Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Malerba - [2020] II
Malerba - [2020] II Stampa
Recensioni
Scritto da Ms_Antrophy   
Lunedì 17 Maggio 2021 10:00
Malerba - [2020] II
Malerba - [2020] II
01 - Binario 18
02 - Autovelox
03 - Vietato Scopare
04 - Itaca
05 - Pirati Dell'Acqua Sotterra
06 - Nichilista Di Periferia
07 - Vecchidimerda

A distanza di un anno e nell'anno horribilis della pandemia, si affacciano di nuovo sul panorama underground i laziali Malerba, che mi avevano abbastanza colpito con il loro ep di debutto s/t grazie all'unione di street punk Oi! dal songwriting pungente, che non ha paura di mostrarsi e nemmeno di presentarsi scarno senza tante pomposita'.
Un anno dopo le loro caratteristiche non sono mutate, anzi il livore e la critica amara verso le istituzioni e' aumentata, a ridosso della pandemia, dove le promesse di un'Italia in risalita e' stata azzoppata da proclami confusi e privazioni al limite del ridicolo.
Dopo aver partecipato ad una compilation Se Beccamo Ner Pit! nata a sostegno delle band laziali in un momento difficile per far rialzare la scena, con i brani "MPO" e "Non E' Per Noi", a Settembre 2020 pubblicano l'Ep II.
Sette brani dove mostrano sostanzialmente che cio' che gli infiamma il cuore e' linfa descrittiva per continuare a produrre, l'odio verso tutti gli -ismi che popolano il sociale. Contro, razzismo, fascismo, sessismo e contro il potere che annienta coscienze. Maturando nell'assetto compositivo dei brani e nella pulizia del suono proposto.
Sette brani diretti ed incisivi, oscillano tra Oi! e street punk pungente dove i riff di chitarra e basso saturi e taglienti e le linee batteristiche precise e acuminate avvolgono la voce, che si appoggia ad esternare il proprio odio e ripudio sociale, con il suo caratteristico colore roco e rabbioso.
L'apripista "Binario 18", avvalendosi di voci fuoricampo, il brano viaggia su linee street punk dove chitarra, basso e batteria racchiudono le parole amare sparate addosso come bossoli fumanti. L'ep prosegue nel flusso incisivo e veloce, in brani taglienti e irriverenti come "Vietato Scopare" e "Itaca", costruiti sull'unione di linee di basso e chitarra - basso e batteria e una scrittura pungente e senza tanti giri di parole.
"Nichilista Di Periferia", brano-manifesto della band, corale e teso, ci proietta verso la fine, in "Vecchidimerda", quasi un outro in presa diretta dove rabbia e segmenti veloci di riff e linee batteristiche racchiude dentro se', e lascia dietro se', quel senso di bellezza e purezza infuocata che ha la liberta' d'espressione attraverso il punk, mezzo sano alla portata della controcultura.
Viventi di una corale attitudine, i Malerba riescono a convincere anche in questo nuovo capitolo del loro progetto. Riuscendo a dare un'impronta personale alla classica accezione Oi! street punk, capace di smuovere coscienze nell'atto di pensare di piu' alla collettivita' in una societa' egoista. Una goccia, in un terreno arido puo' essere l'inizio di una rinascita nell'atto di riprendersi un umanita' che sembra sepolta gia'.
Consiglio agli ascoltatori di Gli Ultimi, NOPROVE, Dead Kennedys di non perdersi assolutamente questo Ep.
Ms_Antrophy

.SCARICA IL DISCO.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/malerbahc/
Bandcamp: https://malerbahc.bandcamp.com/
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UC_1o6u1wGDfFUEuS3lmlhkA/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.