-c

Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

VegFacile - Go Vegan!

Vegan Riot: la Rivoluzione ai Fornelli dal 2005!
Home
puNk4free - [anarcoposer punk hardcore magazine]
Duracel - [2009] La Fabbrica Dei Mostri Stampa
Recensioni
Scritto da rufiolo   
Martedì 04 Maggio 2010 06:00
Duracel - [2009] La Fabbrica Dei Mostri
Duracel - [2009] La Fabbrica Dei Mostri
01 - Di Nuovo Lunedi'
02 - Daria
03 - Novanta
04 - La Fabbrica Dei Mostri
05 - Canzone Per La Gente
06 - Caramella
07 - Timido
08 - Non Siamo Piu Amici
09 - Sfaticato
10 - Vieni Al Mare Con Me
11 - Largo Tempini
12 - Quasi Identici

Ostreghetta!
Noi di punk4free non vogliamo farvi mancare proprio niente, ed e' per questo motivo che oggi ci siamo spinti fino in Veneto, per recensire la Punk-Rock band piu' elettrica di tutta la scena italiana, loro ovviamente sono i Duracel, e anche se il nome e' alquanto demente, pare proprio che questa volta facciano sul serio con il loro ultimo lavoro La Fabbrica Dei Mostri.
Ci troviamo nel magico mondo di Ramones, Queers e Screeching Weasel, anche se probabilmente il paragone in assoluto piu' azzeccato e' quello con i miei pupilli Teenage Bottlerocket, entrati da poco nella grande famiglia Fat Wreck Chords, mentre se si guarda esclusivamente nel nostro piccolo paesino allo sbando, non si puo' far a meno di notare una marcata influenza di scuola Derozeriana.
Il punto di forza di questo disco e' semplicemente il fatto di suonare alla grande, l'ottima registrazione poi mette ancora piu' in evidenza un comparto sonoro ultra melodico, omogeneo e avvolgente della durata di 33 minuti. Convincente.
Gustosissimo Pop-Punk orgogliosamente italiano, tirato ad alti livelli come non sentivo piu' da qualche annetto, l'ascolto e' trascinante dall'inizio alla fine e tra l'altro, io ormai lo sto sentendo da due mesetti tra macchina, casa e i-pod, quindi posso dire tranquillamente di essermi bruciato il cervello perche' non mi sono ancora stufato.
I testi seguono uno linea molto semplice, i ritornelli super melodici spadroneggiano un po' ovunque insieme al senso di amarezza del tempo che passa, come "Largo Tempini", "Non siamo piu' amici" e sopratutto "Novanta" dove si concretizza quella sana nostalgia dei mitici anni 90, che ci portiamo dentro un po' tutti noi, orgogliosi membri di quella generazione di sfigati, quando le All-Star non erano alla moda e il Pop-Punk spaccava il culo.
Ed effettivamente un po' di nostalgia me l'hanno trasmessa pure a me sti stronzi, anche perche' il disco sembra proprio uscito dritto da quel periodo, anche se rivisitato e pompato in chiave attuale. Efficace.
Se poi c'e' una cosa che proprio mi piace sono le canzoni dedicate ad ex ed amiche di turno, Daria, Alice e Carlotta, quest'ultima tra l'altro con l'odiosissima fissa del Terrazzamare. Da sopprimere.
Quindi ricapitolando non troverete nessuna perla di raffinatezza compositiva nei testi, ma schiettezza e sincerita' sono garantite al 100%, come l'immancabile ironia nell'affrontare la vita o nel criticare le mode e la convinzione nel sostenere i propri ideali, vedi "La fabbrica dei mostri", "Canzone per la gente", "Caramella" e "Quasi identici", il tutto condito da molti elementi autobiografici.
A scanso di equivoci questa volta lancio anche un appello a tutte le mie amichette Hard/Grind-Core: Vi amo tutte e sapete cosa vi farei, ma girate alla larga che questa non e' roba per voi.
rufiolo

.ASCOLTA GLI MP3.

.PER L'ACQUISTO.
Il disco puo' essere acquistato in tutti i negozi di dischi oltre che su Interpunk, I-Tunes e IndieBox.

.CONTATTI.
Home Page: http://www.duracel.it
MySpace: http://www.myspace.com/duracelpunkrock
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Etichetta:
Home Page: http://www.indiebox.org
MySpace: http://www.myspace.com/indieboxmusic360
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


.CONDIVIDI.