Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Krav Boca - [2021] Barrikade
Krav Boca - [2021] Barrikade Stampa
Recensioni
Scritto da Ms_Antrophy   
Lunedì 15 Marzo 2021 10:00
Krav Boca - [2021] Barrikade
Krav Boca - [2021] Barrikade
01 - Intro
02 - Vertigo (Ft. Sponty)
03 - Fumigene
04 - Brasero
06 - Barrikade (Ft. Sara)
06 - Ceinture (Ft. Skalpel, HPS)
07 - Interlude
08 - Synora (Ft. A. Atak Tos)
09 - Tercian
10 - K.T.C (Ft. Call The Cops)
11 - Ultra (Ft. Brigada Flores Magon)
12 - L'Etat Assassine
13 - O.V.V.T.C

"Nella misura in cui la sociologia e psicologia operative hanno contribuito ad alleviare condizioni sub-umane, esse fanno parte del progresso intellettuale e materiale. Ma esse testimoniano pure della razionalita' ambivalente del progresso, che soddisfa nel mentre esercita il suo potere repressivo, e reprime nel mentre soddisfa". Herbert Marcuse nel suo saggio L'uomo a una dimensione, negli anni '60 ha proiettato la sua visione di cio' che stiamo trovando nell'era moderna.
Dove l'uomo si e' reso vittima del sistema capitalistico e pressapochista. L'occidente, distruttore del diverso anziche' distruggere il potere, si e' fatto manipolare per fregare il prossimo, non per aiutare chi si trova nelle difficolta'.
L'anno horribilis 2020 ha portato con se' strascichi di sessismo e razzismo non indifferenti, lotte impari, cassa integrazione ad libitum, concerti annullati, spazi ricreativi chiusi, contatti sociali appiattiti, violazioni e restrizioni che in molti casi hanno portato anche violazioni umane e violenze sociali. Eppure nel bel mezzo di questa nuvola incatenata, qualcuno e' rimasto a galla: i ribelli, i combattenti, chi vive col coltello tra i denti, chi decide di non abbassare la testa.
Come i Krav Boca, monolite della transcultura musicale underground che al grido di Creare, Condividere, Scambiare, non sono stati di certo zitti a guardare, ma si sono resi baluardi di una ri-presa di un attitudine vitale che non si assopira' mai, sputando addosso le cose in modo diretto e senza filtri attraverso un microfono. Formatisi nel 2014, da Tolosa, vicini al movimento punk diy, l'etimologia del loro nome unisce il riferimento allo sport di combattimento krav maga e boca (bocca in spagnolo) rimandando al fatto di come il gruppo dia molto risalto ai contenuti, alle parole.
Barrikade, e' il loro nuovo album, uscito il 14 Febbraio 2021, tornano irruenti nell'underground spinti da un'esigenza umana espressiva . Sin dal l'artwork di copertina, curata da Arnaud S. Maniak, abbiamo gia' l'opportunita' di capire cosa ci stiamo apprestando ad ascoltare, mixato e masterizzato da Vidda, Thomas Hymon prodotto dalla Boca Records, mostra 13 tracce dove con sfrontatezza e sinestesia mescolano elementi rap ad espedienti hardcore, rock e punk.
Un calderone vibrante di colori e suoni, spinto da linee di chitarra - basso - batteria - mandolino in un'unione transculturale attraverso linguaggi e stili diversi ma uniti da un unico messaggio: il caos come mezzo di dissenso sociale. Dedicato a chi si trova dietro la barricata, ai lavoratori della musica, ai tecnici, ai fonici, agli assetati di liberta'. Barrikade e' una miscela colorata di influenze culturali in un concentrato di punk che confluisce in altri ciclici stili differenti tra rap, punk e metal, una babele musicale dove nessuno calpesta nessuno, dove la diversita' non e' motivo di scissione ma di coesistenza.
Sin dall'"Intro", dove coesistono sonorita' folcloristiche evidenziate dall'uso del mandolino a riff di chitarra e basso corposi.
Nell'album tutti i brani descrivono uno spaccato di vita vissuta, da raccontare ai margini, ai confini di ogni frontiera. Dove emergono i brani come "Barrikade", mostrando come l'unione di variegati stili anche vocali riescono ad essere diretti e decisi all'unisono come due facce della stessa medaglia, "K.T.C" feat. Call The Cops, le due band uniscono le forze e le loro anime in un evoluzione espressiva dove tra velocita' e parole al veleno dona all'ascoltatore una presa di posizione/coscienza di se', "L'Etat Assassine", e' uno di quei brani dove ci mostrano la vera essenza dei Krav Boca, evidenziando le caratteristiche che li rendono una mina vagante, diretta e libera del panorama underground europeo.
Schierato, esplicito, multiculturale. Barrikade, si mostra essere una scheggia che ti entra in un occhio catrafizzandolo ma capace di donare anche una nuova linfa, e' un album che ti travolge nella sua piu' totale unicita'.
Consiglio agli ascoltatori di Moscow Death Brigade, Resaka Sonora, Enraged Minority di non perdersi assolutamente questo album.
Ms_Antrophy

.SCARICA IL DISCO.

.CONTATTI.
Home Page: https://kravboca.com/
Facebook: https://www.facebook.com/kravboca/
Bandcamp: https://kravboca.bandcamp.com/
YouTube: https://www.youtube.com/c/KravBoca/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.