Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front

Top 100 Joomla

Clicca qui per votare
www.joomla.it
Home Testi Kappa Kappa Kappa - Necrorologio
Testi
Kappa Kappa Kappa - Necrorologio Stampa
Testi
Scritto da Pierkna   
Venerdì 21 Ottobre 2011 16:11
01 - Spazi Vuoti
Avvolto dal buio
continua il persorso della mia vita.
Un futuro sbiadito
non mi permette di fare passi lontani.
Ritorno nelle strade dove tutto e' cominciato,
ci ritrovo i miei fantasmi mi ricordano chi sono,
un passo dopo l' altro continuo a sudare,
rimango da solo con lacrime amare e..
Spazi vuoti da riempire
ferite aperte da coprire
con falsi sorrisi da accennare,
ce' qualcosa che non mi lascia in pace.
Come un tumore da dentro cresce
vorrei strapparmi il cuore
e morire per ore e ore.
Sono sicuro che esiste un posto lontano
dove capire chi sono e non cercare piu' invano,
mille risposte a troppe domande
non piu' in fuga dal mondo e liberarmi da..
Spazi vuoti da riempire
ricordi vivi da seppellire
vorrei togliermi questo male,
che non mi lascia amare.
Da una vita intera cresce,
ma non posso continuare a scappare,
da me stesso non posso scappare.
..vittima per sempre della vostra maledizione..


02 - Necrorologio - (Suono Solo Per Me)
Hai mai dato uno sguardo fuori dal cerchio
che ti sei costruito intorno?
Ti sei mai chiesto che cosa succede
al di fuori del tuo piccolo mondo?
Nessuno qua ha mai avuto bisogno di te..
Racchiudi tutta la tua frustazione
in ipocrite prediche sulla morale.
Da sempre lotto per non diventare
mai come voi,
cosa vuoi?
Non hai capito che
io suono solo per me?
E per dare fastidio a chi
prende tutto sul serio
e non capira' mai che
finche' avro' qualcosa da dire,
suono solo per me.
Ho sempre odiato predicare
facili consensi per piacere
e far parte della scena
dei tutti amici/falsi amici.
Le vostre vite governate
dalle vostre infinite censure e paure.
Nascosti, spiando e giudicando le vite degli altri.
L'orologio continua a battere
e voi ogni secondo continuate a morire.


03 - Cento Vite Fa
Li sento quei giorni
che provo qualcosa di piu'
nessun emozione mi basta mai.
Ho paura di decidere e ogni scelta sembra sprecata,
cerco disperatamente
un senso concreto a tutto
e poi ho paura di apprenderlo.
Non trovo piu' soddisfazione
in ogni mia azione...
Conservo un ricordo per ogni giorno
me lo tengo ben stretto
per riempire quel posto
che ormai e' vuoto adesso.
E' da ormai troppo tempo
che non provo piu' niente.
Non so piu' cosa voglio
ne' quello che e' giusto,
tutto quello che avevo
ormai si e' distrutto.
Vivo di emozioni che
non sono piu in grado di darmi.
Per la prima volta,
sta cadendo tutto a pezzi.
Per la prima volta,
piove dentro.
Per la prima volta,
son convinto di aver sbagliato tutto
e continuo a cadere giu'.
Cado di continuo
e tutto e' cosi buio
come cento vite fa,
quando stavo uscendo dal nulla
che mi aveva avvolto dalla nascita.
Adesso questo nulla ritorna
e mi sta risucchiando di gia'
non voglio esistere piu'
non voglio tornare a cento vite fa.


04 - Nata Per Morire
Hai sempre voluto ascoltato e seguito
i consigli di chi ti voleva rinchiusa
in gabbia in silenzio costretta a tacere
non devi pensare, non puoi disturbare.
Ma fuori esisteva gia chi costruiva
da tempo il percorso di tutta una vita,
ti voglion perfetta per potersi vantare,
ma non vuoi piu saperne vuoi solo odiare.
Dentro te un inferno da non mostrare,
anima dentro un corpo da torturare,
vuoi solo vomitare tutto finche'
nella tua mente non sia rimasto niente.
Hai accarezzato la morte in quelle case lontane,
i tuoi occhi che gridano anni di dolore.
Saziarsi di cosa? ti nutri di buio,
mentre dentro un lager osservi gli altri che vivono.
La tua vita in cambio di un giorno felice
senza quei mostri che non fanno dormire,
ma non si trova un uscita su questa salita
e quanta e' la voglia di buttarti giu'..
Dentro te un profondo squarcio senza fine
non potrai mai piu' ridere.
Hanno vinto loro.
E nella tua mente non e' rimasto niente.
Adesso piano piano agisci come loro,
adesso lo posso dire, sei nata per morire.
Il disprezzo negli sguardi
dei volti indifferenti.
Ti nascondi dalla gente
(per annullarti cosi) silenziosamente.
E quando e' troppo il dolore nel cuore,
il vuoto nello stomaco
fa ancora meno rumore.


05 - Una Canzone Per Sempre
Giorni, mesi, anni passati
a inseguire un sogno
che ha succhiato la mia vita.
Non posso starne senza,
non mi riesco a immaginare,
per me suonare equivale a respirare.
Perche' lo so che dentro me
c'e' come un fuoco che non si puo' spegnere,
nemmeno so bene che cos'e',
solo questa musica puo' comprendere.
Mille ricordi dietro a una canzone,
ogni nota e' un tatuaggio nel mio cuore.
Non mi serve piu' fingere o inventare
per me suonare equivale a respirare.
Perche' lo so che dentro me
c'e' come un fuoco che si tende a spegnere,
nemmeno so bene che cos e'
ma solo con questa musica posso vivere.


06 - Cosa Parlo A Fare?
Cosa parlo a fare?
Cosa parlo a fare?
Per cosa parlo a fare?
Che tanto non capite.
Che tanto poi non capite.
Che tanto voi non capite.
Non capite e non capirete mai.


07 - L'Aria Che Respiro
L' aria che respiro,
e' piena di noia, di falsi sorrisi,
di vite afflitte da una vita assassina.
L' aria che respiro
e' piena di invidia, di tristi sospiri,
e' piena di cemento mi scurisce il cervello...
L' aria che respiro e' piena di voi.


08 - Non Rinnego Un Secondo
La mia vita mi scorre davanti,
quanti sorrisi e quanti rimpianti.
Troppe cose lasciate in sospeso,
vivevo di sogni...
Ho viaggiato per troppo su treni sbagliati,
viaggiavo da solo, scappando dagli anni.
Spingendo nel vuoto me stesso
ma cercando di catturare gli attimi.
Vivo al massimo ogni momento
e non rinnego nemmeno un secondo.
Ho inventato modi per fermare il tempo,
come se non ci fosse mai un domani.
Vivo al massimo ogni momento
e non rinnego nemmeno un secondo.
Ho bisogno di fermare il tempo ancora...
Guardo in faccia al presente.
Cosa ho lasciato dietro?
Gli occhi chiusi della gente.
A chi sto mancando adesso?
Vivo ogni giorno della mia vita,
come se non ci fosse mai un domani,
questo e' l unico modo per non darla vinta
a un inutile esistenza normale.


09 - Il Tuo Inferno
Ti vedo morire ogni giorno,
agonizzare ogni ora
rinchiusa nel tuo inferno a 4 mura.
Rassegnazione dipinta nei tuoi occhi
e dietro a ogni tua ruga,
una pugnalata di insoddisfazioni.
La tua vita e' il tuo inferno.
Demoniache visioni notturne,
tra le fiamme continui a bruciare.
Continui a pregare una sporca croce.
E persisti nell' errore
ancora ancora e ancora...
Sogni infranti,
una vita sprecata.
Volevi lasciare il segno
ma hai lasciato il mondo.


10 - Se Per L'Omicidio Non Ci Fosse Castigo
Se per l' omicidio
non ci fosse castigo,
starei gia' vendendo
i tuoi vestiti su ebay.
Se poi il sangue
non macchiasse il vestito,
starei gia' vendendo
gli organi tuoi.
Cosi' potrei comprare
una casa al mare,
pagare i miei debiti
e andare fuori a mangiare
con una ragazza dalla gonna corta.
Nessun problema..perche' tu sei morta.


11 - Non Ti Voglio Piu'
Non riesco piu' a guardarti in faccia
non riesco piu' a baciarti in bocca.
Quello che sento non posso dire,
non godo nel vederti soffrire.
Pero' una cosa la devi capire.
Non ti voglio piu'.
Non mi ricordo neanche perche'
son finito a stare insieme a te.
False risate dimenticate,
teste rasate dimenticate,
foto sbiadite le ho gia' buttate.
Non ti voglio piu'.


12 - Gioventu' Bruciata
(Dedicata a chi
non ha mai preso niente sul serio,
neanche la propria vita)
Nessuno puo' capire la nostra dannazione
che ci porta alla totale autodistruzione.
Non c'e' una soluzione
per la nostra condizione.
Gioventu' bruciata,
questo siamo noi.
Con l' anima malata
che non guarisce mai.
Gioventu' sbagliata,
questi siamo noi.
Nati con un vuoto profondo
che non colmeremo mai.
La gente cambia in fretta,
e pochi sono quelli come noi
che non rinnegheranno mai chi siamo stati.
Quelle scritte sul muro...
una valanga di ricordi.
..sbadilati per sempre..
..ciao se'..


13 - Di Passaggio
In questo incubo costante,
che voi chiamate esistenza,
mi sento come un tassello guidato dal caso,
alla ricerca disperata del suo puzzle.
Procede tutto regolare?
Lavoro, casa, figli, chiesa.
Non ti sembra che manchi qualcosa?
O ero io il pazzo che non si era stupito
per erika e omar?
Ho viaggiato e imparato
che non esiste un giusto o sbagliato,
ognuno con il suo dio, assassino e malvagio.
Non voglio pensare piu' a niente,
il vento nelle orecchie
riaccende ferite ancora aperte
e impazzisco lentamente.
E dimmi come posso provare amore
con l inferno nel cuore?
Per troppo tempo ho pensato
che niente sarebbe cambiato
(ma continuando a far finta di essere qualcun altro
per ingannare me stesso)
la mia vita e' diventata
come una cicca masticata
e va buttata via.
Quante vite incrociate, tutte guidate a me
dalla mano del caso
e quanti volti gia dimenticati?
Foto scattate solo con il cuore...
In quante citta' ho lasciato un pezzo di me
per sempre?
Ed e' cosi che mi sento..
di passaggio .. in questo mondo ..
in questo corpo..
E non ricordo l' ultima volta
che non ho pianto dopo essermi accorto
di non essere mai al posto giusto.
Mai nessuna risposta.
Ogni persona mi abbandona cosi' .. senza passione.
Ogni cosa lasciata cosi'..
senza fine...

.CONDIVIDI.