Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Dissidenza - [2007] Come Dio Comanda
Dissidenza - [2007] Come Dio Comanda Stampa
Recensioni
Scritto da Joel   
Sabato 26 Gennaio 2008 16:51
Dissidenza - [2007] Come Dio Comanda
Dissidenza - [2007] Come Dio Comanda
01 - Nazis
02 - Autogestione
03 - Untori
04 - Un Lager Di Bestie
05 - Siamo Tutti Prigionieri
06 - A.P.G.
07 - Coinvolti
08 - Come Dio Comanda
09 - Gabbie
10 - Spero Venga La Guerra (Wretched Cover)
11 - Rapid The Earth (Extreme Noise Terror Cover)

Iniziando ad ascoltare i vari gruppi che ricevo, cerco sempre il loro sito per ricavarne piu' informazioni possibili sul gruppo in questione, novantanove volte su cento al posto del sito mi ritrovo un myspace, e gia' la cosa mi fa incazzare soprattutto quando mi ritrovo tra le mani un gruppo che manda messaggi politici forti e poi lo trovi tra le pagine di quel marchingegno maledetto del signor Rupert Murdoch perche' ...aiuta a farsi conoscere.
Questa volta per la mia felicita' mi capitano i Dissidenza che si hanno un myspace non usato per fare facile pubblicita' al gruppo ma solo per attaccare dall'interno tale creazione deleteria.
Una lezione di coerenza data dai Dissidenza che in molti dovrebbero seguire.
Chiusa la parentesi polemica che fara' incazzare molti passiamo al lavoro della band.
I Dissidenza nascono nel 2005 ad Orosei nella provincia di Nuoro, dall'idea di Bruce (voce e chitarra) e Piermario (batteria), un anno dopo con l'aggiunta di Alex al basso, sfornano il loro primo lavoro la demo United States of Petrol a cui fa seguito nel 2007 l'album che vi presentiamo Come Dio Comanda.
Il gruppo propone un hardcore veloce e diretto, grezzo fino al midollo con liriche aggressive in italiano (esclusa la cover degli Extreme Noise Terror, la registrazione non appare impeccabile risultando sporca ma comunque si adatta bene al suono del gruppo.
Come Dio Comanda e' formato da 9 pezzi piu' due cover tra cui i la riuscitissima "Spero venga la guerra" degli storici Wretched.
L'album del gruppo sardo si apre con "Nazis" testo ovvio sin dal titolo, partenza in sordina per poi esplodere in velocita' e con un buon urlato carico di rabbia, suoni un po' confusi ma buone le ritmiche dettate dalla batteria.
Il secondo pezzo appare di gran lunga migliore infatti con "Autogestione" il suono degli strumenti appare piu' netto con protagonista sempre la martellante batteria, il pezzo nel suo insieme e' molto piu' ritmico del precedente con liriche quasi esclusivamente parlate.
Velocita' che si rialza decisivamente con "Untori" testo contro padroni e polizia interpretato da una voce incazzatissima accompagnata dalle solite pelli che vengon battute senza sosta.
Stesso discorso vale per "Un lager di bestie" dalle liriche di denuncia contro le atrocita' verso gli animali.
Ancor piu' bella la successiva "Siamo tutti prigionieri" pezzo convincente dagli ottimi cambi di tempo; la successiva "A.P.G." dalla durata di 24" presenta un inedito growling ma non del tutto apprezzabile.
Si ritorna su alti livelli con la cupa "Coinvolti" velocita', rabbia e sofferenza ne fanno da padrone, sicuramente il pezzo piu' riuscito dell'album.
Gli ultimi due pezzi sono "Come Dio comanda" e "Gabbie" mantengono alta la qualita' del disco soprattutto la titletack merita un bel po' di ascolti.
Nell'insieme un disco piu' che discreto, da migliorare la registrazione e la tecnica strumentale che a volte diventa confusa, mentre tra i lati positivi troviamo le liriche ben fatte e la rabbia del suono.
Dalla sardegna un'altra bella sorpresa.
Joel

.SCARICA IL CD.

.NOTA.
I Dissidenza voglion far sapere la loro sul myspace:
"...il myspace dei Dissidenza e' nato quando il sottoscritto e il 99% delle persone (leggesi gruppi cosiddetti antagonisti) non sapevano di chi fosse e lo vedevano come una valle dell'eden per propagare le proprie idee.
Come sempre dietro le cose troppo belle c'e' la fregatura...appena saputo la situazione ho provveduto immediatamente a cancellare tutto lasciando al posto del myspace una bella dichiarazione..
Ebbene si pure io come molti ho saputo della cosa proprio da altri myspace e ho ritenuto opportuno lasciare quella scritta x questo motivo.
Detto cio avevo gia precedentemente un sito internet "normale" pur non aggiornato spesso non avendo connessione internet a casa mia..."


.CONTATTI.
Home Page: http://www.dissidenza.altervista.org/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.