-c

Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home
puNk4free - [anarcoposer punk hardcore magazine]
Pubblico Oltraggio Vs Mess Mess Mess - [2008] Split Stampa
Recensioni
Scritto da REN   
Martedì 19 Maggio 2009 13:00
Pubblico Oltraggio Vs Mess Mess Mess - [2008] Split
Pubblico Oltraggio Vs Mess Mess Mess - [2008] Split

Ebbene si'. Dopo la mia bella sigaretta mattutina mi diletto a recensire l'ultimo lavoro che mi e' stato dato, ossia un ottimo split realizzato da due altrettanto ottime band: i monzesi Pubblico Oltraggio e gli emiliani Mess Mess Mess, entrambi seguaci del piu' puro punk ottantino british style.
11 pezzi ben suonati per ognuno dei due gruppi e cantati principalmente in inglese, uniti ad un buon ritmo che provoca nell'ascoltatore una bella dose di scariche adrenaliniche: il tutto crea una raccolta di 22 canzoni che piu' che uno split puo' essere considerato un vero e proprio cd.
Ma partiamo dall'inizio.
Prodotto da Potoz e Saulo, chitarrista e bassista degli Antisociali (anch'essa un'ottima band nonche' l'ultima che ho recensito) e quindi dalla loro etichetta, la Artrite Records, assieme alla No Flag Records (label distro dei Mess Mess Mess) ed alla BSF Crew (la crew dei Pubblico Oltraggio), lo split e' stato realizzato alla fine del 2008, piu' precisamente in Ottobre, ed e' stato distribuito, oltre che in Italia, in Germania ed in Francia dalle label co-produttrici.
Nonostante si tratti di due band piuttosto conosciute, mi sento comunque in dovere di dare un po' di informazioni a chi magari non ne ha mai sentito parlare: i Pubblico Oltraggio rappresentano una delle migliori street punk band in circolazione in Italia, sono nati nel 2001 e hanno all'attivo due dischi completamente autoprodotti che sono da considerarsi tranquillamente, a parer mio, lavori impeccabili ed estremamente coinvolgenti.
Per i Mess Mess Mess, invece, band famosa anche per aver suonato da spalla ai Funeral Dress ed ai Casualties alla festa della Radio Onda D'Urto due anni fa (e' stato appunto li' che Potoz degli Antisociali ha fatto la loro conoscenza), questa e' la prima incisione su cd, da undici anni a questa parte hanno lavorato e registrato soltanto su lp per cui questo si potrebbe definirlo il loro primo disco, e direi che come esperimento e' davvero niente male.
Si tratta senza dubbio di due band che nei loro anni di attivita' si son date parecchio da fare, sperimentando diversi generi e facendo di essi la loro fonte d'ispirazione: i Mess Mess Mess (inizialmente Diego alla voce, Giacomo alla chitarra, Silvia al basso e Fabio alla batteria) cominciano a suonare nel giugno del 1998 proponendo cover di alcuni dei gruppi di spicco del punk '77, prima di concentrarsi sullo street punk degli anni 80 che sara' in seguito la loro maggiore influenza che dara' forma al loro stile musicale.
Dopo alcuni cambi di line-up (Diego e Giacomo sono costretti a lasciare la band, Matteo entra a far parte del gruppo come chitarrista e, oltre ad essere bassista e batterista, Silvia e Fabio decidono di occuparsi delle parti vocali) la band inizia a farsi conoscere anche all'estero suonando in concerto con gruppi stranieri piuttosto famosi, due dei quali ho pocanzi nominato.
I Pubblico Oltraggio, la cui formazione definitiva comprende Loris (voce e basso), Mone (voce e chitarra) e Giga (batteria), hanno parecchie influenze, prime tra tutte l'Oi!, in particolare quello dei Nabat e, cosi' come i loro "colleghi" Mess Mess Mess, lo street punk, unito pero' ad una buona dose di HC bello forte.
Il tutto rende questo lavoro un double-face decisamente armonico.
Sinceramente parlando, dall'unione di due band del genere, aventi in comune la passione per il punk di strada e dotate di una grande energia, non potevo aspettarmi che il meglio.
E infatti metto questo split tra i miei dischi preferiti, in quanto racchiude un bel po' di generi mescolati egregiamente e 22 pezzi dotati di buoni testi, bella batteria pesante, riff portanti e voce e basso altrettanto comunicativi, tutti capaci di coinvolgere, di intrattenere e soprattutto di restare impressi nella testa dell'ascoltatore a lungo termine (perche' cazzo, diciamocela tutta, quello e' il difficile).
Ogni tanto, amando io parecchi sottogeneri del punk, uno split del genere dove ce n'e' per tutti i gusti, non puo' che farmi piacere.
Non vi rimane che scaricare e ascoltare.
Vi anticipo gia' che non rimarrete delusi ne' dall'uno ne' dall'altro gruppo, in quanto entrambi dotati di un'ottima versatilita'.
Buon divertimento gente!
REN

.SCARICA IL CD.

.TRACKLIST.
01 - Pubblico Oltraggio - PXO
02 - Pubblico Oltraggio - Reject
03 - Pubblico Oltraggio - Dawn Of The New Hate
04 - Pubblico Oltraggio - Tin Soldiers
05 - Pubblico Oltraggio - Harassing Us
06 - Pubblico Oltraggio - War In Babylon
07 - Pubblico Oltraggio - Thinkin' Good
08 - Pubblico Oltraggio - Another Round
09 - Pubblico Oltraggio - Men At Work
10 - Pubblico Oltraggio - Domani E' Troppo Tardi (Riot Now)
11 - Pubblico Oltraggio - Rotten Generation
12 - Mess Mess Mess - Intro
13 - Mess Mess Mess - Confino Esiste
14 - Mess Mess Mess - Madness
15 - Mess Mess Mess - My Shit Stinks Better
16 - Mess Mess Mess - Governement Policy (Expelled Cover)
17 - Mess Mess Mess - Outro
18 - Mess Mess Mess - Clockwork Punk
19 - Mess Mess Mess - Fuckin' Real Life
20 - Mess Mess Mess - Murder Maniac
21 - Mess Mess Mess - Asshole Force
22 - Mess Mess Mess - On The Riverside

.CONTATTI.
Home Page Pubblico Oltraggio: http://www.pubblicooltraggio.tk/
MySpace Pubblico Oltraggio: http://www.myspace.com/pubblicooltraggio
E-mail Pubblico Oltraggio: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Home Page Mess Mess Mess: http://www.messmessmess.it/
E-mail Mess Mess Mess:
Fabio Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Silvia Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Plucio Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Etichetta: http://www.myspace.com/artriterecords

.CONDIVIDI.