Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Mexoff - [2017] Occult Power
Mexoff - [2017] Occult Power Stampa
Recensioni
Scritto da Nene   
Venerdì 11 Agosto 2017 10:00
Mexoff - [2017] Occult Power
Mexoff - [2017] Occult Power

16 tracce...11 minuti e 41 secondi!
Basterebbe questo per descriverli.
16 scheggie di hardcore impazzito, furioso e violento quello dei cagliaritani Mexoff, nati dalle ceneri dei Brossa che ci rimanda agli statunitensi e piu' famosi Agoraphobic Nosebleed, ai Disrupt, agli Infest, ma anche ai nostrani Un Quarto Morto. Nascono nel 2015 e l'album in questione Occult Power viene registrato nel Federico Cocco Studio nel Marzo del 2017 per le etichette Fast'n'Loud Records, Tifiamo Rivolta Co-produzioni, Big Sprites Records e Sa Manta Records. Cocco e' anche il batterista del gruppo, a cui si aggiungono Pomo e Nisba alla chitarra e basso, che formano il terzetto Mexoff.
Purtroppo le info che ci sono in rete per questo gruppo non son moltissime e non ci sono neppure i testi che comunque sono tutti in inglese. Allora avevamo accennato che ci propongono un hardcore-powerviolence o fastcore con qualche influenza trash, crust e d-beat. Incazzati come pochi, fanno della velocita' di esecuzione la loro arma, anche se non disdegnano (brevissimi!) momenti di pausa in cui sentiamo una voce narrante, uno spezzone di un film, o qualche secondo di riflessione sonora; ma durano pochissimo, per il resto i nostri pestano parecchio sugli strumenti, con una sezione ritmica martellante, in cui sopra di tutto si erge la doppia voce con una sorta di doppi screams ultrarabbiosi e acidi che si intersecano tra loro.
La seppur breve durata dell'album ci fa apprezzare che il susseguirsi delle varie tracce non si perde in virtuosismi fini a se stessi, si e' badato molto alla sostanza buttata fuori sotto forma di violenza sonora, anche se un paio di canzoni qua e la con una durata leggermente piu' lunga e piu' articolate in struttura non sarebbero state male.
Suono, che grazie ad una produzione piu' che discreta, e' grezzo il giusto, tendente ad enfatizzare i vari strumenti ma senza stravolgerli troppo e quindi senza perdere quella cara attitudine old-school, con la batteria e la chitarra a farli da padrone in riffoni in alcuni casi davvero travolgenti che sfociano nel d-beat.
Il lotto proposto comuque e' sicuramente d'impatto e sarebbe figo andarli ad ascoltare in live perche' sanno di pogo, sudore, devasto e schiene rotte a forza di spintoni!
Una particolarita' e' sicuramente il significato del loro nome: Mexoff, che in inglese si traduce mexican standout, significa stallo alla messicana, che non e' altro che quel momento in cui si trovano solitamente tre persone vicine tra loro che si tengono sotto tiro a vicenda con delle armi, in una sorta di triangolo pericoloso, in modo che nessuno possa attaccare un avversario senza poter essere attaccati a loro volta.
Disponibili sul tubo due videoclip, tra cui uno simpatico, il secondo, come anticipazione sull'uscita dell'album in cui si concentrano per le prove ascoltando musica classica!
Nene

.SCARICA IL CD.

.TRACKLIST.
01 - Slave
02 - Cubicle Coma
03 - Gaza
04 - Intro
05 - Occult Power
06 - Brother
07 - Hard Drugs Abuse
08 - Gasparri
09 - In The Mirror
10 - Mindless Endless
11 - Pull The Plug
12 - Here To Stay
13 - Need For Violence
14 - Pray
15 - Brainworms
16 - Walls

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/xmexoffx/
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCTQ_QSJaYJfFxqxCYvxusGA
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna