Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni xDELOREANx & xDUHx - [2019] Split
xDELOREANx & xDUHx - [2019] Split Stampa
Recensioni
Scritto da Ms_Antrophy   
Venerdì 04 Dicembre 2020 10:00
xDELOREANx & xDUHx - [2019] Split
xDELOREANx & xDUHx - [2019] Split
01 - xDELOREANx - Storm On The Town Square
02 - xDELOREANx - What Would Happen If Instead Of A Delorean There Was A Fridge
03 - xDELOREANx - Train Time Machine
04 - xDELOREANx - We Visited The Twin Pines Mall
05 - xDELOREANx - Pinheads Powerviolence
06 - xDUHx - Cazzimperio Poststrutturalista
07 - xDUHx - Buon Riso A Cattivo Cuoco
08 - xDUHx - La Fame D'Amore La Si Annega Nel Liquore
09 - xDUHx - Ho Trovato Il Sacro Graal E L'Ho Venduto Per Comprare La PS4
10 - xDUHx - Aperimorte (Martini E Bacardi, Fumogeni E Petardi)
11 - xDUHx - Batman Vs Superman Vs Te
12 - xDUHx - DUH

La rigogliosa e rinascimentale Toscana racchiude in se' come una perla dentro un'ostrica lucente, un intercessione concubineggiante tra sacro e profano, tra linearita' neoclassiche e modernita', tra palazzi aristocratici e strade che hanno visto, ascoltato e vissuto guerre, amori, devasti e passi sul selciato che rimangono attraverso il logorio dei tempi e delle ere.
Si scontrano suggestioni raffinate contro impulsi massicci di esplosioni infuocate di chi vive la vita secondo passione e non secondo segmenti canonici. Fiamme che non si sono arrese che continuano a bruciare e a far sentire la propria voce, non collimandosi dentro inutili e antiquati cliche'.
Sotto agli stipiti di una neoclassica esteriorita' vi e' un fervore che non ha mai smesso di bruciare.
C'e' una realta' sotto a tutta la soave architettura e maestria, che, ha resistito ad ogni attacco o tentativo di corruzione, che ha resistito al tentativo di sopprimere tutto e far nascere automi lobotomizzati, e si erige forte e maestoso come le cattedrali fiorentine e' il rumore che proviene dal sottoscala, il rumore dell'underground toscano che resiste alle deturpazioni politiche e sociali. Che si erige ai margini delle cattedrali, ma non per questo di meno importanza e meno irruenza.
Questo split e' l'incontro violento di due realta' underground toscane, che nel corso del tempo hanno travolto e sconvolto le strade bianche toscane e i tramonti aranciati, infiammando l'illibato underground con la propria visione powerviolence - uno diretto, travolgente, coinciso e futuristico, - e l'altro nonsense, irriverente, demenziale, dissacrante, un emulsione di brutale rumore post-moderno. xDELOREANx & xDUHx - Split, pubblicato a Maggio 2019, vede la co-produzione di ben 10 etichette indipendenti (Impeto Records, SFA Records, Death Crush, M.A.D. Productions, Rockout Fascism, Zas Autoproduzioni, PuntiScena Records, Ganamala Autoproduzioni, Drinkin' Beer In Bandana Records, Ribe' Records), l'artwork di copertina curato da Michele Donnoli, presenta e ci mostra gia' un primo assaggio di cio' che ci stiamo apprestano ad ascoltare, all'incontro travolgente di due realta' powerviolence che, tra segmenti veloci e violenti, tra urla sguaiate e inserti di sample, tra rumore dissacrante e coinvolgente getta l'ascoltatore in un vortice tra futuro e presente, uno scontro di due facce della stessa medaglia in un agglomerante frastuono grottesco e distopico.
Lo split si apre con i xDELOREANx. Da Firenze, il loro powerviolence e' old school oriented, diretto e veloce come un sasso tirato a distanza che si frantuma in mille frazionati detriti. La loro scrittura interamente in lingua inglese unita a innumerevoli riferimenti alla trilogia di Ritorno al Futuro, coinvolgono e stravolgono l'ascoltatore in una spremuta di rumore fulmineo.
"Storm On The Town Square", il brano si apre con l'incipit di un fulmine che fa da ponte lasciando spazio a riff di chitarra che confluiscono linee di basso e batteria chirurgica che vengono a loro volta travolti dalla voce che li avvolge con il suo appeal acidulo e prepotente. Il brano viaggia veloce e diretto come un pugno in un occhio come la tradizione powerviolence vuole. Diretto, coinciso e lascia l'ascoltatore senza fiato. "What Would Happen If Instead Of A Delorean There Was A Fridge", linee di chitarra aprono il brano e intercedono in linee di basso arrovellanti e in linee batteristiche precise e coincise sono scartavetrate dalla voce fraziona le linee strumentali in due o piu' parti. Veloce, dirompente, diretto.
"Train Time Machine", riff di chitarra e basso aprono il brano e avvolgono con veemenza le linee batteristiche granitiche e mirate. Il brano procede con impeto esplosivo che viene enfatizzato dalla voce che lucida ed acida decanta e tiene le redini del flusso musicale distopico. "We Visited The Twin Pines Mall", linee batteristiche convergono in riff di chitarra e basso lineari per poi farsi esplosivo ed intercedere in rumore vorticoso e funesto. Una violenta e veloce derapata, barlume del powerviolence nella sua accezione classica. "Pinhead Powerviolence", un sample preso dalla colonna sonora di Ritorno al Futuro, "The Power Of Love" di Huey Lewis & The News, fa da intro al brano, poi parte il brano stesso che e' un esplosione di linee e rumore. Linee di chitarra e basso, violente e veloci confluiscono nelle linee batteristiche e nella voce che implode ed esplode di energia dirompente seguendo il corso delle linee strumentali.
I xDUHx, da Pisa, portano nell'underground una scossa, un magma di irriverente carica di velocita', powerviolence grottesco e veloce. Uno tritacarne di segmenti e suoni, urla ed esplosioni che toccano vette hardcore punk nella sua accezione old school.
"Cazzimperio Poststrutturalista", un sample preso dal Maestro del post-modernismo Richard Benson, fa da intro al brano. Un esplosione di concentrata e violenta velocita'. Segmenti tritacarne sono accompagnati dalla voce dall'appeal growl, si apre e si fa sguaiata, dissacrante. Una scheggia sonora che violenta ogni struttura o segmenti. Fuori da ogni cliche', fuori da ogni imposizione. "Buon Riso A Cattivo Cuoco", linee di basso fanno da scheletro del brano e confluiscono in linee batteristiche martellanti, e in linee di chitarra facocitanti. La voce dona al brano un aspetto erosivo e si allinea di incastro, al resto delle linee strumentali.
"La Fame D'Amore La Si Annega Nel Liquore", un brano - centrifuga prepotente e kafkiano. Presenta echi hardcore punk in dei passaggi pur mantenendosi sul powerviolence. Le linee batteristiche e chitarristiche sono prettamente caratteristiche della tradizione fastcore, le linee vocali colorano e sporcano le linee strumentali, crepandole nelle linee acute e rendendole acide e dissacranti negli assetti piu' bassi pressando verso il growl.
"Ho Trovato Il Sacro Graal E L'Ho Venduto Per Comprare La PS4", linee di chitarra tipicamente thrash oriented aprono il brano, la voce, grottesca e prepotente si fa da apertura verso le linee batteristiche e di basso come una proiezione verso il risultato stesso. Nel brano vi e' un segmento nostalgico, un sample del jingle della playstation che fara' piacere a tutti nostalgici dei videogiochi. "Aperimorte (Martini E Bacardi, Fumogeni E Petardi)", il brano e' costruito su linee di basso e chitarra nineties appeal. Le linee vocali strizzano l'occhio all'imposizione vocale crossover thrash alla D.R.I.. Un brano-scheggia dove emerge una prepotente voce gutturale, istrionica ed ironica.
"Batman Vs Superman Vs Te", linee di basso, chitarra e batteria costruiscono un perfetto brano tra il fastcore e il powerviolence. Le line vocali, sguaiate ed evocative, assieme alle linee strumentali donano una sorta di grido disfattista di fronte ad una qualsiasi blasonata musicalita'. "Duh", un classico brano powerviolence che si alterna a linee e segmenti onomatopeiche. Le linee di basso e chitarra, vorticose e deflagranti, confluiscono in linee batteristiche crude e chirurgiche che esplode linee tritasassi e la voce si colora virando sul aspetto piu' grind. Ribaltando ogni limite di metrica musicale e concettuale.
In conclusione, se siete alla ricerca di un rumore travolgente, veloce che arrivi sino al vertice della piu' profonda espressione musicale, al termine piu' estremo che ci sia, un rumore che vada oltre ad limite metrico e stilistico, ribaltando ogni confine limitante uditivo e coercotivo. Contro ogni schema imposto dalla societa' e da canoni musicali prestabiliti. Spasmodico, diretto, intenso. Questo split piacera' non solo ai fan del genere powerviolence ma anche ai nostalgici degli anni '80 e dell'approccio musicale senza i fili dorati della modernita'.
Consiglio agli ascoltari di Spazz, ANF, Crippled Fox di non perdersi assolutamente questo split.
Ms_Antrophy

.SCARICA IL DISCO.

.CONTATTI.
  • xDELOREANx:
    Facebook: https://www.facebook.com/xDELOREANx/
    Bandcamp: https://xdeloreanx.bandcamp.com/

  • xDUHx:
    Facebook: https://www.facebook.com/xDUHx/
    Bandcamp: https://xduhx.bandcamp.com/
    E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.