Atlas Losing Grip - [2008] Shut The World Out Stampa
Recensioni
Scritto da left   
Sabato 01 Novembre 2008 03:03
Argetti - [2008] Flags Of Karma
Atlas Losing Grip - [2008] Shut The World Out
01 - Decreasing Development
02 - Nothing Has Changed
03 - Tearing International Treaties
04 - Farewellfare
05 - All In Vain
06 - Shut The World Out
07 - Affordable Solutions
08 - Home
09 - Punk Is A Bunch Of Kids With Funny Haircuts
10 - Riding The Tube
11 - Never Grow Apart
12 - Parkinsun
13 - The Scorn Of Others

Finalmente mi ritrovo a recensire gli Atlas Losing Grip, che per qualche disguido hanno dovuto attendere un po' di tempo.
Ed e' stato sicuramente un peccato averli fatti attendere: gia' da quando, qualche mese fa, avevo sentito un assaggio di questo disco mi ero subito offerto per fare la recensione. Perche' gia' al primo pezzo si resta piacevolmente stupiti dall'abilita' degli ALG di creare un ambiente melodico ed accattivante.
Le prime due parole che mi sono passate per la testa durante la prima canzone: Bad Religion. In realta' questa e' da prendere solo come indicazione di partenza, perche' poi ci si accorge che il primo pezzo e' un po' l'eccezione che conferma la regola dei seguenti, cioe' quella che dice che gli ALG hanno vita propria, pur restando legati a quel sottogenere (e dintorni). Niente punk-rock puro e semplic(istico)e, ma un ottimo compromesso tra le influenze di vari generi diversi. Anche l'andamento generale delle canzoni lo conferma, e se per qualche pezzo si puo' parlare di un punk-rock molto melodico e non troppo sostenuto, per gli altri la cosa si fa piu' aggressiva, in generale, ed anche piu' hardcoreggiante, a tratti, con persino degli assoli di chitarra.
Per quanto riguarda le capacita' dei singoli componenti del gruppo, poco da dire, se non che fanno il loro lavoro egregiamente, senza sbavature.
Aprezzabile il drumming (lo sbatteramento, in italiano?) e l'uso efficacissimo che gli ALG fanno della doppia chitarra, per arricchire ogni canzone. Una nota di merito al cantante, e anzi a tutti quelli che hanno messo delle voci, perche' tutto e' intonato, preciso, e rincorre alla perfezione la melodia, dal cantante ai cori, cosa non sempre ovvia...
Sulla qualita' della registrazione ho ancora meno da dire, se non che al posto loro avrei tenuto il basso un pelino piu' alto, perche' a volte manca un pochettino e magari il tono dei pezzi ne risente. Parere discutibile comunque. Per il resto tutto pulito, definito e ben mixato.
Per concludere, non posso che consigliare questo "Shut The World Out" a tutti quelli che sono cresciuti a pane e NOFX, Blink, Satanic Surfers, eccetera...e ovviamente a chiunque segua il genere.
D'altra parte se avessi visitato subito il loro myspace avrei scoperto che sono svedesi...una nazione, una garanzia (mobili esclusi)!
left

.SCARICA MP3.

.E-CARD.
Visualizza la Ecard con 4 brani in streaming di cui 2 scaricabili.

.PER L'ACQUISTO.
Il cd si puo' acquistare dallo store della NoReason Records.
Prezzo: 10 euro (spedizioni incluse).

.VIDEOCLIP.
Atlas Losing Grip - Decreasing Development (Studio Recording)
Atlas Losing Grip - In The Studio (02.2008)
Atlas Losing Grip - On The Roadside
Atlas Losing Grip - In Rehearsal Room

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/atlaslosinggrip
Last.FM: http://www.lastfm.it/music/Atlas+Losing+Grip
Etichetta: http://www.noreasonrecords.com/

.CONDIVIDI.