Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Alibi - [2007] Come Posso Ancora Fidarmi Di Voi?
Alibi - [2007] Come Posso Ancora Fidarmi Di Voi? Stampa
Recensioni
Scritto da Joel   
Domenica 13 Aprile 2008 23:29
Alibi - [2007] Come Posso Ancora Fidarmi Di Voi?
Alibi - [2007] Come Posso Ancora Fidarmi Di Voi?
01 - Intro
02 - Come Posso Ancora Fidarmi Di Voi
03 - Venom
04 - Disarma
05 - Spara
06 - Apatia
07 - My Game
08 - La Droga Ti Distrugge
09 - In Guerra Solo Tu (Sig. Presidente)
10 - Incubo Rosa
11 - Si Sono Scordati Chi Siamo
12 - Mondo Guerra
13 - Qualcosa Accadra'
14 - Sleep & Drive
15 - Noia
16 - Vivi

Finalmente mi ritrovo a recensire l'album degli Alibi, disco che ha atteso parecchio causa infinita lista di gruppi da fare.
Solo che sorge un piccolo problema, il gruppo in questione non esiste piu'. Quindi quello che vi apprestate a leggere e' piu' un elogio funebre che altro...
Gli Alibi erano un quartetto nato nel 2004 a Palermo composto nella fattispecie da Ronald (voce), Giovanni (chitarra), Carlo (basso) e Marco (batteria), dopo una prima demo dal titolo Spara ed una serie di apparizioni live, soprattutto a livello locale, finalmente nel 2007 registrano Come posso ancora fidarmi di voi? debutto full lenght.
Quindici pezzi, piu' relativo intro, di hardcore senza infamia e senza gloria tutte con liriche quasi esclusivamente in italiano che si susseguono velocemente l'una dietro l'altra, senza pero' mai convincere del tutto nonostante non ci siano pecche evidenti nel suono del gruppo.
Un album un po' stantio che tende a stancare, mentre nel versante live gli Alibi riuscivano ad accendere maggiormente l'entusiasmo.
Pecca maggiore forse sta nella registrazione un po' ovattata che fa perdere per strada l'energia e la rabbia espressi dal suono del quartetto.
Tra i pezzi spicca la veloce "Disarma" dalle liriche punk anni '80 di sovversione verso lo stato, gradevoli anche gli assoli di chitarra e le ritmiche dettate dal basso.
Buone anche "Apatia", la piu' lenta ma aggressiva "La droga ti distrugge", la rabbiosa "In guerra solo tu (Sig, Presidente)" ritmiche orchestrate davvero bene dalla batteria e liriche pungenti che catturano l'attenzione dell'ascoltatore.
Suoni apprezzabili anche in "Incubo rosa", "Qualcosa accadra'" e la veloce "Vivi", quest'ultimo appare uno dei pezzi piu' riusciti del disco.
Complessivamente un lavoro che non lascera' il segno piu' di tanto ma suonato con onesta' e convinzione.
Purtroppo nei primi mesi del 2008 gli Alibi han deciso di abbandonare il progetto, un peccato poiche' le potenzialita' sembravano esserci tutte.
Joel

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/alibihc

.CONDIVIDI.