Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Kalashnikov - [2017] Romantic Punk
Kalashnikov - [2017] Romantic Punk Stampa
Recensioni
Scritto da Ms_Antrophy   
Lunedì 24 Maggio 2021 10:00
Kalashnikov - [2017] Romantic Punk
Kalashnikov - [2017] Romantic Punk
01 - Algoritmo Di Crisi
02 - L'Amore In Tempi Dispari
03 - Riflessioni Su Di Lei, Su Di Noi, Sul Futuro
04 - Cani
05 - Ricostruire Il Muro Di Berlino
06 - Cenere Nel Cuore

"Protesta e' quando dico che una cosa non mi sta bene, Resistenza e' quando faccio in modo che adesso non mi piace non succeda mai piu'" - Ulrike Meinhof.
In questi giorni in cui mi sono approcciata a ri-ascoltare Romantic Punk dei milanesi Kalashnikov Collective, cio' che ascoltavo e percepivo mi ha acceso dei fulgidi campanelli, accomunando i Kalashnikov Collective alla lotta umana - politica di Ulrike Meinhof, ho trovato in loro quel fervore acceso tra vita ed attivismo politico contro l'imperialismo e la dittatura del capitalismo.
Attivi dal 1996, nati sul pavimento di uno squat milanese, sotto l'euforia anarcoide rifiutando l'era plastica moderna, nascono con l'obiettivo di portare in superficie, utopie e passione che infiammano il cuore, il romanticismo degli ideali.
A scuola, sui libri nessuno ti insegna il valore sacrosanto di dissentire dai Padroni, e' la strada la cara mamma maestra che unisce i cuori oppressi e coerenti a se'. Irrompono nell'underground con il loro progetto, particolari e coesi, si potrebbe usare l'appellativo di punk romantici dalla vibrante attitudine diy nella concezione piu' integra e totale. Il loro progetto, parte dal monicker riconducibile ad un concetto virante piu' verso oriente, e' un concentrato di musica veloce e melodica, tra hardcore punk e rock introspettivo.
Piu' che una band, un collettivo artistico fuori da ogni cliche', fuori da ogni limite. Contro ogni moda ed ogni tentativo blando del music business verso il panorama hc punk, scelgono di non rendersi mai Schiavi del sistema delle major. Nel corso degli anni si sono alternati vari cambi di line-up, portando avanti un ideale rimanendo sempre fedeli a se' stessi.
Sono passati due anni da L'Algebra Morente Del Cielo (album in 12 pollici dove c'e' la collaborazione di ben 21 label underground, album disponibile in free download sul nostro sito) ed i nostri nell'Aprile 2017 pubblicano Romantic Punk, un ep in 12 pollici, registrato negli squat tra il 2015 e 2016, presenta 6 tracce dove il leitmotiv e' un'esplosione poetica idealistica, sei brani legati nell'unione di una scrittura appassionata e vivida ad un approccio musicale dove il punk hc incontra il rock, dove la melodia incontra l'uso di tastiere e synth che si incontrano nella velocita' sonora e nell'espressione musicale dall'assetto coeso e preciso.
L'ep si apre con "Algoritmo Di Crisi", un intro di basso si apre in linee di tastiere e confluisce in linee batteristiche precise, che cavalcano l'onda della fulgida e vibrante voce, sostenuta da distorsioni senza diminuire l'assetto punk e la sua accezione primitiva. "L'Amore In Tempi Dispari", veloce ed imponente, riff di chitarra e basso si allineano con la voce che spara parole, vivide e dirette. "Riflessioni Su Di Lei, Su Di Noi, Sul Nostro Futuro", un tappeto di riff e linee batteristiche precise costruiscono un brano vibrante d'hardcore punk introspettivo e limiti anti convenzionali descrittivi ed espressivi; "Cani", fanno da scheletro del brano riff di chitarra aprendosi in un brano veloce, denso e soggettivo, dove e' alternato da cambi di tempo e risalite, che rende il tutto ancora piu' vivo. "Ricostruire Il Muro Di Berlino", e' il brano che preferisco in quanto corale e vibrante mostra riff di chitarra e basso che confluiscono in linee sature e precise di batteria dentro un suono coeso, traghettati dalla voce, avvolgente ed impetuosa. Conclude l'ep "Cenere Nel Cuore", un brano dove i riff, le tastiere e i synth fanno da cardine al brano per poi aprirsi nelle linee batteristiche che si allineano alla voce, vibrante di coesione e determinata onesta'.
In conclusione, andando oltre ogni concezione sonora e clicheistica, Romantic Punk e' uno specchio integro in cui specchiarsi per ri-prendersi quegli ideali che i tempi moderni hanno portato alla deriva, dissolti nell'etere dei social e della corruzione politica e sociale e nel proibizionismo umano di ogni valore o passione.
In questi tempi dove la pandemia ha stravolto le dinamiche umane di collettivita', questo ep e' un sasso nelle nostre vite asettiche e scandite da privazioni umane. Onesto, impavido e poetico. Romantic Punk e' una lucida e vibrante molotov in un epoca vuota senza ideali, composta da automi senza arte ne' parte.
Consiglio agli ascoltatori di Contropotere, The Clash, Wretched di non perdersi assolutamente questo ep.
Ms_Antrophy

.SCARICA IL DISCO.

.CONTATTI.
Home Page: http://www.kalashni.net/
Blog: http://www.kalashnikov-collective.blogspot.com/
Facebook: https://www.facebook.com/KalashnikovCollective/
Bandcamp: http://kalashnikovcollective.bandcamp.com/
YouTube: http://www.youtube.com/user/kalashnikovcollectiv/

.CONDIVIDI.