Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Psychoanalisi - [2019] Musica Per Cervelli
Psychoanalisi - [2019] Musica Per Cervelli Stampa
Recensioni
Scritto da Joel   
Lunedì 29 Aprile 2019 10:00
Psychoanalisi - [2019] Musica Per Cervelli
Psychoanalisi - [2019] Musica Per Cervelli
01 - Psychoanalisi
02 - Falsa Evoluzione
03 - Avrei Dovuto Studiare Botanica
04 - Che Io R.I.P.
05 - Silenzio
06 - Tritatutto
07 - Ansia Pre-parto
08 - La Strage

Da Trento il fresco debutto dei Psychoanalisi, nati dalle ceneri dei Congegno, esordiscono con otto brani di difficile inquadratura: "non e' punk, non e' metal, non e' stoner, e' musica per cervelli".
Visto la difficiolta' nel definire la musica del terzetto prima di dire qualche cappellata, partiamo da qualche nota biografica.
Gli Psychoanalisi sono formati da Pol-voce e basso, Fedri-chitarra (entrambi insieme nel side project delirico acustico Centromalessere) e Zeta-batteria; le tracce contenute in Musica Per Cervelli sono state registrate in maniera impeccabile al Bleach Recording Studio da Andrea Perini, tra i brani troviamo anche inediti dei Congegno riarrangiati in chiave diversa.
Gli Psychoanalisi nel complesso risultano un'evoluzione, forse dovuta, del discorso iniziato con i Congegno sia nei temi sia nei suoni, abbandonato il classico hardcore tupatupa il terzetto pur proponendo punk hardcore lo caratterizza e lo contamina con influenze piu' o meno marcate. Cosi' i ritmi richiamano al d-beat ma anche parti decisamente stoner, il caso piu' eclatante risulta "Ansia Pre-parto" dai ritmi piu' lenti e ragionati, chitarra cupa e potente basso costantemente presente.
La mezzora scarsa di Musica Per Cervelli si apre con un azzeccato dialogo estratto dal film Un Mercoledi' Da Leoni per lasciare spazio alla rabbia controllata di "Psychoanalisi", ritmi per lo piu' contenuti anche se non mancano accelerazioni improvvise il tutto accompagnato dalla voce schizofrenica di Pol.
"Falsa Evoluzione" e' una traccia dalla partenza classica per poi modulare e sfuggire dall'incasellamento prefissato, un po' per tutti i brani questo discorso e' valido e caratterizza il suono della band se non altro non manca di certo l'originalita'.
Altri buoni episodi risultano "Che Io R.I.P." soprattutto per quanto riguarda il testo: "Erano antipaci e scortesi // quando ero tra loro // e ora che me ne sto andando corrono verso di me // forse per accertarsi che io non stia respirando // solo quando muori si ricordano di te // le nostre piu' sentite condoglianze" che si scaglia contro l'ipocrisia delle morte; "Ansia Pre-parto" il brano che lascia maggiormente il segno, dal testo alla musica nonche' il video curato da Minocci Art.
Nel complesso ogni brano trasmette qualcosa, sentimenti a primo impatto negativi ma che inducono a ragionare su un disco sentito, non semplice o, per lo meno, se lo si vuole far proprio con il carico di follia, paura e rabbia che si porta dietro, va ascoltato con molta attenzione. Esordio con le idee chiare per gli Psychoanalisi, usando due aggettivi originalita' e personalita'.
Joel

.SCARICA IL DISCO.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/PSYCHOANALISI/
Bandcamp: https://psychoanalisi.bandcamp.com/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.