mi dara' un futuro, lo stato mi fara' felice, lo stato non accetta opposizioni, lo stato mi ammazza per strada, qui alle porte dell'inferno".
Testo molto sentito, in cui ogni spiegazione e' superflua; non le mandano certo a dire! Altra canzone che ti resta in testa subito e davvero molto bella e' la 4 "Memorie" in cui troviamo buoni intrecci melodici, i soliti cori e testo molto introspettivo!
Allora mettete l'impatto sonoro bello potente con dei riff granitici di batteria, la voce del cantante roca e aggressiva a far da padrone nelle song, aggiungeteci un certo sentore di melodia qua e la' a volte accompagnata dalla doppia voce e da dei cori emozionanti, aggiungamoci pure dei testi impegnati e canzoni che si susseguono una dopo l'altra con una certa varieta' di fondo che ti fa venire voglia di rimettere dall'inizio l'album appena terminato.
"Un vuoto tremendo da riempirmi il cuore, // svanisce ormai tutto, rimane il rumore // e il leggero ricordo di svanita presenza // e dei giorni lontani di cui ho perso l'essenza"
I Lacerocontuso hardcore veloce e sincero da Taranto!
Nene

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/lacero.contuso.1
Bandcamp: https://lacerocontuso.bandcamp.com/
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCkHsdEfsVwggMkChVAk7aVA
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.