Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Kokadame - [2021] Sara' L'Aria Della Val Tidone?
Kokadame - [2021] Sara' L'Aria Della Val Tidone? Stampa
Recensioni
Scritto da Ms_Antrophy   
Lunedì 13 Settembre 2021 10:00
Kokadame - [2021] Sara' L'Aria Della Val Tidone?
Kokadame - [2021] Sara' L'Aria Della Val Tidone?
01 - Autobiografico
02 - Ausiliario
03 - Poveri Onesti
04 - Scie' Tanta
05 - Canto Lo Stesso
06 - Notte In Bianco

I Kokadame, sono una nuova realta' del panorama underground italiano, nati in una cantina della Val Tidone nell'inverno pandemico del 2021, dal monicker che sembra uscito da un giardino giapponese, si immettono nell'underground con il loro debutto Sara' L'Aria Della Val Tidone? dove vi concentrano dentro genialita', espressivitaì e accesa predisposizione verso una scrittura irriverente e fuori dalle righe.
In un primo approccio certamente, l'ho trovato un po' ostico, abituata a sonorita' piu' marce e lugubri, ma nel corso del disco poi si ascoltano con molta curiosita'. Costruendo una commistione esplosiva di sonorita' grezze dove si alternano riff saturi ed incazzati, refrain corali, cari alla scena punk Oi! e street punk, ai testi rigorosamente in italiano. Linee dirette e veraci che nella non appartenenza a nessun genere preciso trova la propria dimensione, danno sfogo a se stessi, alla costruzione di qualcosa che non sia costretto dentro qualcosa di ovattato e scontato.
Registrato, mixato e masterizzato al Bastione, si intrappola in uno scheletro punk e si avvale di soluzioni svariate che si collocano tra punk, echi Oi! e street punk e fuzz anni '70 abbinato a liriche simil cantautorale di protesta.
Sfrontata coralita' al servizio di suoni grossolani che si poggiano su riff inviperiti che vanno a braccio con linee batteristiche colme e decise sostenute da voce acida e urlata. Sei brani dove si alternano brani cadenzati e veloci ad esempi dal gusto fuzz anni '70 ("Ausiliario"), ad altri dove si sente maggiormente le influenze punk ("Poveri Onesti"), a brani dove propongono denuncia usando il punk ("Canto Lo Stesso") o dove le liriche fanno da traino fuorviante ("Notte In Bianco").
Attraverso la ricerca di un sound eclettico e anticonformista vanno a costruire una proposta musicale che non vive di confinamento o limitazione per cliche'. Propendendo, come nella classica attitudine di un tempo, verso una ricerca che confluisca in una sana espressione di un'esigenza a non farsi fottere nell'oblio di diventare tante meteore che passano dentro il panorama underground.
Sfrontati e poliedrici, sara' interessante vedere quale sara' il prossimo passo evolutivo.
Consiglio agli ascoltatori di Suicide Squad, Rough e Skiantos di non perdersi assolutamente questo disco.
Ms_Antrophy

.SCARICA IL DISCO.

.CONTATTI.
Bandcamp: https://kokadame.bandcamp.com/
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCHP61dJmzb3xFyriSoaaZTw/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.