Riot Squad - [2021] No More Fun Stampa
Recensioni
Scritto da Ms_Antrophy   
Lunedì 21 Giugno 2021 10:00
Riot Squad - [2021] No More Fun
Riot Squad - [2021] No More Fun
01 - I Want My Youth Back
02 - Before Death Starts Looking In Your Eyes
03 - Defend Your Clan
04 - Burden
05 - The Others
06 - Anything Of All We Had Inside
07 - We Will Be Kissed By The Light
08 - Woe To You
09 - We Can Only Rip Out The Time
10 - Special Secret Show
11 - Just Money, Just Violence
12 - Well Done
13 - No More Fun
14 - Outro (Feat. Lou Drusian, Methedrine)

L'unione tra un approccio DIY e la ricerca di un suono puramente old school, attitudine ostinata che grida liberta', velocita', urla pregne di dissenso verso tutto cio' che in questa societa' distrugge con il terrore e la violenza intellettuale e fisico, hanno reso i Riot Squad un fiore all'occhiello del punk hardcore italiano made in Ferrara.
Avevo gia' avuto modo di recensire la loro produzione musicale in occasione del loro secondo lavoro (Virtue CanShine, 2020), trovando un gruppo unito molto maturo nella loro integrita' sia sul profilo del suono proposto sia attitudinale, con le idee chiare, capace di costruire flussi sonori incisivi ed impetuosi, vibranti e senza mostri clicheistici, falene in una notte d'Agosto.
Attivi dal 2007, nel corso degli anni hanno saputo trasmutarsi da una tribute band dei Bad Brains ad essere una punta di diamante del punk hardcore romagnolo, con membri che provengono da precedenti esperienze con gli Impact, Death On/Off, Yes, We Kill!, Overdrive Banzai, Madhouse ed Accidia, un anno dopo sono tornati con un nuovo infuocato lavoro, No More Fun, uscito il 16 Maggio 2021. Veloce e diretto, in quattordici brani intensi descrive se stesso, alternando brani punk rock dall'appeal fresco e classico al punk hardcore con echi punk'n'roll, costruendo i brani su linee di basso piu' incisivi e saturi, linee di chitarra piene e virtuose, alternandosi ad assoliche non snaturano il suono che rimane diretto e underground, linee batteristiche precise e semplici, tutto sottolineato dalla voce che e' piu' marcata rispetto agli album precedenti e piu' abrasiva.
"I Want My Youth Back", e' un goloso antipasto dell'album, e' un brano che vive di cambi ritmici repentini che oscillano dal punk classico al punk hc. Correndo dirompenti dentro brani costruiti sul binomio caustico basso-chitarra come "Before Death Starts Looking In Your Eyes", incisivo e scalpitante.
"Defend Your Clan", costruito su linee di chitarra, basso e batteria, che la voce, abrasiva spezza le linee strumentali. "Burden" e "The Others", tracce irruenti come mine, tra grida e giochi fluidi sonori tra basso-chitarra e batteria, scalpitante e sistematica.
"Anything Of All We Had Inside", 37 secondi di flusso sonoro composto da riff di chitarra e basso, linee precise di batteria e voce urlata. "We Will Be Kissed By The Light", brano corposo dove i riff di chitarra e basso si incorporano a linee batteristiche incisive che avvolgono la voce rauca e urlata. Un occhio di riguardo lo meritano anche l'ultima parte dell'album dove troviamo tracce che oscillano tra punk - punk'n'roll ("Special Secret Show", "Just Money, Just Violence"). La title track "No More Fun", pulsante e sfacciatamente old school si direziona veloce, costruita su riff diretti e virtuosi, in segmenti incessanti dove chitarra e batteria viaggiano assieme, le urla assumono piu' enfasi e corposita' che mai.
"Well Done", un brano punk rock serrato e filato, dimostra come il gruppo sappia comporre brani diretti e corposi senza abbassare il tiro rispetto a brani piu' vorticosi e imponenti. Conclude l'album "Outro" dove vi e' un ospite Lou Drusian dei Methedrine, brano dove i ritmi costruiti su riff e linee decise si incontrano con la voce di Lucio, caustica e densa, a creare un brano mesto e compatto.
In conclusione, fregandosene di pubblicare album costretti da un canone preciso, i Riot Squad (Manto - voce, Vito - chitarra, Janz - basso, Joe - batteria) tornano sul luogo del misfatto con un album infuocato, libero, deciso con quattordici brani uniti da un leit motiv il punk e l'unione e coesione del proprio collettivo, della propria scena, contro il nemico logoro che ha la faccia del potere e di quella fetta di musica, di plastica e modaiola.
E' un album che non ha segmenti sottotono o banali, ogni brano e' coinvolgente in cui si apprezza come il gruppo voglia mostrarsi sempre fedeli a se' stessi e senza soccombere mai alle logiche di mercato. Corale, diretto e incisivo, No More Fun piacera' non solo ai fan del punk hc della vecchia scuola, ma a ognuno di noi che, abbia trovato una seconda famiglia nel punk hardcore.
Consiglio agli ascoltatori di Black Flag, Ramones, Raw Power di non perdersi assolutamente questo disco.
Ms_Antrophy

.SCARICA IL DISCO.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/riotsquadbadbrainstribute/
Bandcamp: https://riotsquad1.bandcamp.com/

.CONDIVIDI.