Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front

Top 100 Joomla

Clicca qui per votare
www.joomla.it
Home Testi Ingegno - Il Visionario
Testi
Ingegno - Il Visionario Stampa
Testi
Scritto da Pierkna   
Giovedì 10 Giugno 2010 11:16
01 - Torna Alla Mente
Sento un lamento, ho visto uccidere incatenato, nel silenzio allontanato... dimenticato per sempre. Della vita il freddo ansimante, il cuore riempito da un urlo di rabbia straziante... ancora un sospiro. Non e' piu' tempo di stare a guardare chiusi in noi stessi. La vita colmata interrompe un silenzio durato ormai anni. E' un lancinante vento, che intriso nelle mie paure ora, non posso piu' fermare. Guardo intorno, mi vedo tremare, cerco la luce. Non sento l'odore che prima era vita, ricordi ormai infranti. Non vi sento piu' incidere nei miei pensieri, e non immagino la fine di questi giorni. E tutto di fronte a me mi avvolge. E tutto di fronte a me si oscura. Torna alla mente un immobile istante vissuto senza colpa. La nostra coscienza e' al di fuori di tutto. Al di fuori di tutto.


02 - Memorie Di Liberta'
Cosa rimane oggi del sogno che uomini, nell'ora piu' tarda della notte sovente hanno vegliato al lume di un ideale, e il coraggio di vivere ai figli rivelato? Come un soffio di vento la liberta' abbiam cercato, un fascio arso di luce, luce della speranza. Un giorno mio padre mi disse: aiuta il piu' debole. Mi ricordo ho dovuto uccidere. Ho odiato per liberare una donna dal dolore, ho urlato per aiutare un uomo a correre, a scappare. Le stesse mani prima sporche di terra e poi bagnate dal sangue, come un solco nella pelle. E ancora, il ricordo di un giorno lontano e' un segno, un'immagine fissa negli occhi. E ormai il tempo cancella e spenge le ultime fiamme di una memoria di gesta perdute. Lontano e' il ricordo di chi combattendo e' morto per mano di un uomo. Lontano il ricordo di una conquista proibita, di una memoria negata.


03 - Il Visionario
Gia' disonorato, non rimane che solo il nome, e' un culto tramontato, e' gloria ormai svanita. Le statue divelte giacciono sopra i campi, siamo angosciati dal vuoto, un attesa nel vuoto. Ridotti al silenzio della morte. Derisi dall'eco delle bombe. Fedelta' in qualcosa, e' la forza che spinge il cuore, e' fonte armoniosa. Nel fascino esaltato dell'utopia a regime, che c'era di sbagliato? E' solo rabbia, deplorando di non trovare un senso comune. E' solo rabbia, trascurando l'essere umano per l'astrazione. L'ultimo scontro fu sfuggire alla condanna della propria creazione, occupando un posto d'eccezione. Nelle strade gia' percorse, dove la sola traccia rimasta e' la terra smossa delle bombe.


04 - Un inverno Senza Fine
Attimi trascorsi ad osservare da dietro una vista distante, una vita che abbiamo da sempre sognato. Tramonti lontani, costretti a guardare... ne' la speranza ci da ancora conforto. Ci portarono via in un solo momento, non avremo rivisto le facce di chi ci sta ancora aspettando. L'incontro di sguardi nostri che vivono dietro un confine, ed un solo pensiero che a volte ci ha fatto sentire vicini. Ci avranno pur tolto la voglia di amare, la voglia di restare, di vivere anche senza nessuno. Non dispiacerti. Ti giuro ogni giorno che passa rimango a te qui vicino. Ricordo un amico. Ricordo un compagno che non ha trovato la forza. E ogni istante trascorso qui dentro rimpiango una vita che ci hanno rubato. Un tormento che non lascia spazio a speranze, per noi non ci saranno piu' giorni. Il silenzio degli anni che passano. Solo il silenzio degli anni che passano.


05 - Spirito Fiero?
Le tue grida confuse nel vento, le grida di uomo segnato dal tempo, segnato dal sigillo della fede. Dal niente padrone di un regno, cosi' forte l'incarnazione del sogno, come leggenda le tue imprese. Spirito fiero e incorruttibile che invoca la meta, il tuo mito continua a splendere? Persi i contatti col resto del mondo, cavalcando la vita eterna. L'acqua di un fiume che bagna il tuo corpo, ancora un ultimo pianto ti aspetta. Spirito fiero e incorruttibile che invoca la meta, il tuo mito continua a splendere? Spirito fiero in un esilio frainteso. Risveglio, fermarti a guardare ti abbatte, il mare, il buio, la notte. Lasciarti piegare e annegare, la via del ritorno si infrange. Seguire le brame di un fuoco che arde, fatua promessa di un uomo che stende la mano. E' un viso straziato in un giorno al tramonto... in un giorno al tramonto. E volerai, coi tuoi pensieri. E sognerai, con i tuoi occhi... libero per sempre.


06 - Diario Di Una Scelta
Approdo alla lotta, ho gia' militato e fu cieca la voglia. Fu un andare troppo lontano, verso l'estremo, verso l'oscurita'. E invano ricerco nella ragione, e' la passione che trasforma, e' la passione che tutto trasforma. Il cuore raccolse se' stesso, i suoi frutti precoci. Il cuore raccolse se' stesso, i suoi figli piu' atroci. Non sembra arrivare quel limpido canto, svanisce col vento. Troppi frammenti, non posso indugiare e' ormai ora di agire. Nei brandelli d'orgoglio cerco il traguardo e ritrovo battaglie lontane. Cruciale l'aiuto che essi mi han dato, l'aiuto ad un uomo assediato. Invano cammino nell'agonia, e' l'ipocrisia che tutto ha svelato, l'ipocrisia che tutto ha svelato. Adulare un sollievo per cio' guadagnato e' un vortice senza peccato. Accecato da un pallido spettro interiore corroso di disperazione. Prima del bene fu l'indignazione che mi spinse a cercare. Un moto dell'animo, un sentimento, una volonta' di cambiare le cose.


07 - Parentesi (Hidden Track)
Guarda avanti e vai, il tempo passa cosi' in fretta. Non pensare che, la nostra strada e' poi distante. Segui il tuo istinto, qui c'e' molto per te. Se provi a cambiare sentirai paure e rimorsi lontani. Lascia, davanti a te cio' che ti appartiene. Ritrova, in quello che fai il coraggio di andare avanti. Dell'indifferenza il muro che crolla, da uno spiraglio un raggio ti avvolge. Voci latenti ripetono cio' che sapevi, e non volevi trovare una via d'uscita da questa vita. Lascia, davanti a te cio' che ti appartiene. Ritrova, in quello che fai il coraggio di sopprimere ogni tua colpa. Quello che non sei piu', quello che non c'e' stato, un incontro mai avvenuto e da sempre dimenticato. Riaffiora alla mente il ricordo di questa identita'. Ancora alle spalle i rimpianti di una vita vissuta senza amore.



.CONDIVIDI.