Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

VegFacile - Go Vegan!

Vegan Riot: la Rivoluzione ai Fornelli dal 2005!
Home Articoli Recensioni Dysmorfic - [2022] Movements
Dysmorfic - [2022] Movements Stampa
Recensioni
Scritto da Joel   
Lunedì 02 Maggio 2022 10:00
Dysmorfic - [2022] Movements
Dysmorfic - [2022] Movements
01 - Movement I
02 - Movement II
03 - Movement III
04 - Movement IV
05 - Movement V

La storia dei Dysmorfic parte da Mantova nel lontano 1998.
Il percorso del gruppo e' costellato da tanto grindcore ma anche sperimentazione musicale soprattutto a partire dal 2014, quando la band si consolida in un duo di basso e batteria tanto da definirsi drum'n'bass grindcore.
E' con questo nuovo EP che i nostri eroi Buccia e Thomas, rispettivamente pelli e quattro corde, scardinano ogni certezza della musica estrema e brutale creando una sorta di fusion tra grind e jazz.
Infatti questo MCD, dal titolo Movements, racchiude in se cinque brani strumentali dall'anima grindcore ma dalle pulsanti vene jazzistiche, un lavoro ibrido di certo ma che per ottenere una buona riuscita, come in questo specifico caso, ha bisogno dietro di competenze e conoscenze consolidate per non scadere in un effetto minestrone di difficile digeribilita' per chi lo ascolta.
L'album e' stato registrato allo Studio Live da Alessandro Pagliari ed esce grazie a due etichette d.i.y. ovvero End Of Silcence Records e ZAS Autoproduzioni. Le grafiche riportano il logo stesso della band quasi ad indicare come il contenuto grind sperimentale sia un marchio di fabbrica dei Dysmorfic.
Le tracce racchiuse in poco piu' di sei minuti non hanno eloquenti titoli e seppur brevi hanno caratteristiche ben delineate, cosi' si parte subito col piede giusto con "Movement I" antipasto che alterna furia estrema della batteria a parti dove le slappate del basso prendono la scena. Il lavoro prosegue su queste coordinate aumentando in alcuni episodi la furia grind ma senza dimenticare gli inserti jazz ("Movement II" e "Movement III"), oppure come in "Movement IV" esplosivo ed oscuro fino al midollo che lascia senza respiro, fino alla chiusura irruenta di "Movement V" dove sono maggiori i cambi di tempo, ottenendo una riuscitissima commistione grind jazz senza soluzione di continuita'.
I Dysmorfic, come accennato, conoscono molto bene i generi trattati ed i propri mezzi creando in Movements una perfetta sinergia grindcore jazzistica. Un lavoro da divorare che, seppur breve, lascia ottime sensazioni e consigliato vivamente a chiunque a prescindere da quanto inclini ad i generi piu' estremi. In una frase Drum n'bass grindcore extravaganza
Joel

.ASCOLTA IL DISCO.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/dysmorfic/
Bandcamp: https://dysmorfic.bandcamp.com/
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCPOOCeU8EZOeq1M82618ifQ/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.