Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Varie "Sei No Tav!", La Notte Di Maya Nella Caserma Di Polizia (di Popoff Quotidiano)
"Sei No Tav!", La Notte Di Maya Nella Caserma Di Polizia (di Popoff Quotidiano) Stampa
Varie
Scritto da Joel   
Martedì 13 Giugno 2017 10:00
"Sei No Tav!", La Notte Di Maya Nella Caserma Di Polizia (di Popoff Quotidiano)

http://popoffquotidiano.it/2017/06/10/sei-no-tav-la-notte-di-maya-nella-caserma-di-polizia/

Popoff Quotidiano

Torino, storia di Maya, presa ai Murazzi senza motivo. Pestata in caserma, insultata perche' riconosciuta come No Tav

La squadra mobile "sequestra" una ragazza di diciannove anni, la pesta e poi la denuncia per una lista impressionante di reati immaginari. Succede in Italia, a Torino. Giovedi' scorso, fermata ai Murazzi da due agenti perche' guardava i loro colleghi che effettuavano una perquisizione. E' l'inizio di una notte di follia in strada e poi in caserma per Maya, 19 anni, riconosciuta dai poliziotti come attivista ai picchetti antisfratto ed alle manifestazioni No Tav.

La ragazza se li vede arrivare in otto, "nervosi". L'hanno minacciata di portarla alle Vallette, il carcere di Torino. Da Piazza Vittorio, viene spintonata, tenuta per i polsi, fino alla volante. Le hanno sequestrato il cellulare con le cattive. Poi in Corso Tirreno, in caserma. E' li' che l'hanno riconosciuta. All'ingresso viene spintonata fino alla sedia. L'agente che l'aveva portata dai Murazzi le sferra un pugno e poi la costringe a stare in piedi, la sedia sarebbe stata un lusso impossibile per una come lei. Seguira' perquisizione totale e tre ore in guardina senza nemmeno poter andare in bagno. Dopo due ore e mezza, la grazia di un caffe' a interrompere la sequela di insulti e provocazioni che non si sono mai fermate dal momento del prelevamento della ragazza. Maya si trovera' fuori alle 4 del mattino, con 6 giorni di prognosi certificati dal pronto soccorso ospedaliero per evidenti tumefazioni in tutto il corpo ma anche con un verbale che registra le grottesche accuse nei suoi confronti: violenza, resistenza, oltraggio e perfino porto d'armi: "avevo sette chiodini da muro nel marsupio". Maya pero' non si lascia intimidire dalla notte brava dei poliziotti di Corso Tirreno: denuncia in video i suoi aggressori, lo fara' anche con le carte bollate e non sara' da sola. Con lei i suoi compagni di Askarasuna e, oltre Torino, le reti di lotta alla repressione e Acad, l'associazione contro gli abusi in divisa che subito ha ripreso la vicenda sui suoi canali social.
Ercole Olmi

.LINKS.
Fonte: "Sei No Tav!", La Notte Di Maya Nella Caserma Di Polizia (di Popoff Quotidiano)
Home Page Popoff Quotidiano: http://popoffquotidiano.it/
Facebook Popoff Quotidiano: https://www.facebook.com/PopoffQuotidiano
Twitter Popoff Quotidiano: https://twitter.com/PopoffQ
E-mail Popoff Quotidiano: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.