-c

Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home
puNk4free - [anarcoposer punk hardcore magazine]
Total Recall - [2021] Always Together Stampa
Recensioni
Scritto da Ms_Antrophy   
Lunedì 26 Luglio 2021 10:00
Artista - [Anno] Album
Total Recall - [2021] Always Together
01 - Thirst For Blood
02 - Zeitgeist Paradise
03 - Shrine Of Pain
04 - Seas Of Illusion
05 - Poison Flow
06 - Never Again
07 - Always Together
08 - Knife Cut Brain
09 - Emptiness Disgrace

Come l'araba fenice rinasce dalle proprie macerie, nell'atto umano di rialzarsi dopo un grande dolore, per ricomporsi piu' forte che mai. E' il caso dei Total Recall, che nell'archetipo dell'araba fenice, almeno secondo me, trovano la giusta corrispondenza metaforica.
Band milanese di recente formazione ma non sono in realta' dei novellini del panorama underground milanese.
Gia' in pista da anni con precedenti esperienze (K-Again, Traces Of You, Rise Above Dead), dopo un ep pubblicato lo scorso anno (Wooden Scars) sono tornati nel panorama underground con il loro full length di debutto, Always Together, pubblicato lo scorso 16 Luglio sotto la 1054 Records e la Rising Nemesis Records.
Interamente dedicato a Massimo Bianchi, fratello di vita e di progetti condivisi assieme (K-Again, Traces Of You, Embrace Destruction) prematuramente scomparso. L'essenza di Massimo aleggia per tutto il disco anche sotto il profilo musicale in quanto sono i generi che Massimo prediligeva, si passa dal hc beatdown, sparato a molla, ad accenti post hc e nu metal.
Registrato agli SPVN Studio sotto la supervisione di Stefano "Orkid" Santi. Always Together e' descritto in nove brani che ripercorrono a grandi linee i dettagli musicali di Wooden Scars.
Hardcore beatdown roccioso e fluido costruito su riff rozzi, mastodontici e ciclici blastbeat e voce gutturale infuocata.
"Thirst Of Blood", e' la ghiotta apripista dell'album, un brano massiccio che mostra sezioni piu' fluide e downtempo sporchi. "Shrine Of Pain", brano cadenzato dove i riff di chitarra e basso si allineano alla voce che furiosa morde come un anaconda, alterna innesti deathcore roventi a linee hardcore punk dense.
"Never Again", e' un brano sodo, presenta dei breakdown infuocati che esplodono in linee di chitarre precise e acuminate, un assetto brutale virando in dei segmenti vicino ad accenti nu metal. "Poison Flow", brano che ha anticipato l'uscita dell'album, poggia su perpetui blastbeat e riff sporchi, collocandosi tra metal e punk hardcore, rappresenta appieno il punto esatto dell'impatto musicale che i Total Recall riescono a portar fuori dalla propria musica.
In sintesi, questo debutto mostra senz'altro una certa maturita' artistica in rispetto al precedente lavoro, ed e' forte di una coesione tra i membri sotto il profilo umano e musicale. E' un album che scorre violento e senza sconti.
Solido ed eclettico, l'aver puntato su soluzioni groove moderne non rende l'album noioso e scontato, anzi riesce a dargli quel mix tra svariati generi musicali che non subisce l'effetto minestra ma riescono a infliggere smalto e il giusto tiro sonoro.
Pervade per tutto l'album una sorta di stato d'animo quasi sospeso, tra passato e presente, tra i ricordi e la quotidianita', tra l'essenza e la presenza, per non soccombere mai all'oblio di ogni dipartita terrena.
Consiglio agli ascoltatori di Madball, Desolated, Hatebreed di non perdersi assolutamente questo album.
Ms_Antrophy

.ASCOLTA IL DISCO.

.CONTATTI.
Home Page: http://www.totalrecallhc.com/
Facebook: https://www.facebook.com/TotalRecallHardcore/
Bandcamp: https://totalrecallhc1.bandcamp.com/
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCgVL02wd44dzTDKQdAzDGzA/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.