Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front

Top 100 Joomla

Clicca qui per votare
www.joomla.it
Home Testi Affluente - Il Sogno Della Merce
Testi
Affluente - Il Sogno Della Merce Stampa
Testi
Scritto da Joel   
Domenica 16 Dicembre 2012 18:54
01 - Lontano Da Me
Stai lontano da me non voglio sentire il tuo vuoto parlare
stai lontano da me con i tuoi discorsi su patria e morale
stai lontano da me col tuo perbenismo il tuo orgoglio razziale
stai lontano da me di giorno vai a messa e di notte a puttane.
Indossi un vestito mentale per poterti sentire normale
sei bianco cristiano e osservante ma non ti accorgi che non vali niente.
Stai lontano da me la tua ipocrisia, la tua doppia morale
stai lontano da me, col tuo maschilismo il tuo ritardo mentale.
L'ideologia fascista e' una tipica espressione caratteriale dell'uomo orgasticamente impotente.


02 - Attraverso Il Rifiuto
Non solo un modo particolare di far suonare una chitarra
ma l'espressione di una vitalita' che non e' stata sottomessa
il punto di massima applicazione di una socialita' non rassegnata
non rassegnata alle strategie e ai loro giochi di potere.
Attraverso l'autogestione delle proprie attivita'
attraverso il rifiuto delle norme sociali
attraverso una limpida e rabbiosa presa di coscienza
attraverso il rifiuto delle leggi di mercato.
Non solo un modo particolare di far suonare una chitarra
ma l'espressione di una vitalita' che non e' stata sottomessa
il punto di massima applicazione di una socialita' non rassegnata
non rassegnata all'indottrinamento e alla trasmissione del sapere.
Attraverso l'autogestione delle proprie attivita'
attraverso il rifiuto delle norme sociali
attraverso una limpida e rabbiosa presa di coscienza
attraverso il rifiuto delle leggi di mercato.


03 - Nella Stanza
Ancora una volta siamo sulla strada con lo stesso entusiasmo,
per pura passione con il nostro senso di ribellione
e' una voglia comune che ci spinge a partire
e' il nostro bisogno di urlare piu' forte piu' forte per farci sentire.
E nella stanza c'e' rabbia c'e' sudore
la gioia nei miei occhi e la rivolta nel tuo cuore
nella stanza c'e' rabbia c'e' sudore
la gioia nei tuoi occhi e la rivolta nel mio cuore.
Ancora una volta siamo sulla strada con lo stesso entusiasmo
per pura passione con il nostro senso di ribellione.
E nella stanza c'e' rabbia c'e' sudore
la gioia nei miei occhi e la rivolta nel tuo cuore
nella stanza c'e' rabbia c'e' sudore
la gioia nei tuoi occhi e la rivolta nel mio cuore.
E' una voglia comune che ci spinge a partire
e' il nostro bisogno di urlare piu' forte piu' forte per farci sentire.


04 - Il Sogno Della Merce
Lo specchio si e' rotto, non riflette non raddoppia non ha niente da copiare,
gira a vuoto nel sociale trova solo un simulacro: il fantasma dello stato.
Copie su copie senza piu' l'originale
segni tra segni affrancati dal reale
merci su merci imbastiscono il bisogno
e allo spettatore arreso garantiscono magia e sogno.
La scena della merce e' vuota, l'onta della saturazione
la merce vuole il lutto e schifa il sole
la merce cerca il basso e schifa il sole.
Copie su copie senza piu' l'originale
segni tra segni affrancati dal reale
merci su merci imbastiscono il bisogno
e allo spettatore arreso garantiscono magia e sogno.
Voi siete lo schermo e la tele vi guarda
non c'e' mezzo ne' messaggio e la tele vi guarda
voi siete lo schermo e la tele vi guarda
salta il senso del linguaggio.
Copie su copie senza piu' l'originale
segni tra segni affrancati dal reale
merci su merci imbastiscono il bisogno
e allo spettatore arreso garantiscono magia e sogno.


05 - Intorno A Tutto
La dove c'era terra vita acqua e natura
vidi un grande deserto e provai la paura
una sorta di cratere cosi' privo di ragione
che la mente indietreggiava ci vedeva una prigione
e se mi avvicinavo la mente indietreggiava incapace di comprenderlo
di nuovo vacillava ma era una visione cosi' chiara e reale
che nella sua purezza diventava vitale.
Intorno a tutto cio' la mia vita ruota
anch'io devo giocare e ho scommesso la mia quota.
Ma non mi e' mai passato passato per la testa che la gente possa,
possa fare festa possa essere buono
che uno possa cambiare
e che con l'amore possa migliorare frasi come bonta', generosita'
e son sicuro di essere nel giusto
sono sempre state vuote sono solo parole
sono scherzi di dubbio gusto e la ragione come posso definirla?
Col desiderio e' tempo di finirla.
Questa e' la societa' moderna come io la vedo e l'intendo
ma consoliamoci tutti consoliamoci tutti
perche' tutti stiamo gia' morendo.
L'intelletto e' impotente, la giustizia e' morta
ed e' ormai tardi si e' chiusa la porta


06 - Ma Adesso
Mi oppongo al tempo che passa veloce
ai giorni che corrono via
a un senso di noia infinita
vivendo una vita che non e' la mia.
Ma adesso sento che batte il mio cuore
sento il mio sangue pulsare
e una scarica elettrica e' dentro di me
e' fermo il tempo in questo momento
sento il mio cuore che batte
e una scarica elettrica e' dentro di me.


07 - Testa Vuota
Se alzi lo sguardo osservi l'inganno
di un giorno che non ti appartiene
il tuo tempo e' rubato deriso sfruttato
ti stanno prendendo la vita.
Se e' merce il tuo tempo tu vendi te stesso
desiderio deviato, cattivo infinito.
Se chiudi i tuoi occhi non vedi l'inganno
di quello che ti viene tolto
il tuo tempo presente scorre velocemente
e domani solo rabbia e rimpianti.
Se e' merce il tuo tempo tu vendi te stesso
desiderio deviato, cattivo infinito.
Reagisci, non conformarti distruggi i modelli imposti.
Il rapido invecchiamento delle merci si riflette
nelle speranze deluse perche' la societa' dei consumi
si fonda sulla frustrazione delle attese.
Se e' merce il tuo tempo tu vendi te stesso
desiderio deviato, cattivo infinito.
Se alzi lo sguardo osservi l'inganno
di un giorno che non ti appartiene
il tuo tempo e' rubato, deriso, sfruttato
ti stanno prendendo la vita.
Testa vuota: reagisci, non conformarti, distruggi i modelli imposti.


08 - Sporche Regole
Adesso mi oppongo al senso del dovere
adesso rifiuto la sua sacralita'
nessuna condizione non scendo a compromessi.
Mi voglio liberare dalle vostre marce e sporche regole
mi voglio liberare dalle vostre marce e sporche regole.
Adesso non provo nessun senso di colpa
adesso combatto la vostra disciplina
nessuna condizione non scendo a compromessi.
Mi voglio liberare dalle vostre marce e sporche regole
mi voglio liberare dalle vostre marce e sporche regole
dalla vostra finta dignita' (marce e sporche regole)
dalla vostra finta dignita' (marce e sporche regole).
Il senso di colpa, la disciplina il senso del dovere (marce e sporche regole)
stanno avvelenando la tua vita combattili, rifiuta la loro logica perversa (marce e sporche regole)
riprendi il controllo di te (marce e sporche regole).


09 - Opus Dei
Autotortura quotidiana
cilicio ogni giorno
con le punte che bucano la carne
pregare e frustarsi, non esistere piu'.
Non bere se si ha sete,
stare in piedi se si e' stanchi
obbedienza assoluta.
E' l'opera di dio: Opus dei
intrighi ed alta finanza: Opus dei
controllo del sapere: Opus dei
e fiumi di denaro: Opus dei.
Obbedire per un cammino sicuro
obbedire ciecamente al superiore
santa coercizione, santa intransigenza
non provare nessuna indulgenza.
Non bere se si ha sete,
stare in piedi se si e' stanchi
obbedienza assoluta.


10 - Ogni Cosa
Ogni cosa e' illuminata
dalla luce del passato
tutto quello che hai vissuto
tutto quello che hai sbagliato
ogni cosa e' illuminata
dalla luce del passato
tutto quello che e' gia' stato
per sempre restera'.
E si stratifica e ti fortifica
la tua esperienza ti servira'.
Ogni cosa e' illuminata
dalla luce del passato
le persone che hai incontrato
tutto cio' che hai condiviso
ogni cosa e' illuminata
dalla luce del passato
tutto quello che e' ormai andato
per sempre restera'.
E si stratifica e ti fortifica
la tua esperienza ti servira'.
Per poterci ancora provare
per poter continuare a lottare
sempre avanti in uno slancio di vita
che sia degna di esser vissuta.


11 - Io Non L'Ho Scelto
Io non non l'ho scelto
e' questo immenso vuoto dentro
all'improvviso che mi assale
che mi confonde
mi toglie il fiato
e non riesco a respirare.
Arriva all'improvviso
l'ondata di un ricordo
che esplode nel cervello,
mi paralizza
ad un tratto mi prende a sputi in faccia,
affonda il suo coltello li' dove fa piu' male,
nel punto esatto per provocare piu' dolore.
Arriva all'improvviso
l'ondata di un ricordo
che esplode nel cervello,
mi paralizza
ad un tratto mi guardo intorno
e vedo soltanto le macerie
di tutto cio' che era o che sarebbe stato.
Io non non l'ho scelto
e' questo immenso vuoto dentro
all'improvviso che mi assale che mi confonde,
mi toglie il fiato e non riesco a respirare.


12 - Tra Lampi Di Miseria
Niente sara' piu' come prima
finito il novecento e' morta anche la storia
il dopo cristo avanza tra lampi di miseria
il dopo cristo avanza tra lampi di miseria.
Ma puoi gridare ancora no
puoi gridare ancora no.
Sei integrato, concertato,
compromesso e assoggettato
ricattato con l'inganno di doverti accontentare
scosso dalla condizione di dovere acconsentire.
Ma puoi gridare ancora no
puoi gridare ancora no.
Sei integrato, concertato,
compromesso e assoggettato
ricattato con l'inganno di doverti accontentare
forte della decisione di chi sa come colpire.
Puoi gridare ancora no
puoi gridare ancora no.
E' inutile che ti travesti da barbone
la puzza che rimane e' quella del padrone.


13 - Il Mondo
Il mondo questo grosso essere assurdo.
Certo e' che appartengo a tutta un'altra specie
non concepita per produrre ricchezza
circondato da stolti devoti al sacrificio
vivo il quotidiano stillicidio della mente
qui dove il tempo sembra essersi fermato
dignita' e diritti sono stati calpestati
eppure c'e' ancora chi ride soddisfatto.
Mi ripugna pensare che sto per rivedere le lore facce soddisfatte.
Imbecilli irritanti nella loro rispettabilita'
rispettabilita' stereotipata e nella loro ignoranza.
Fuori dalle industrie dopo il turno di lavoro
si guardano fieri con aria soddisfatta
pensando alla loro bella vita borghese
le menti del guadagno plasmano i cervelli
labili e fragili degli uomini incoerenti
che creano ricchezza ma non ne godranno
illusi dall'idea del lavoro unico scopo.
Mi ripugna pensare che sto per rivedere le loro facce soddisfatte.


14 - La Locura
E' la locura che cazzo
e' la pazzia
la tradizione piu' vecchia
con aggiunta un po' di follia.
Il conservatorismo peggiore
con un po‘ di simpatia
il conservatorismo peggiore
che pero' ti da' allegria.
Questa e' l'italia: un paese di musichette
mentre fuori c'e' la morte
questa e' l'italia: un paese di musichette
mentre fuori c'e' la morte.
E ti senti giovane e vitale
mentre guardi la tv.
E ti sollevi da tutti i mali
ti distrai dai tuoi problemi
ti liberi la coscienza
da tutti i tuoi piccoli inganni.
Questa e' l'italia: un paese di musichette
mentre fuori c'e' la morte
questa e' l'italia: un paese di musichette
mentre fuori c'e' la morte.


15 - Un Tale Piacere
Provavo un tale piacere che il mondo intero diventava simpatico
ed acquistava un fascino particolare: in quei momenti era tutto magnifico
ed anche il mio peggior nemico non era poi tanto cattivo
la terra e l'erba erano piu' terra e piu' erba
una rosea sfumatura di un successo senza limiti.
E sto' cercando di ricordare era una bella sensazione calda e tua
e tutta fatta di spasmi carezze e musiche lontane nella testa
una dolce sospensione come d'ascensore.
E mi sentivo infallibile e finche' durava la vita era qualcosa di meraviglioso.
E sto cercando di ricordare era una bella sensazione calda e tua
e tutta fatta di spasmi carezze e musiche lontane nella testa
una dolce sospensione come d'ascensore
una nausea come da ascensore.


16 - Il Nostro Sanguinare
E' tutto un trucco per alleviare il nostro sanguinare
e il fallimento serve soltanto a farci continuare.
Le belle parole delle belle persone
alla fine non sono poi cosi' belle scavando piu' a fondo,
mirando nel centro facendo attenzione a quello che hai intorno
cercando il vero significato delle cose
scoprendo il vero significato delle cose
capendo il vero significato delle cose
ti accorgerai anche tu che e'... e' tutto un trucco
per alleviare il nostro sanguinare e il fallimento serve soltanto a farci continuare
e come il fuoco diventa cenere e l'acciaio diventa ruggine
noi diventiamo saggi, noi ci crediamo saggi ma alla fine non poi cosi' saggi.
Cercando il vero significato delle cose
scoprendo il vero significato delle cose
capendo il vero significato delle cose
ti accorgerai anche tu che e'... e' tutto un trucco.


17 - Tutto Nero
Culli il tuo dolore
come figlio del dovere
una cosa a cui aggrappare
la tua vita che ti scappa.
Culli il tuo dolore
sembra forte il tuo potere
una cosa in cui sperare
sogni fatti ad occhi aperti.
Ma e' nero tutto intorno a te
e' nero il domani non c'e'
e' nero anche dentro te
e' nero nero nero
buio pesto che ti uccide
ti uccide ti uccide ti uccide.
E' tutto nero intorno a te,
e' tutto nero intorno.

.CONDIVIDI.