Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front

Top 100 Joomla

Clicca qui per votare
www.joomla.it
Home Testi Inedya - Crisi D'Identita'
Testi
Inedya - Crisi D'Identita' Stampa
Testi
Scritto da Pierkna   
Mercoledì 26 Ottobre 2011 17:51
01 - John Isn't Well Anymore


02 - Nowin' Me
...and until I’m broken I need a glue something sounds so fake that
I really need the truth today I’m on the moon and the enemy can wait
I’m smoking’ flowers and drinking my favorite juice
I’m afraid of monsters where are the Real Ghostbusters give me all the holes and
I’ll try to trap them there today I’m in my room and I keep on smashing flies
I’m looking for advice here all alone I’m waiting and
I’m thinking it sure was fun I cannot deny but I was wrong losing’ my time with you once
I thought you could understand me knowing me hey friend learn to see the other side.


03 - Convivenza
Niente di personale non prenderti a male ma voglio dare la mia posizione come animale non asociale
ma costantemente in cerca di fiducia so che suonera' un po’ banale ma dimmi e' banale potersi fidare?
E’ condizione fondamentale di una convivenza serena e leale di norma non e' letale
ma a volte puo' dare isterici segnali di violenza ansioso e maniacale nonché plateale patetico
maestro d’invadenza niente di innaturale o paranormale ma la sua e' pur sempre una presenza incerta
un’anima in pena anche senza catena anche senza alcuna punizione inferta so che ne usciro' impopolare
non e' mia intenzione nemmeno fare la morale o il superiore ma porti a mia volta nella condizione ideale
di poterti fidare niente da dimostrare solo vorrei chiarire dove c’e' un cane meglio se non ci sono io
meglio evitare sara' piu' conveniente per entrambi nessun rancore ma non fai per me nessuna relazione tra me e te.


04 - Inutile Tentare
Non provero' piu' ad addormentarmi tanto non ho voglia di sognare ormai non credo piu'
che tutto cio' che sogno un giorno si possa avverare voi ve ne state coi piedi per terra
e va bene cosi' l’ho sempre saputo l’ho sempre ignorato ma comincio a invidiarvi un po’ e
non c’e' logica per me che cerco di capire i meccanismi della normalita' mi sono sempre chiesto
a che stanno pensando quelli che vivono nella realta' cerco di farmi bastare un cielo con il sole
ma voglio di piu' l’ho sempre saputo non l’ho mai trovato forse perché anche se io fossi come
vorrei non mi accontenterei non c’avevo pensato ma mentre il mondo gira troppo in fretta il tempo passa
e gia' rimpiango la mia normalita' ora guardo in faccia la realta' ma anche lei sta affrontando
una crisi d’identita' perché devo guardare sempre tutto da fuori perché posso provare tutto
ma sempre e solo da fuori forse perché non condivido la normalita' o forse perché con voi
non posso essere io sono solo carne avariata come la vostra vita vuota nella quale
io non posso essere io non provero' piu' a pensare alle cose importanti perché il piu' delle volte
non sono interessanti non provero' piu' a guardare piu' avanti tanto qui ci siete solo voi.



05 - Oops!
Apro gli occhi e sono in un letto d’ospedale non riesco a respirare l’aria mi fa male fortuna
che e' l’inizio non so ancora cos’e' il vizio ne tantomeno so che tra poco faro' parte della gente
che si compra e che si vende in un mondo dove se hai soltanto un briciolo d’orgoglio
e non un portafoglio sei solo spazzatura per quelli che ti calpestano per sbaglio
e ora eccomi qua il solo in citta' che si nasconde ancora il buio no non mi fa paura
perché qui posso non vedere quello che continuo a raccontare e a far tacere sono stato bravo
a dire ma non altrettanto a fare ho seguito solamente il buon esempio di un fallito
ho imitato inconsciamente quel coglione del mio mito riapro gli occhi e sono in un letto d’ospedale
un mostro agonizzante mi chiede ti fa male ho un buco nella fronte e qualcuno
sullo specchio con il mio sangue ha scritto te l’avevo detto ora sono qui insieme
a chi mi dice devi fare cosi' li odio ma li serviro' e riveriro' per l’eternita'
sole della citta' eccomi qua sono quello di una volta il buio adesso mi fa paura
perché qui la mia vita e' sepolta esco ma sono gia' stanco stanco di vedere un mondo
solo nero e bianco cadaveri ambulanti mi guardano disgustati
mi dicono fuori non c’e' posto per i giovani sballati



06 - Wash Your Head
There must be a mistake or someone’s trying to bewitch you how can you doubt
those things we really don’t think this is a nice joke nothing has changed for us
after your leaving we’re always the same she took off your clothes and treat you like scientific animals
they did dirty work there must be a detail or something you just want to hide we’re not your enemy
so I use to call it paranoia it seems you don’t know us at all when instead you cannot deny
we shared this dream like brothers like real friends we’re fighting the same war laughing
and crying with us then all of a sudden you don’t recognize who stood by your side
and walked with you towards life I don’ want to believe what the fuck did they do
to you they did dirty work trying to take advantage of you putting you against
your friends using underhand means exploiting your insecurity well to satisfy
their wicked minds their sadistic pleasure in seeing you like a slave their miserable
folly to feel like god but there’s still time why don’t you open your eyes?
Why don’t you react? Why give up a fight?
If you still believe me accept a friendly advice, just try to wash your head!



07 - Il Meglio Di Me
E’ inutile qui non sono a mio agio ed e' nel tuo interesse che lo dico
non e' per lamentarmi di continuo consideralo piuttosto una forma di rispetto
perché per te conservo il meglio e non mi accontento di dedicarmi a meta'
né tantomeno pretendo la tua comprensione ti sollevo dall’incarico di provare compassione
apprezza la decenza mia di dire no oggi non sono all’altezza lascia stare mi sentiro' corretto
se cio' che faro' e' sparire per non dar fastidio per non essere di peso per dare il mio meglio
in un altro luogo in un altro modo in un altro momento no non vedrai altro che me
perché mi conosco perché provo a essere onesto perché preferisco
esser sincero essere io e non la squallida controfigura di me che io per primo
non riesco a accettare che io attualmente non riesco a capire ad amare.


08 - Dato Alla Societa'
Ero piccolo e spaventato, pensavo di avere il mondo nelle mani
ce l'avrei anche fatta con un po' di fortuna in piu'
ma ben presto compresi l'essenza della vita
non e' come credi o come ti piacerebbe ti dicessero
non è quello che ti diro' adesso
dato alla societa' per due soldi come Giuda
non mi frega un cazzo delle tue superstizioni
io resto me stesso al di la' delle opinioni
vivo in una società ultramoderna, potrei sembrare anche un po' vecchio
ce l'avrei anche fatta con un po' di...
ma ben presto compresi l'essenza della vita
non e' come credi o come ti piacerebbe ti dicessero
non è quello che ti diro' adesso


09 - Dato Alla Societa'
Mi chiedo se in fondo il modello di vita dal quale sto prendendo esempio ha davvvero un valore
o si tratta solo di rassegnazione
mi chiedo se la soluzione e' davvero restare in un mare di merda a marcire
e sperare che un mio vecchio amico mi venga a pescare
mi chiedo se è proprio cosi che devo trascorrere il tempo non so se ne ho voglia
non so se ne ho tanto non so se mi va di trascorrerlo qua
fuori dalla realtà, fuori da tutto perche' dalle mie parti
il mondo non c'e'
qui l'unica cosa importante e' fare come l'altra gente
vivere e fare a finta di niente, sorridere anche se un motivo non c'è
continuero' a fingere che mi trovo a mio agio in questo cimitero
anche se non e' porprio cosi' perche' qui mi sento morto
dal momento in cui sono nato e ora
sono soltanto il fantasma del posto che ho sempre odiato
ormai qui chiunque ha paura di me
forse un giorno o l'altro trovero' il coraggio
e me ne andro' cosi' m'accorgero' che esisto e capiro'
che il mondo e' soltanto quello che non ho mai visto
credevo d'esser morto ma mi sbagliavo
io sono l'unico vivo e ho capito che questo modello di vita esemplare
in fondo non e' che un modello ideale
ideale soltanto per gli altri perche' io la mia strada la scelgo da me


10 - Antics
I need a cure for all my doubts then I could stop searching for cures
I need some doubts they’ll be my cure when even certain won’t be sure so how am I?
Well I don’t know I need some grass I need a show And what about you? Are you the same?
Forever struggling with your ego. As far as I know I don’t know enough
I need a gun for my collection and then put an end to my obsession
I need an obsession it will be my gun when nothing else is worth to be done but you now tell me what you need, a kiss?
A fist? What do you really need? The more I try to understand
more confusion takes hold of me so as far as I know I don’t know enough
I always try to find an explanation, to find a reason why,
a meaning to all my needs but many times
I find myself on two parallel streets that lead me opposite in the same direction.


11 - Presto O Tardi
Ormai disilluso provo a capire mi chiedo che cosa voi mai ne sapete
di tutto quello che conta per me restando chiusi nel vostro mondo vecchio passato
ricordo recondito di un’ignoranza ormai pacchiana la vostra pochezza
e' contagiosa siete gia' morti per me un ghigno sul viso ma chissa'
dove andrete quando anche l’ultimo dei vostri covi vedrete bruciare crollare sparire
non ho mai nutrito sittanto rancore nessun rispetto per voi voi morti viventi chissa'
come fate a concepire un pensiero stagnante e volgare a tal punto
da non meritare nemmeno pieta' per il vostro dolore non avrei voluto
mai che si svegliasse la collera in me grazie a voi esplodera'
e vi raggiungera' in ogni posto ad ogni costo presto o tardi.


12 - Credeva Che La Chiesa...
Giovane innocente e felice se ne va in chiesa a pregare ogni giorno lei si reca nella casa del signore
e lo ringrazia tanto per averle dato la possibilita' di vivere serena lontana dalla guerra
ma pur sempre con la pena per chi sta nella miseria grazie a dio c’e' il prete buono
che li aiuta in cambio del suo orgoglio del suo corpo di tutte le ore passate nel buio terribili nottate
a fare cose delle quali non sapeva neanche il nome credeva che la chiesa l’avrebbe aiutata a maturare
non di certo a diventare grande in un solo giorno sull’altare.. no ti prego mi fa male! Ora dentro
a quel cuore non c’e' posto per amore solo per rabbia e dolore che lei sfoga malmenando e torturando
i praticanti della sporca religione ormai vecchia sola e dimenticata non fa pena piu' a nessuno non
disturban le sue grida non fa scena il suo digiuno ma la messa in scena e' un’altra e l’attore principale
e' quello che nel nome del bene ha fatto sempre del male non ha un credo non ha un cuore non possiede
una coscienza non ha orecchie per sentire le grida dell’innocenza lui che predicava tanto contro i falsi
Adamo ed Eva ora nasconde che quel giorno mentre una bimba piangeva lui godeva ed ignorava
la buon’anima implorava pieta' e nel panico gridava
fermo ti scongiuro nel nome del signore dimmi
perché proprio tu che rappresenti il bene ti nascondi dietro all’abito del monaco
e pretendi di predicare all’uomo ma grazie a dio il perdono a me non hai insegnato
che cos’e' cosi' quando andro' all’inferno ti trascinero' con me e' triste pero' a volte
la ragione sta nel torto e il torto marcio sta al di sopra di chi
e' sempre stato onesto e non ha mai chiesto nient’altro che un po’ di pieta'
dall’alto pregate abbiate fede nella chiesa ma sappiate che e'
tutto inutile perché oltre il cielo non c’e' niente e lassu' il buon dio non c’e'.


13 - L'Attenzione Di Un Distratto
Noto molte volte delle cose che a occhio nudo non si vedono non ti parlo di allucinazioni
parlo della mia realta' parlo di dettagli di riflessi e sfumature impercettibili che mi portano
a evitare la superficialita' sono d’accordo con te quando dici che a tutto non si puo' badare e
ancora quando dici che un po’ ci si deve adattare ma spesso io non ci riesco proprio
perché non e' facile giocare con le regole dell’uomo buone a creare torpore perché ho notato
che questa visione corrode non percepisce il valore come un occhio stanco puo' non vedere
il colore il cuore non da' calore se si lascia raffreddare nelle abitudini sarai d’accordo
con me se ti dico che c’e' modo e modo di prender parte al gioco un intenso e piu' vivido approccio
a ogni ruolo una fresca e piu' ingenua attenzione da prestare comunque in ogni situazione come
un piatto insipido non esalta il sapore di un fiore nessun odore se ne si annusa l’immagine credi
a me che non ne so un granché ma l’ho sperimentato credi a me domandati il perché niente
va tralasciato non e' facile attorniati da comodita' e da distrazioni annebbiati
da fatiche e delusioni ma niente e' importante se non gli si da valore ho provato
sulla pelle con grande stupore che la novita' e' rendersi conto quindi mi spiace
non posso accettare la resa dovuta a una mediocre osservazione non mi ritrovo
in quest’algida schiera di uomini e donne con bassa percezione data da noia condotte forzate
o assenza di autentica genuinita' noto purtroppo una sempre piu' scarsa attenzione,
considerazione e sensibilita'.

.CONDIVIDI.