Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Concerti e Comunicati "Dalla Parte Di Xm24 E Dell'Autogestione" (di Zic Zero In Condotta)
"Dalla Parte Di Xm24 E Dell'Autogestione" (di Zic Zero In Condotta) Stampa
Concerti e Comunicati
Scritto da sberla54   
Martedì 29 Novembre 2016 09:00
"Dalla Parte Di Xm24 E Dell'Autogestione" (di Zic Zero In Condotta)

http://www.zic.it/dalla-parte-di-xm24-e-dellautogestione-comunicati/

Zic Zero In Condotta

Diverse realta' attive nelle lotte prendono posizione a difesa dello spazio sociale di via Fioravanti, oggi minacciato, rigettando l'accusa di incompatibilita' con il quartiere Bolognina avanzata dal Pd.

Dai collettivi cittadini attestati di solidarieta' per l'esperienza di Xm24, che politica e amministrazione parlano apertamente di voler sradicare dall'ex mercato ortofrutticolo della Bolognina. Nei giorni scorsi l'assemblea del centro sociale aveva scritto a chiare lettere: "Noi da qui non ce ne andiamo".

* * * * * * * * * *


Giu' le mani da Xm24! Per un territorio di autogestione, alternativa e conflitto sociale!

Esprimiamo solidarieta' ad Xm24 che in questi giorni e' stato al centro di una campagna a mezzo stampa di criminalizzazione e calunnia. Le autorita' cittadine paventano uno "sgombero-trasloco" del centro sociale per "incompatibilita'". Non possiamo che ritenere questa iniziativa all'interno di un piu' ampio schema che con estrema violenza e brutalita' vuole essere imposto nella nostra citta' a partire dalla Bolognina e dalla zona universitaria tramite l'affermazione di un progetto di territorio orientato esclusivamente alla marginalizzazione, criminalizzazione e repressione della sofferenza sociale e delle forme di vita che gli danno voce e corpo tramite le buone pratiche delle lotte sociali, dell'autogestione e della solidarieta'. Come centro sociale occupato che negli anni ha sviluppato percorsi di conflitto sociale duraturi e progetti di autogestione e contro cultura non possiamo che esprimere solidarieta' ad Xm24 e a tutto il mondo sociale e culturale che da anni lo attraversa e lo anima. Non possiamo permettere che il progetto di ordine pubblico, di consumo e di speculazione che con aggressivita' inaudita vogliono imporre le autorita' cittadine passi e si consolidi. Smascheriamoli per quello che sono: gli unici veri incompatibili con la citta' di Bologna! Da tutti i percorsi di conflitto sociale, riappropriazione, autogestione e sperimentazione contro culturale siamo al fianco di Xm24 e della Bolognina solidale. Solidarieta' e lunga vita ad Xm24!

Compagni e compagne del Lab Crash!

* * * * * * * * * *


Que viva Xm24 in Bolognina!

Forse e' il caso di spostare "altrove" l'Xm24, dice il Pd bolognese, con la spensieratezza di chi e' abituato a maneggiare pezzi di citta' come se giocasse a Risiko o piu' probabilmente a Monopoli. Perche' l'Xm24 sarebbe "incompatibile" con il contesto urbano in cui si trova, dice sempre il Pd, sposando le posizioni della destra e svelando cosi' la natura politica dell'ennesimo attacco alle esperienze di autogestione ed autorganizzazione che rendono migliore questa citta'. Chi amministra Bologna vuol parlare di compatibilita' e di contesto urbano? E allora per una volta alzi lo sguardo, non solo metaforicamente: proprio a due passi dall'Xm24 vedra' svettare gli scheletri della Trilogia Navile, simbolo per eccellenza di pianificazioni sbagliate e speculazioni immobiliare, queste si', incompatibili con una citta' piena di edifici inutilizzati e famiglie costrette a lottare per avere un tetto sulla testa. Eccola, la fotografia fa giustizia in un sol colpo di fiumi di inchiostro e parole al vento. Da un lato un laboratorio sociale innervato di relazioni e cultura demercificata, che vive e fa vivere un quadrante della citta'. Dall'altro, gli occhi famelici di chi vede nei quartieri solo territori di conquista e di profitto. Noi sappiamo da che parte stare. Solidarieta' alle/i compagne/i di via Fioravanti 24! Que viva Xm24 in Bolognina!

Vag61 - Spazio libero autogestito

* * * * * * * * * *


Xm24 va "spostato", e' incompatibile con il Quartiere. Ci chiediamo quale idea di citta' sia invece il modello a cui rifarsi, quali relazioni vengano messe in campo, quali progetti di cultura, attraversamento degli spazi, benessere, socialita' ci vengano offerti come alternative. Idee che siano non per pochi eletti, ma per tutti e tutte, migranti e italiani, bambini e bambine, ragazzi e ragazze, cittadini e non. E ancora, ci chiediamo quali modi di sentirsi a casa, protett*, tutelat* siano oggi al centro dell'agenda politica cittadina. In definitiva, quale argine al deserto di mostri architettonici abbandonati possa darci speranza e progettualita', fornendo un'alternativa al residuale trincerarsi in una lotta quotidiana alla poverta', al poco, alla chiusura.
Xm24 ci ha dato una casa quando nessun altro luogo ci avrebbe permesso di sperimentare e sbagliare, di dare vita a progetti che vivono in Bolognina e che molte volte, negli ultimi anni, hanno continuato ad intrecciare il proprio percorso con quello di Xm24.
L'alternativa e' il vuoto che ci sta dietro, a cui e' sempre piu' difficile dare una risposta. Per dirla con l'amato Calvino "Ogni citta' riceve la sua forma dal deserto a cui si oppone", noi a questo vuoto continueremo ad opporci rimanendo - anche questa volta - dalla parte di Xm24.

Baum - Baumhaus - Bolognina Basement - On The Move OTM

* * * * * * * * * *


Solidarieta' ad Xm 24!!

Apprendiamo con tristezza che l'esperienza di autogestione di Xm24 vissuta nel tessuto del quartiere bolognina e' a rischio. La convenzione scadra' nel 2017 e il comune, forte della vittoria elettorale, risulta estremamente deciso nel porre fine a tale esperienza giustificando la scelta con una presunta incompatibilita' del centro sociale con il quartiere. Questa vicenda diventa dirimente perche' colpisce trasversalmente molteplici questioni. Innanzitutto la presunta incompatibilita' con il quartiere: Xm24 viene accusato di non produrre valore aggiunto per il quartiere e viene demonizzato come elemento di ostacolo alla riqualifica della Bolognina. Per il comune L'unico indicatore di compatibilita' dello spazio con il quartiere e' la capacita' di generare profitto e non certamente la produzione di socialita' al di fuori delle logiche del mercato. Come Xm24 anche l'Ex Telecom e l'occupazione di Via Mario de Maria hanno rappresentato casi di "incompatibilita' col quartiere" e sono state quindi prontamente sgomberate dalla questura con l'assenso del comune. Tale incompatibilita' consiste nell'opposizione al processo di gentrificazione portata avanti da corpi non assoggettati che si sono ripresi spazi abitativi relegati al profitto. Al contrario risulta perfettamente compatibile con le esigenze del quartiere Bolognina una fortissima speculazione edilizia ben rappresentata dalla Trilogia Navile e dal progetto sui nuovi allogi di edilizia sociale. Soluzione, questa, che servira' ad ingrassare le casse dei privati che costruiranno e gestiranno il patrimonio edilizio.
Sullo sfondo di tutto questo c'e' un processo di crescente securizzazione della vita del quartiere attraverso l'intensificazione della presenza delle forze di polizia e dell'esercito. E' questa l'idea di "sicurezza" del Partito Democratico: esclusivamente controllo e repressione. Quella che invece dovrebbe essere la reale sicurezza non viene presa in considerazione: la sicurezza di avere una casa, di avere un reddito per condurre una vita dignitosa e di avere un spazio di socialita' dove autogestirsi. Xm24 si e' sempre caratterizzato per la sua disponibilita' e apertura nei confronti di tutte le realta' che intraprendono reali percorsi di lotta, organizzando numerosi benefit sia per compagni imputati sia a sostegno della lotta per la casa (solo un anno fa ricordiamo la festa organizzata da Xm24 ed Asia-usb per sostenere l'occupazione abitativa di Via toscana, sgomberata dopo tre anni a Febbraio 2016). L'attacco della governance locale ad Xm24 deve essere strumento da parte delle realta' che continuano ad opporsi a tutto questo per catalizzare le diversificate energie al fine di costruire un largo movimento composito che riporti con forza le ragioni dei corpi antagonisti e del blocco sociale assoggettato dalla crisi. Il diritto alla citta' e la sua agibilita' vengono sempre piu' messi in discussione. Risulta necessario difendere l'esistente con il fine di contrattaccare uniti per spezzare questa linea normalizzatrice che si sta imponendo nella citta' di Bologna a suon di manganello. Xm24 non si tocca!

Asia-Usb Bologna

* * * * * * * * *


Meno reti autorganizzate = piu' sicurezza?

Lo Spazio Pubblico Autogestito XM24, da quindici anni vivo e attivo nel quartiere della Bolognina, e' di nuovo sotto attacco: dopo le diffamazioni a mezzo stampa, di recente lo spazio e' stato il bersaglio delle polemiche sollevate in consiglio comunale dalla Lega Nord e Forza Italia. Per chi si autorganizza a Bologna non e' una novita': l'alleanza Questura-Prefettura ha preso possesso del potere politico ed esecutivo, e chi cavalca il terrorismo mediatico su "degrado" e immigrazione ne approfitta. Negli ultimi anni le occupazioni, abitative e non, sono state (quasi) tutte sgomberate, e la repressione poliziesca agisce quotidianamente attraverso la massiccia presenza delle "forze dell'ordine" che fomentano razzismo, sessismo, xenofobia e soprattutto paura. Infatti, problemi sociali come poverta', disoccupazione, aumento degli affitti e carenza di alloggi in favore della speculazione edilizia, non vengono trattati come questioni sociali, ma come problemi di "ordine pubblico"; insomma, come e' stato riaffermato solamente poche settimane fa in Consiglio Comunale dal sindaco Merola, "I poveri creano sensazione di insicurezza".

Nessuno pero' che si preoccupi di mettere in fila alcuni fatti curiosi, come ad esempio il fatto che i mostri edilizi della "Trilogia Navile", spinti dai governi cittadini e coinvolti in una miriade di scandali giudiziari, abbiamo lasciato interi quartieri fantasma, trsformandoli di fatto in piazze di spaccio (alla faccia di chi vi accusa lo stesso Spazio Autogestito!), o ancora come le interviste agli "abitanti stanchi" riguardino solo i promotori delle iniziative di Salvini in Bolognina.

La verita' e' che XM24 e' una spina nel fianco per gli interessi torbidi di palazzinari, carrieristi e politici.

Le esperienze autogestite hanno un ruolo fondamentale nei quartieri e nelle citta', poiche' creano spazi e cultura per tutti/e, e attraverso la sperimentazione di alternative pratiche e politiche, muovono una critica al sistema capitalista, risultando cosi' pericolose agli occhi delle istituzioni.

La situazione e' talmente paradossale che alcuni progetti attivi a XM24 compaiono su siti del Comune, ad esempio la Scuola d'Italiano con Migranti, inserita nella lista delle scuole; I collettivi e i laboratori mettono in connessione le soggettivita' del quartiere, e propongono un modello di societa' solidale e anti-autoritaria: la ciclofficina, la sala prove, la serigrafia, i corsi popolari di boxe, yoga e tessuti aerei, il collettivo NoBorders, lo spazio Infoshock che ha in distribuzione e consultazione materiale culturale/storico/politico, il collettivo HacklabBo per lo studio e la sensibilizzazione sulle tecnologie digitali, lo Sportello Medico-Giuridico e il Lab57 di consulenza antiproibizionista.

Come Collettivo Exarchia esprimiamo la massima solidarieta' a XM24, sotto attacco proprio mentre sta scadendo la convenzione. Solidarieta' va altresi' alle compagne e ai compagni che ogni giorno si impegnano per creare uno spazio libero dalle dinamiche dello sfruttamento capitalistico, della violenza sessista e omofoba, dell'odio razzista e classista che permeano la comunicazione e le scelte politiche del Comune e di tutta la giunta.

Questa e' una lotta che riguarda tutte e tutti, gruppi e individualita', per difendere e promuovere l'autogestione e l'autorganizzazione come alternative reali alla normalizzazione e mercificazione degli spazi pubblici. Rispettando sempre l'autonomia di ognuno non bisognerebbe mai dimenticare che la solidarieta' e' un'arma... e non e' un vuoto slogan!

Non viviamo mai piu' come schiavi/e!

Collettivo Exarchia

* * * * * * * * * * *


Contro l'erosione del bene comune in Bolognina

Come cittadini e cittadine che promuovono iniziative in Bolognina in campo sociale, politico e culturale, esprimiamo forte preoccupazione e assoluta contrarieta' a quanto dichiarato negli scorsi giorni da alcuni rappresentanti dell'amministrazione comunale sull'esperienza dello spazio autogestito XM 24 di via Fioravanti. A poco piu' di un mese dalla scadenza della convenzione triennale per la gestione dello spazio, che non prevede alcun tipo di finanziamento pubblico, si parla di "incompatibilita'" di Xm col quartiere e si allude alla possibilita' di mettere a tacere l'ennesima esperienza di autorganizzazione e autogestione, di costruzione di pratiche di solidarieta' e politiche dal basso.

L'esperienza di Xm e' nata e cresciuta in modo organico con il quartiere e la citta'. L'accusa di incompatibilita' nasconde, con linguaggio "diplomatico", la violenza con cui si vuole agire una nuova visione del quartiere, per altro fallimentare, quella della rendita catastale. Ricordiamo che Xm sorge nella famosa area della Trilogia Navile, una delle zone della citta' dove si registra forse il piu' evidente fallimento delle scelte urbanistiche operate dalle amministrazioni comunali negli ultimi anni: un progetto ideato da un laboratorio di urbanistica partecipata, di cui il il Comune avrebbe dovuto garantire regia e coordinamento.

L'amministrazione invece, tra inerzia e inettitudine, ha permesso che tra il 2012 e 2013 i lavori si bloccassero a causa della "marcia indietro" del principale attuatore, senza che fossero realizzate le opere di urbanizzazione e lasciando alla citta' e al quartiere la mostruosita' di un cantiere abbandonato. Questo e' tuttora ben visibile nonostante la realizzazione della rotonda e della pista ciclabile, ultimate in fretta e furia in concomitanza con la campagna elettorale, ed ha creato, di fatto, quello che noi riteniamo sia vero degrado ed insicurezza per gli abitanti della zona.

In questo contesto, lo spazio autogestito Xm ha rappresentato la sola risorsa di quell'area, grazie alle tante attivita' che vi si organizzano quotidianamente, dalla palestra popolare, ai laboratori artistici, ai corsi di lingua per stranieri, ai concerti, al mercato contadino del giovedi', allo sportello medico-giuridico, offrendo occasioni di socialita', aggregazione e discussione, al di fuori dalle regole del mercato. Rifiutiamo la logica di chi tratta le persone come organi malati, sostituendole con programmi calati dall'alto e crediamo piuttosto che l'amministrazione debba perseguire una cultura cittadina fatta di collegialita' e inclusione, di cui Xm, come altri spazi autogestiti, rappresenta da anni un riuscito esperimento.

Esprimiamo tutta la nostra solidarieta' ad Xm24, un luogo che e' simbolo della socialita' in Bolognina, un irrinunciabile bene comune per il quartiere e per la citta'.

Concibo'
Scuola Popolare di musica Ivan Illich
Barnaut - bar popolare della Bolognina


* * * * * * * * * * *


Da qualche giorno sentiamo uno fastidioso brusi'o circa la necessita' di spostare Xm24 lontano dalla Bolognina per manifesta incompatibilita' col quartiere. Ci chiediamo con quale legittimita' il PD continui a parlare della nostra citta', degli spazi di autogestione e di chi da anni da vita a progetti di riqualificazione sociale e culturale laddove loro continuano a massacrare welfare e spazi di aggregazione. Al tempo stesso abbiamo un desiderio: vedere questi Signor Nessuno nelle fogne, unico luogo compatibile con la loro idea di politica, di cultura e di citta'.

Solidarieta' a Xm24!

Hobo

.LINKS.
Fonte: "Dalla Parte Di Xm24 E Dell'Autogestione" (di Zic Zero In Condotta)
Home Page Zic Zero In Condotta: http://www.zic.it/
Facebook Zic Zero In Condotta: https://www.facebook.com/zic.zeroincondotta/
Twitter Zic Zero In Condotta: https://twitter.com/zicwire
YouTube Zic Zero In Condotta: https://www.youtube.com/user/TheZicTV
E-mail Zic Zero In Condotta: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.