-c

Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home
puNk4free - [anarcoposer punk hardcore magazine]
K//19 - [2018] Total Collapse Of Society Stampa
Recensioni
Scritto da Joel   
Lunedì 25 Marzo 2019 10:00
K//19 - [2018] Total Collapse Of Society
K//19 - [2018] Total Collapse Of Society
01 - T.C.O.S. (Total Collapse Of Society)
02 - Egocracy
03 - Never Racking Life
04 - Bomb Raid
05 - T.V. (Total Void)
06 - Final Void (Raw Noise Cover)

Iniziamo dalla scelta del nome per comprenderne il significato.
K//19 deriva dal film indipendente K-19: The Widowmaker (da cui e' tratto anche l'intro di questa demo); la trama e' ispirata ai fatti realmente accaduti al sottomarino nucleare russo K-19.
E fin qui niente di strano.
Il K-19 e' il primo sottomarino equipaggiato con missili nucleari balistici costruito per combattere il capitalismo americano ma, fin dalla sua costruzione, e' rimasto famoso per le vittime che ha contribuito a causare tra i sovietici tanto da essere soprannominato la fabbrica di vedove. Vittime che nella sua prima missione furono ben 28, sacrificio avvenuto per evitare la fusione in seguito ad una avaria ma che espose i marinai alle radiazioni letali.
Terminata la lezioncina di storia passiamo al concetto alla base del nome usando le parole stesse del gruppo: "[...] il concept nasce appunto da un mix di sensazioni contrastanti cui la storia fa capo, rivediamo molto un K-19 in tante persone che vogliono combattere il capitalismo e tutto cio' che ne deriva, mentre e' proprio dentro di ognuno di loro che la guerra da combattere e' in corso." Spiegato cio' meritata standing ovation per i K//19.
Passiamo a qualche info sulla band, nati a Cagliari nell'Agosto di quest'anno e composti da Riki-voce, Leo-chitarra (Stigmatized), Pietro-basso (Astio Notturno) e Manu Punx-batteria (Garrotta), i K//19 sono dediti ad un crust/d-beat nell'accezione piu' classica del genere, non cercano originalita' ma un suono collaudato di chiara matrice anni '80/'90.
Nel complesso un lavoro crudo, estremo, brutale e di impatto.
Detto questo cio' non significa che i quattro siano scarsi nell'impugnare gli strumenti, anzi la tecnica e' di ottimo livello e qua e la sono espressi in buoni e tamarrissimi riff e assolini di chitarra, la sezione ritmica sempre precisa e serrata mentre la voce e' pressante e presente nonostante costantemente urlata per tutta la durata di Total Collapse Of Society.
Insomma il disco pur non andando alla ricerca di nulla di nuovo ha il suo bell'impatto e merita di essere ascoltato soprattutto se siete cultori del genere, certo non vi aspettate qualcosa di nuovo anzi probabilmente vi lascia quel sapore di gia' sentito, poco importa soprattutto ad i K//19 che raggiungono appieno il loro obiettivo: "[...] esigenza di continuare a perpetrare un fondamentalismo puramente RAW d-beat da tempo snobbato e rimasto nei cantieri dei pochi manovali del genere".
Nell'attesa di un seguito piu' lungo godiamoci questo quarto d'ora fino in fondo!
Joel

.SCARICA IL DISCO.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/k19crust/
Bandcamp: https://k-19.bandcamp.com/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.