Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Freigeist - [2017] Psychorgy
Freigeist - [2017] Psychorgy Stampa
Recensioni
Scritto da :V:   
Mercoledì 20 Settembre 2017 09:00
Freigeist - [2017] Psychorgy
Freigeist - [2017] Psychorgy
01 - Psychorgy
02 - Scappa
03 - Ansieta'
04 - Pulsar
05 - GastroDrama

Rieccoci.
Freigeist, gia' recensiti su queste virtuali pagine.
Finalmente trovo informazioni piu' che complete al loro riguardo, fonte: profilazione sociale. Il gruppo nasce nell'inverno del 1989/1990 durante il periodo di occupazioni studentesche della pantera, in concomitanza con un'altra illustre nascita fiorentina, il CPA Firenze Sud. Il gruppo fin dagli esordi si propone di rinverdire i fasti del Granducato Rebel, storico marchio delle autoproduzioni italiane.
I gruppi che ne fanno parte sono vicini a quel movimento punk/hardcore che tanta influenza ha avuto per una intera generazione. I Refuse It!, Dice Die e appunto i Freigeist sono fra i gruppi piu' oltranzisti in seno a questo movimento musicale.
Dopo partecipazioni a varie manifestazioni sonore del periodo (sinistrock, rockcontest, ecc.) il gruppo nel 1994 vive un momento di difficolta' per l'abbandono del batterista Emanuele Coggiola. Il nuovo batterista Leonardo Dessi' accompagnera' il gruppo per altri tre anni, insieme al nuovo cantante Luca Ercoli. Poi nel 1997 inizia per vari motivi familiari il lungo periodo di stop.
Nel corso del 2012 il gruppo si riforma in formazione originale fatta eccezione per il chitarrista Stefano Migliorini. Il repertorio dei Freigeist varia da un iniziale hardcore melodico ad un piu' ortodosso hardcore metal della seconda fase.
Chiusa la doverosa (a questo punto) parentesi, e' giunto quindi il momento di dedicarsi a Psychorgy nuovo lavoro discografico a nome del combo toscano, autoprodotto come avvenuto per il suo predecessore: Rise Up (2014).
Composto da cinque tracce interamente cantate in italiano, il trio conferma quanto di gia' buono mostrato nel precedente lavoro, senza nulla aggiungere e nulla togliere a quanto proposto con buoni risultati.
Un approccio compositivo fortemente radicato nel passato, oserei dire quello buono, echi dei migliori anni '90, quando emo, rock, punk, senza nessuna distinzione di genere convolavano verso nuove sonorita' e sensazioni regalandoci perle di rara intensita' musicale (ogni nome e' superfluo).
Un lavoro questo, che conferma come gli anni che spietatamente ticchettano, le vicende personali, e la vita stessa che come decanta il Nazional'Richard: "e' il nemico!"; non servano a spegnere e fiaccare cio' che indifferentemente Continua, Lo Spirito.
Grazie, Libero Pensiero.
:V:

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/FreigeistReunion/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.