8 Per Mille: Per La Prima Volta Scendono Sotto Il 30% Le Scelte Per La Chiesa (di UAAR) Stampa
Varie
Scritto da sberla54   
Martedì 24 Agosto 2021 10:00
8 Per Mille: Per La Prima Volta Scendono Sotto Il 30% Le Scelte Per La Chiesa
8 Per Mille: Per La Prima Volta Scendono Sotto Il 30% Le Scelte Per La Chiesa (di UAAR)

https://blog.uaar.it/2021/08/05/per-mille-per-prima-volta-scendono-sotto-30-scelte-per-chiesa/

UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti)

Per la prima volta le scelte esplicite per la Chiesa cattolica scendono sotto il 30%, passando dal 31,80 (che era gia' il minimo storico registrato) al 29,03%. Nel 2020 (anno cui si riferiscono i dati - provvisori - appena diffusi dal Mef) i contribuenti che hanno firmato per la Chiesa sono passati da 13.156.156 a 12.056.389. Aumentano contestualmente di un milione le firme in favore dello Stato.

"Probabilmente in questo 'travaso' dalla Chiesa allo Stato" (che e' passato dal 6,83% al 9,16% delle scelte espresse) "ha giocato un ruolo importante la possibilita'" (concessa proprio lo scorso anno per la prima volta) "di scegliere direttamente una tra le 5 destinazioni d'uso dell'8xmille statale" (calamita' naturali, fame nel mondo, assistenza ai rifugiati e ai minori stranieri non accompagnati, conservazione dei beni culturali, edilizia scolastica), valuta Roberto Grendene, segretario dell'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (Uaar). "In particolare poter scegliere 'Edilizia scolastica di proprieta' pubblica' potrebbe aver fatto la differenza: tanti concittadini ritengono la scuola pubblica un valore da difendere e il vincolo di destinazione ai soli edifici di proprieta' pubblica potrebbe aver tolto dubbi riguardo a possibili dirottamenti verso le casse e i patrimoni delle curie". "L'aumento" - prosegue Grendene - "e' avvenuto peraltro nonostante governo e Mef non facciano alcuna seria campagna pubblicitaria in favore della destinazione statale. D'altronde ci saremmo aspettati almeno una conferenza stampa per annunciare la buona novella che i contribuenti hanno dato fiducia allo Stato nelle dichiarazioni 2020 con l'invito a fare ancora meglio nel 2021. E invece tutto tace".

In virtu' del meccanismo per cui le quote non espresse - quelle che non vengono destinate, perche' il contribuente non firma ne' per lo Stato ne' per una delle confessioni religiose che ha accesso ai fondi - sono comunque ripartite in proporzione alle firme ottenute, il balzo in avanti dello Stato e' peraltro ancora piu' consistente, passando dal 16,58 al 22,62%, per un aumento in termini di denaro che puo' essere stimato attorno ai 70 milioni di euro.

"Certo" - commenta Grendene - "se questo perverso meccanismo non ci fosse, come da sempre auspicato dalla nostra associazione, e i fondi derivanti dalle scelte non espresse restassero nelle casse dello Stato, come peraltro molti contribuenti pensano, la cifra che lo Stato avrebbe a disposizione sarebbe ben piu' importante. Perche' non bisogna dimenticare che e' grazie a questo meccanismo di ripartizione che, con il 30% delle firme, la Chiesa incamera circa il 70% dei fondi: circa un miliardo di euro".

Maggiori informazioni: https://www.uaar.it/uaar/campagne/occhiopermille/

.LINKS.
Fonte: 8 Per Mille: Per La Prima Volta Scendono Sotto Il 30% Le Scelte Per La Chiesa (di UAAR)
Home Page UAAR: http://www.uaar.it/
Facebook UAAR: https://www.facebook.com/UAAR.it/
Twitter UAAR: https://twitter.com/UAAR_it/
YouTube UAAR: http://www.youtube.com/user/uaarit/

.CONDIVIDI.