-c

Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home
puNk4free - [anarcoposer punk hardcore magazine]
Cayman The Animal - [2011] Too Old To Die Young Stampa
Recensioni
Scritto da Sfascia Chitarre   
Venerdì 16 Dicembre 2011 05:00
Cayman The Animal - [2011] Too Old To Die Young
Cayman The Animal - [2011] Too Old To Die Young
01 - K.'s Rondo'
02 - Drinking & Shaving
03 - It's Up To You
04 - Here Comes The End Part I
05 - Message In The Butthole
06 - Cut You Open
07 - Too Old To Die Young
08 - Underneath The Cover
09 - The Quarter-Deck
10 - Keelhauling
11 - The Weirdest Answer Ever Given

Dato che siamo arrivati alla fine di questo 2011 ed e' tempo di bilanci, direi senza inutili premesse e introduzioni che questo che mi accingo a recensire e' sicuramente uno dei migliori dischi usciti quest'anno nel vasto panorama musicale italiano. E lo si capisce gia' dal primo pezzo o meglio lo si capisce ancor prima dalla copertina e dal titolo dell'album.
Sciogliamo l'enigma. Stiamo parlando dell'opera prima dei Cayman The Animal, Too Old To Die Young.
Un lavoro che dal primo ascolto si prefigura maturo e ricco di ottimi spunti musicali, colpisce la fluidita' e la dinamicita' dei pezzi e allo stesso tempo il forte impatto sonoro. Ma cosa piu' importante ed evidente e' la presenza di una certa originalita' che caratterizza tutte le tracce del disco; una qualita' ormai rara soprattutto nel filone musicale punk hardcore.
I membri della band hanno infatti un bel po' di anni di musica alle spalle e una certa esperienza e personalita' si sente sin dal primo pezzo. Si parte subito forte con "K's Rondo'", primo brano dell'album nonche' uno dei momenti piu' alti dell'intero lavoro. Controtempi, stacchi, ripartenze, riff che si inseguono fra loro rendono il pezzo coinvolgente e incisivo; il cantato di Diego si fonde perfettamente con la trama sonora imbastita da un'ottima sezione ritmica e dalle chitarre davvero travolgenti.
Merita poi una mensione a parte il video che accompagna questo pezzo, dove i nostri danno il meglio di se' mentre allegri vecchietti si dilettano nel gioco delle carte. Insomma i nostri vi danno un motivo in piu' per ascoltare questo pezzo e l'intero album.
Con "Drinking & Shaving" i tempi si dilatano oltre i tre minuti, ma il pezzo non stanca o perde potenza; questa seconda traccia si sviluppa infatti come un treno in corsa su binari di un ottimo post hc venato di rock'n'roll martellante. Granitico l'intro e ossessivo il finale.
Ottime melodie e notevoli spunti delle chitarre fanno da padroni in "Here Comes The End Part I", il pezzo ricorda un po' certo hc melodico di matrice statunitense su cui si staglia bene la voce di Diego, ancora una volta molto incisivo. L'ironico e divertente titolo del quinto brano "Message In The Butthole" cela dentro di se' un insistito punk rock che prende via via velocita' e potenza.
Arriviamo quindi ad altre due vette dell'album, una molto diversa dall'altra, a sottolineare la forza creativa e la capacita' di variare e spaziare tra linee e impianti sonori diversi. Se "Cut You Open" si basa su una struttura musicale articolata e perentoria, la title track invece fa della dinamicita' il suo punto di forza con quel Too old to die young ripetuto con veemenza che si pone a manifesto dell'intero album. Da un lato le chitarre sostenute e corpose che si fondono con l'incedere granitico della batteria e il cantato disperato e introspettivo, dall'altro la velocita' hardcore punk e l'impeto di chitarre e sezione ritmica che si fanno tutt'uno con la voce.
I nostri poi rilanciano la loro vena ironica e creativa con l'intro di un pezzo davvero ben sviluppato come "The Quarter-Deck", dove il punk incontra Moby Dick e i cori finali rendono il pezzo ancora piu' trascinante. E poi ancora l'intreccio di chitarre, aggrovigliate che si imbarcano in una nave che solca il mare in tempesta nel finale di "Keelhauling". Una nave in cui sono saliti i Television accompagnati dai Descendents, una nave piena di coraggio e sincerita' che esce fuori dagli schemi prestabiliti, dalle convenzioni per sfidare il mare che emette sentenze. "There's a whopping two possibilities: grow gills or die".
Se poi non vi sconfinfera minimante tutto quello scritto nelle precedenti righe penso che basti anche solamente la presenza di ex Ouzo e Ingegno all'interno del gruppo come garanzia sull'effettivo potenziale della band e sull'eccellente qualita' musicale del disco.
E per stavolta non si morira' giovani dopo una vita frenetica e forsennata. Si e' troppo vecchi per morire giovani.
Sfascia Chitarre

.SCARICA IL CD.

.VIDEOCLIP.
Cayman The Animal - K.'s Rondo'
Cayman The Animal - Drinking & Shaving (Live At CSOA Ex Mattatoio, Perugia, 15.01.2011)
Cayman The Animal - The Weirdest Answer Ever Given (Live At CSOA Ex Mattatoio, Perugia, 15.01.2011)

.CONTATTI.
Home Page: http://caymantheanimal.wordpress.com/
Facebook: http://www.facebook.com/pages/Cayman-The-Animal/159413274128671
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Etichetta Mother Ship:
Facebook: http://www.facebook.com/pages/Mother-Ship/157545730974927
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.