-c

Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home
puNk4free - [anarcoposer punk hardcore magazine]
Oltrelinea - [2012] La Costrizione Delle Forme Stampa
Recensioni
Scritto da fabio HC   
Lunedì 12 Novembre 2012 05:00
Oltrelinea - [2012] La Costrizione Delle Forme
Oltrelinea - [2012] La Costrizione Delle Forme
01 - L'Onda Dei Giorni
02 - Fredda E Soffocante (Inevitabile Decisione)
03 - Prevedibile
04 - Solo Loro
05 - Linea
06 - La Costrizione Delle Forme
07 - Fragile Tensione
08 - Dimensione D'Essere
09 - Vuoto Confine
10 - Breve/Intenso

Trento hardcore: una provincia non piu' impervia, divenuta oramai certa nel panorama underground, segnata da grandi gruppi hardcore tra i piu' diretti e cattivi di tutti i tempi.
Attrito, Grandine e Congegno spopolano su tutti, regalando ancora quell'attitudine del vero hc old school.
Non giriamo troppo intorno pancacci', perche' oggi andiamo a scontrarci col suono dei tre gruppacci sopra citati, dato che abbiamo alla chitarra, basso e voce quel pazzoide di Rupert degli Attrito ed a svolgere l'arduo lavoro dietro alle pelli il batterista ufficiale e ufficioso dei compagni Congegno.
Si parte subito con "L'Onda Dei Giorni", che col suo feedback iniziale e la potenza hc stile Indigesti fa da ottima apertura al disco solista. Subito si riconosce la voce taglientissima del camicioso Rupert, che accompagna spasmodicamente il puro basso che qua fa da padrone.
Ma arriviamo a riconoscere il sound tipico degli Attrito in "Fredda E Soffocante (Inevitabile Decisione)" dove la parolina indugio si fa sentire forte riaffiorando alla mente ricordi di "Indugio E Fermezza" (brano che gli Attrito l'ultima volta all'Honky Tonky di Seregno non hanno suonato e mi ha particolarmente fatto incazzare). Tocchiamo la velocita' propriamente hardcore con "Solo Loro", dove viene rievocata in soli ventisette secondi la repressione poliziesca.
La title-track e' il pezzaccio del disco, mitomane e pazzesco in ogni suo frangente, dove nel refrain relativamente tranquillo si scoprono gli spazi melodici propri del loro sound. Sebbene la sezione percussiva e' affidata in altre braccie, il suono originario dato dal cantante non si perde mai e regala sempre al pezzo qualcosa di unico. Poi io sono malato di questa voce folle, da delirio, che in "Dimensione D'Essere" ti trascina ancora piu' della batteria saldamente ancorata all'incazzatura piu' dura.
Dieci brani spaccaossa insomma, dai quali mi aspettavo proprio questo: cattiveria, ribellione e sano hardcore ideale. Questi sono gli Oltrelinea, che mantengono la matrice Attrito ma riescono comunque a spaccare sempre piu'. Poche parole per presentarli, e' vero, ma questi sono album da non molte parole e che, appunto, richiedono solo di essere ascoltati appieno. In allegato avete pure i testi.
E ricordate. A Saronno, gli Attrito hanno fama di far cadere il teLOS quando suonano loro. Figuratevi ora che ci sono anche gli Oltrelinea. Oi!
fabio HC

.SCARICA IL CD.

.PER L'ACQUISTO.
Per chiunque fosse interessato ad acquistare il disco scriva direttamente a Rupert: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .
I ricavati di questo disco andranno a sostegno di chi e' nemico dell'oppressione nelle sue varie forme.

.CONTATTI.
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.