Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

VegFacile - Go Vegan!

Vegan Riot: la Rivoluzione ai Fornelli dal 2005!
Home Articoli Recensioni Butters - [2022] No Mankind
Butters - [2022] No Mankind Stampa
Recensioni
Scritto da Joel   
Mercoledì 08 Giugno 2022 10:00
Butters - [2022] No Mankind
Butters - [2022] No Mankind
01 - Donut Land
02 - Black Moon
03 - Combat Dwarf
04 - Burden
05 - Enemy (Feat. Sexo)
06 - Long Dream
07 - Death Thoughts

Direttamente da Pisa tornano a sei anni di distanza dal loro primo omonimo EP i Butters, combo infernale che all'hardcore punk affianca un corrosivo sludge il tutto condito con venature crust, grind e thrashcore.
Questo primo full lenght del grupo toscano strasborda di attitudine e urgenza espressiva hardcore senza compromessi, viaggia dritto sui binari prescelti con sonorita' che di volta in volta si fanno oscure ed opprimenti, sfuriate velocissime si alternano a parti cadenzate senza tirarsi mai indietro anzi disseminando tupa tupa che travolgono e lasciano col fiato sospeso.
Gia' l'apertura affidata a "Donut Land" trascina in queste sonorita' animalesche, forse non il brano piu' veloce del lotto ma non per questo di minore presa grazie alle continue strizzatiine d'occhio al crust e al grind.
"Black Moon" manda in confusione e spiazza soprattutto nella parte finale, qui i suoni si fanno piu' metallici e acidi prima di lasciare spazio alla furia di "Combat Dwarf" brano veloce e travolgente quanto malato e cinico nelle tematiche. "Burden" rallenta e smorza i ritmi nel suo incedere asfissiante che lascia piu' spazio ad i suoni sludge almeno fino al finale dagli echi crust, risultando forse il pezzo piu' riuscito dei sette presenti.
Con "Enemy" si ritorna su ritmi serrati che lasciano senza un attimo di respiro mentre "Long Dream" ci riporta su sonorita' caotiche e deliranti, tra urla sofferte e strumenti fischianti. Il disco si conclude con la cupa "Death Thoughts" dal testo disperato e deprimente che non lascia scampo, grazie anche ad un comparto strumentale ancora una volta impeccabile nel ricreare con i suoni le tematiche affrontate, anche se la vera conclusione avviene qualche minuto dopo con la strumentale ghost track.
No Mankind e' la conferma di tutte le potenzialita' che i Butters avevano lasciato intravedere col loro EP, un disco hardcore da non lasciarsi sfuggire e che portera la band a raccogliere i frutti del proprio ottimo lavoro. Avanti cosi'!
Joel

.SCARICA IL DISCO.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/buttershc/
Bandcamp: https://buttershc.bandcamp.com/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.