puNk4free - [anarcoposer punk hardcore magazine]
Peacebreakers - [2009] Ready To Go Stampa
Recensioni
Scritto da REN   
Giovedì 04 Giugno 2009 13:00
Peacebreakers - [2009] Ready To Go
Peacebreakers - [2009] Ready To Go
(L'album e' stato rimosso su specifica richiesta del gruppo)
01 - Forse
02 - Scegliere
03 - Ready To Go
04 - Rabbia
05 - M'Immergo

Ascolto e scrivo stavolta a proposito di una band proveniente dalla mia stessa citta', Napoli.
La band si chiama Peacebreakers ed e' nata nel 2004.
Dopo aver sfornato due demo (Giorni, del 2006, ed Infezione, del 2007), i quattro ragazzi, ossia Cristiano (basso e voce), Marcello, Carmine (chitarre) e Giovanni (batteria), tirano fuori quest'anno la loro terza demo, dal titolo Ready To Go.
La demo e' composta da 5 pezzi, la maggior parte dei quali caratterizzati da un tipico sound punk rock all'italiana, talvolta mescolato all'hardcore melodico ed a un pizzico di reggae.
E non solo: il terzo pezzo, "Ready to go", sfiora un po' lo ska - punk dei Rancid, mentre "M'immergo", il quinto, e' ispirato alla musica dei Green Day, in particolare richiama il sound di uno dei loro ultimi album, American Idiot.
A questo punto aggiungerei che piu' che al punk rock, Ready To Go tende al pop punk (se cosi' posso definirlo, dal momento che tra i due generi non dovrebbe esserci la benche' minima appartenenza).
Se vogliamo essere obiettivi, direi che la musica di questi ragazzi ne ha di strada da fare, ma il ritmo e' carino (diciamo pure che riesce a rompere la pace come da nome) ed i testi pure, leggeri che siano (anche se in alcuni momenti le parole non vengono scandite bene per cui l'ascolto e la comprensione risultano un po' ostici).
Non amando particolarmente il genere, e soprattutto il fatto che si rifaccia comunque ad artisti tendenti al pop, Ready To Go non riesce ad entusiasmarmi particolarmente, tranne nel momento stesso che lo si ascolta: e' una di quelle demo divertenti e solari da portarsi in spiaggia nell'mp3, ma che da ascoltare alla lunga stancano un po'.
Per quanto riguarda la musica, non sapendo io suonare neanche il citofono, non posso dare un chissa' quale giudizio.
I pezzi sono ben registrati, l'unica nota stonata come ho pocanzi scritto e' che a volte non si riesce a cogliere appieno il significato di alcune parole.
Sui testi, dico soltanto che li ho trovati in linea di massima piuttosto leggeri, i temi anche.
La cosa che ho apprezzato pero' e' il fatto che questi ragazzi hanno in un certo qual modo dato un'impronta partenopea ad un genere american style, rendendolo personale ed attenuando cosi' quella sorta di "gia' sentito" che di solito caratterizza demo di questo tipo.
Nonostante io non impazzisca per il genere e la loro musica non abbia un messaggio incisivo, risultano comunque piacevoli da ascoltare: i temi socio-esistenziali che la band affronta vengono trattati si' con leggerezza, ma forse e' proprio per questo che nella maggior parte dei casi l'ascoltatore li ricorda, per il ritmo orecchiabile della musica.
Considerando poi che l'eta' media dei ragazzi neanche supera i vent'anni, questa terza demo e' gia' un bel passo avanti per sperare nell'inizio di una lunga carriera musicale.
REN

.ASCOLTA GLI MP3.

.PER L'ACQUISTO.
Potete acquistare il cd direttamente dallo space del gruppo.
Prezzo: 5 euro (spedizioni incluse).

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/peacebreakers
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.