Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front

Top 100 Joomla

Clicca qui per votare
www.joomla.it
Home Testi Un Quarto Morto - Il Dono Della Sintesi
Testi
Un Quarto Morto - Il Dono Della Sintesi Stampa
Testi
Scritto da Pierkna   
Lunedì 08 Agosto 2011 11:18
01 - In costante affanno
No, non penso che resistere sia irrilevante ma ho difficolta' nell'affrontare cio' che ho davanti.
Le aspettative intorno a me quasi mai sono mie, niente per cui combatterei un solo giorno.
Non c'entra la volonta' né i muscoli, immerso in una realta' deumanizzante.
Ho dato il meglio che avevo, si e' perso nel vuoto: ceneri al vento, so gia' per certo che ormai non le riavro'.


02 - Il Disfattista
Getti via la chiave del cassetto dove hai riposto tutti i tuoi sogni.
Speri che arrivi per te il giorno in cui tutto cambiera', ma prima di abbattere devi costruire:
non si puo' pensare che in balia degli eventi giunga la sorte a salvarti dagli affanni.
Lasci che i tuoi guai ti logorino senza reagire mai! Tu adori perdere senza battaglie: a te piace, invece a me no.


03 - Boria
Trapeli arroganza e disprezzo. Un giudizio su tutto, una coscienza che splende assieme a te:
ma non ti rendi conto che usi un parametro errato con il fine di giustificare certe tue parole sbagliate.
Se penso di aver toccato il fondo tu mi dimostri che c'e' di peggio: l'immoralita' fatta carne.


04 - Riscattare Le Macerie
Focalizzare nitidamente ogni dettaglio per poi sapere dove colpire.
L'efficacia non contempla la casualita', mai.
Abbattere per ricostruire: un ciclo senza fine che non si arresta ora.


05 - Il Mio Turno Per Tacere
-Strumentale-


06 - Requiem Per Noi Stessi
Sento che fa male deglutire amarezze, una lenta digestione di gesti sgraditi.
Cosa pretendi da me? So gia' per certo che il tuo cibo mi uccidera', e tu li' a darmene...
Cosa pretendi da me? Una morte interiore?


07 - Raschietto
Ancora resto basito quando vi sento parlare da dietro, non ho mai capito il senso che ha tutto cio'.
Fischiano le orecchie e raschia la gola, io non ho piu' a che fare con voi: non vi ascolto piu'.


08 - La Mia Prossemica
Gesti vuoti che hanno senso perché mantengono vive le distanze: non ti ho chiesto di star qui accanto a me.
Ho sempre scelto chi avere accanto e cio' non riguarda te.
Per me sei solo una conoscenza e non c'e' affetto verso di te. Io ci tengo alle distanze.


09 - L'epoca della prostituzione
Cosa vuol dire per te l'apparire, il voler sembrare altro da cio' che sei davvero?
Nascondere con vestiti, occhiali e sorrisi la tua identita' significa prostituire la tua vera essenza, che ti restera'?
Niente di piu' che un'immagine...
Concentra la tua esistenza su quello che pensi ed in cui credi, cio' che tu sei lo sei per te, non conta l'immagine.


10 - Inconcludenza
Non riesci a vedere la foresta ma intorno a te hai alberi ovunque....
La mutevolezza delle cose agognate e mai possedute, non volonta'...
Non volonta' di accettare la delusione cocente nel non ottenere.
Non basta il tentare, bisogna volere.


11 - Adagiati nell,abbondanza
Pensi ai mali del mondo, preghi, speri pero' ancora hai tabula rasa in testa
Famiglia, lavoro, la quotidianita' ti fanno scordare i mali a cui pensavi poco fa e la vita scorre uguale.
Di nuovo ti adagi nella tua abbondanza e la estendi ai tuoi cari.
Cio' che tocca il tuo cuore fa poi presto a scomparire nel nulla!


12 - Sorrisi al poligrafo
Sorridi per contratto ma non ti curi di me, mi volto e sei gia' serio, ti prendi gioco di me?
Che logica e'? Credi che facendo cosi' si crei simpatia su di te, son solo circostanze, non sprecare sorrisi per me.
Chi ti conosce?


13 - Nefandezze
Argomentare, vocabolo cosi' anomalo per chi come te ha sempre chiacchierato, lasciando agli altri l'onere di concepire la musica come un messaggio.
Nefandezze in note per un quadro vuoto, come fai a trovar lo stimolo per scrivere ancora del nulla?
E' solo un pretesto per evitare il resto?
Soffro nel constatare l'incapacita' di comunicare che hai, bleah... Canta che ti passa...


14 - Cleroina
L'istituzione vaticana entra nella vita di chi la rifiuta tramite l'ingerenza della sua politica. Lungi da me!
Le mie distanze da quei dogmi che stereotipano troppe pecore.


15 - Il Contagio
Fosse per me, non lascerei mai che l'odio si diffondesse come un virus: non avete rimedi perché e' nel vostro interesse.
Camicie pulite coprono petti indegni di amare, ecco perché faccio i conti da me.
Il contagio e' un piacere enorme per voi.


16 - Aluminio Satinato
La classe operaia potra' pure andare in paradiso ma prima si vive l'inferno in terra, senza alcuna volonta'.
Dicono che il lavoro nobiliti l'essere umano, ma a volte degrada.
Senza che la luce del sole splenda su me io non so vivere felice.
Rifletto immagini di momenti perduti in lastre di metallo e specchi.
Penso che l'operaio sia debilitato dal lavoro, altroché nobilta'.


17 - Distruttore
-Nerorgasmo cover (1984)-


18 - L'Arte Del Desistere
Perdi quello che hai senza rancore, lo lasci andare, tanto sempre si scioglie il ghiaccio al sole, e' naturale, desisti ora!
Occorre polso per mantenere un certo controllo su cio' che vuoi conservare accanto a te, la staticita' non fa per me.


19 - Il Patibolo
Il disagio generazionale e' un cappio al collo, che stringe e che fa male.
Guarda e trema. Guarda in basso e trema.
L'ansia che ti assale fa pensare di fare un passo nel vuoto e penzolare.
Guarda in basso e trema.


20 - Idiocrazia
Le bugie hanno piu' potere delle armi, dei cannoni e dell'umana volonta'.
L'inganno e' sintomo di coerenza.
Dai, prova a dispensare solo falsita' e vedrai che l'attenzione sara' sempre e solo su di te.
L'idiozia di questo gioco deforma la realta'.


21 - Cadono Teste
Attorno a me cadono le teste di chi ha voluto opprimere. La tua lama e' la mia gioia.


22 - Una Questione Semantica
Una t-shirt che affronta una divisa: qualcosa qui non va, parzialita' assoluta?
Eserciti contro popolazioni, diversita' evidenti e non solo di intenzioni.
Tu chiamalo anche conflitto, ma in semantica e' guerriglia!


23 - Il Senno Di Poi
Se guardo col senno del poi la strada che ho fatto fin qui non ho rimpianti né certezze.
Diffido chi predica vie per il giusto agire per sé, incline allo sbaglio.
Ho smesso di ricavare l'assolutezza di forme esperite con l'errore.
Conservo tutti i miei perché come il dono piu' grande che ho, e attendo il prossimo sbaglio.

.CONDIVIDI.