puNk4free - [anarcoposer punk hardcore magazine]
Pressa - [2021] Nero Fumo Stampa
Recensioni
Scritto da Ms_Antrophy   
Lunedì 07 Giugno 2021 10:00
Pressa - [2021] Nero Fumo
Pressa - [2021] Nero Fumo
01 - Moscone
02 - Immortale
03 - Nero Fumo (Feat. Bario)
04 - Cv E Dintorni
05 - Lacrime Di Ferro
06 - Non Dormiro' (Feat. Stefano)
07 - Consapevolezza
08 - Pogo
09 - Mr. Bin (Feat. Claudia)
10 - Cuore Diviso

Vivere e nascere nella periferia romana, all'ombra della mondanita' e dello sfarzo papalino, ti permette di non farti appannare dai menestrelli incravattati che bramano gli appalti come un bambino davanti al negozio di caramelle.
Chi nasce in periferia sa, di che male deve morire, sa da che parte non deve stare e sa che i politici che si susseguono alla poltrona cambiano idee come cambiano le stagioni, ma sanno che il loro comune denominatore e' spolpare il piu' possibile l'uomo dei suoi valori fondamentali per creare automi senza arte ne' parte.
La persona che viene dalla periferia sa che deve guadagnarsi tutto col sudore e col coltello tra i denti, ma sa pure che nelle persone piu' fragili il politicante puo' manipolarlo con vane promesse argentate.
Si sceglie cosa si vuole essere e dove voler stare, cosa perdere e cosa seguire.
I Pressa con il loro Nero Fumo portano uno sguardo sulla loro citta' Civitavecchia, neorealisti in chiave moderna, urlano a squarciagola dentro un microfono la loro rabbia e non rassegnazione contro il potere che vuole "inquinare" le vite e la citta', che ai bordi dei marciapiedi gioca a scacchi con le vite delle persone.
Il progetto dei Pressa nasce nel 2018 e con il loro ep d'esordio Irresponsabilmente si sono fatti notare sin da subito portando nel panorama underground il loro stile personale musicale che ha radici nello street punk Oi!, veloce e critico, corale e a muso duro.
Nero Fumo e' il loro album di debutto, che aveva una data gia' fissata al primo Febbraio, ma per la scomparsa di Claudia Acciarino - attiva in co-produzione del disco, featuring in "Mr. Bin", amica e sostenitrice dei Pressa, nonche' figura dell'underground romano multiforme - l'album e' uscito a Marzo nel 2021. Partendo dal l'artwork di copertina curata da Zerocalcare, mostra perfettamente cosa andremo ad ascoltare sia a livello concettuale che musicale.
Registrato al Hombre Lobo Studio da Valerio Fisik, questo album e' frutto di una collaborazione di co-produzione di ben 9 label diy underground (Berghem Youth Crew, Spazio Anarchico Lunanera, Wilde Attitude Perugia, Rumagna Sgroza, Tuscia Clan, Inferno Store, Alternative International Movement Roma, Lanterna Pirata, Ostia Records).
Nero Fumo si descrive in undici brani che corrono impetuosi, costruiti su ritmi ostinati e rapidi, linee vocali incisive e vorticose, linee strumentali infuocate che attraverso lo street punk e l'hc old school trova la sua massima espressione. Portano alla ribalta il disagio e la rabbia della provincia, danno voce a coloro che vivono lo stesso schifo, a chi respira l'aria tumefatta del capitalismo ogni santo giorno, contro i politici che usano il territorio come carne da macello, costruiscono buchi neri sociali.
Senza far sconti a nessuno, e' un album forte e coraggioso, una coesa coralita' che pervade per tutto l'album ed e' resa piu' forte grazie alle collaborazioni presenti, rimarcando ancor di piu' il senso di condivisione con gli altri.
Andiamo per gradi, anticipato dal singolo "Nero Fumo" che da il nome all'album troviamo la prima collaborazione con Riccardo Bario, del Comitato No al Fossile Civitavecchia, un corale assalto tra riff vividi e parole al vetriolo; "Non Dormiro'", vede la collaborazione di Stefano Vitali, voce dei miei conterranei IRA, un brano dove la velocita' e l'irriverenza del hc punk old school incontra lo street punk critico e acidulo, in un connubio simbiotico e di impatto; e le "urla" di Claudia in "Mr. Bin", dove l'unione della coralita' alle urla di ghiaccio di Claudia unite al ritmo infuocante e incalzante del brano accrescono di impatto e vibrano fino all'ultima vertebra della schiena.
Mostrando sempre una sfacciata e critica scrittura l'album si fissa su tracce piu' o meno tutte direzionalmente corali e impetuose, che nei brani come "Immortale" e "Moscone", mostrano una facciata irriverente e dimostrano di saper dosare tutte le compagini senza cadere nella banalita' del suono proposto.
E' un disco che mi ha colpito proprio perche' e' diretto e non fa sconti, arriva tumultuoso dicendo cose che vorremmo dir noi, ma che a volte abbiamo "paura" di dire.
Verace, genuino, ostinato. In un momento come questo che ci stiamo rialzando da mesi "carcerari" e' quella scintilla che brilla in mezzo a tanta distruzione e in mezzo a tanto silenzio forzato.
Consiglio agli ascoltatori di Obscene Revenge, Nabat, Razzaparte di non perdersi questo album.
Ms_Antrophy

.ASCOLTA IL DISCO.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/pressastreetpunk/
Bandcamp: https://pressastreetpunk.bandcamp.com/
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCSBVUWIdMT3a49omFdwh3Cg/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.