-c

Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home
puNk4free - [anarcoposer punk hardcore magazine]
Call The Cops & Random Blackouts - [2014] Split Tape Stampa
Recensioni
Scritto da Joel   
Venerdì 11 Aprile 2014 09:00
Call The Cops & Random Blackouts - [2014] Split Tape
Call The Cops & Random Blackouts - [2014] Split Tape
01 - Call The Cops - Call The Cops
02 - Call The Cops - Gun'n'Knife
03 - Call The Cops - They Believe
04 - Call The Cops - Fuck Your Sexuality (Literally)
05 - Call The Cops - Wasting My Time
06 - Call The Cops - Drugs Take Time
07 - Call The Cops - Ode To Riot
08 - Random Blackouts - Nightmare Echos
09 - Random Blackouts - Revelations
10 - Random Blackouts - They Feed Your Ignorance
11 - Random Blackouts - The Witch Is Dead
12 - Random Blackouts - Fuck The Lot Of You!

Si son fatti attendere parecchio, a parte un piccolo assaggio con i pezzi del promo, ed eccoci finalmente con l'esordio dei bolognesi Call The Cops che si portano appresso i berlinesi Random Blackouts, con cui dividono questa cassettina dal contenuto grezzo e e rozzo come tanto ci piace.
I Random Blackouts, dal canto loro, si presentano con i cinque brani gia' rilasciati (almeno in forma digitale) nella demo d'esordio.
Gia' dalle grafiche cupe ed essenziali e' possibile intuire il suono proposto da entrambe le band, molto simili da questo punto di vista, grazie ad una proposta punk hardcore contaminata da crust/d-beat di matrice inglese con tematiche anarcopunk, insomma sono ben presenti le derivazioni crassiane.
Aprono le caotiche danze i Call The Cops con sei schegge ed una bella ballata, tre pezzi recuperati dal suddetto promo Battle // Tour ovvero "Gun'n'Knife", "They Believe" e "Wasting My Time". Registrazione perfetta ma c'era da aspettarselo, i quattro non sono alle prime armi visto la militanza pregressa in altre realta' emiliane nonche' una buona dose di live dei Call The Cops in giro per l'Europa. Il suono e' volutamente sporco e tagliente in fase di esecuzione, esaltato ancor di piu' da una produzione impeccabile che manifesta al meglio tutta la potenza e rabbia del gruppo.
Si inizia con un inedito pezzo "Call The Cops", musicalmente violento e veloce con tratti distorti ed un urlato che esprime bene l'intuitivo tema trattato; dopo un breve attimo di respiro affidato a Luigi Preiti arrivano due belle mazzate che da sole valgono l'apprezzamento per il gruppo, con "Gun'n'Knife" valorizzano tutto il loro immenso potenziale e quando pensi che poco possano aggiungere ecco che parte l'incalzante "They Believe".
Non si attenua il furore nemmeno nei pezzi successivi fino ad arrivare alla conclusiva "Ode To Riot" una pacata, per quanto possibile, ballata che proprio non ti aspetti e che regala una sterzata improvvisa al dischetto, un gran colpo di genio poco da dire!
I Random Blackouts han l'arduo compito di non sfigurare rispetto ad i Call The Cops, nonostante una registrazione piu' scarsa ed ovattata i tedeschi lasciano buone impressioni. I cinque pezzi della loro proposta si attengono a canoni musicali piu' classici e sicuramente meno sorprendenti ma, tutto sommato, tracce come "Revelations" e "They Feed Your Ignorance" sono coinvolgenti.
Insomma anche la loro prova ha una buona presa nell'ascoltatore che, con ogni probabilita', pero' consumera' maggiormente il lato Call The Cops della tape.
Che aggiungere: scaricate, ascoltate e supportate queste due band che se lo meritano parecchio!
Joel

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.

.CONDIVIDI.