Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front

Top 100 Joomla

Clicca qui per votare
www.joomla.it
Home Testi Congegno - Metamorfosi
Testi
Congegno - Metamorfosi Stampa
Testi
Scritto da Joel   
Martedì 04 Giugno 2013 21:32
01 - Porte Blindate
Nonostante le luci di questo paese si siano gia' spente non voglio dormire
Voglio rimanere sveglio a fantasticare su un paese diverso su un paese migliore
Tanto il mondo la fuori e' infinito ed io non lo posso di certo cambiare
Posso soltanto limitarmi a portare un po' d'aria nuova tra queste buie e minuscole strade
Che da sempre ingoiano tutta la gente che non riesce ad uscire di qua
Da questo paese dalle menti blindate spalancate le porte una volta tanto
la vita non vi uccidera' gridateci in faccia la vostra rabbia chissa'
magari andremo d'accordo non come qualche anno fa
quando ritornavo a casa incazzato e mi sfogavo giocando a pallone
con le teste della gente gridando "fanculo non ne' uscira' niente!"
e tiravo e tiravo e tiravo conclusioni affrettate
sulle vostre finestre sulle vostre inferriate ma ora e' diverso ora sono piu' forte
posso distruggere queste pareti ma e' meglio.. che apriate le porte!
Ora voglio andarci piu' a fondo ora pretendo un confronto.


02 - Eterno Letargo
Quando capirai che ogni tuo sogno e' finito nel vento
sara' tardi ormai avrai sprecato inutilmente il tuo tempo
incolperai chi non ti ha mai dato ascolto
ma poi condannerai chi invece te ne ha dato pure troppo
marcirai aspettando un treno dei desideri
ti risveglierai l'indomani alla stessa fermata di ieri
deve essere assai deprimente nonche' poco gratificante
avere una luce abbagliante e ridursi a tenerla nel buio con se
un gigantesco dipinto cancellato per sempre
la pioggia che scende sui giorni portando via fiumi di sogni
oggi cadra' su te...
Commemorerai gli anni in cui te ne fottevi del tempo
Li rimpiangerai quando ti guarderai allo specchio
e vedrai solo un vecchio hai vissuto in letargo e ora al tuo risveglio
rimpiangi di non aver fatto di meglio il tuo quadro migliore e'
"L'impassibilita'" l'impassibilita'.


03 - Incudini Di Vestro
Invalicabili mura d'orgoglio si innalzano attorno a un impavido cuore
Che in realta' e' solo un fragile scrigno che racchiude le vostre paure
State solo fingendo state solo perdendo
la stima che ora pretendete piu' di ogni altra volta
Agli occhi apparite come indistruttibili statue imponenti
Ma poi e' facile disintegrarvi, umiliarvi, tagliarvi a meta'!
Ideali disegnati su carta da parati
rivestono le pareti dei vostri crani vuoti
Che vi piaccia o no! Siete tali e quali ai vostri rivali
Che piaccia o no! Siete conservatori di merda piu' che di ideali
Ed io, io non vi appartengo non siamo della stessa pasta
Io! Sono io e basta! Non etichettatemi mai come "simile a:"


04 - Cavie
Ragionamenti che mai sfioreranno la tua mente inebriata da un solo ideale
Influenzano drasticamente il tuo modo di fare
anestetizzato da una ricompensa che serve soltanto a distrarti da ogni loro sbaglio
sei un cane al guinzaglio!
Cullato cresciuto educato e poi narcotizzato dalla televisione
Per garantire che non ti alzerai mai da li' che non farai opposizione
Da quando sei nato c'e' un codice a barre marchiato sulla tua testa
Serve a ricordarti chi sei.. quel che ne resta!
il tuo salotto e' la fabbrica e tu sei il prodotto
Progettato per dire e per fare solo quello che vogliono loro
Sei una gallinella dalle uova d'oro sei un tentativo d'ipnosi riuscito
Ed eccoti qui in inconsapevole stato d'ipnosi
Ancora ci galleggi!?
Ed eccoti qui in inconsapevole stato d'ipnosi
Ancora ci galleggi!?
In questo mare di gente che non sa nuotare
Ancora ci galleggi!?
In questo mare che ti porta dove gli pare
Ancora ci galleggi!?


05 - Asocial Network
Chiusi nelle nostre case tutti felici e contenti strisciano i bei sentimenti sotto tempeste d'odio
e' cosi' che va.. Nella monotona fiaba scritta apposta per noi
c'e' qualcosa d'insano che ci sta assuefacendo e ci soffochera'
e' un eterno scontro tra dei che combattono uno contro l'altro che vinca il migliore
e intanto i soldi ci guardano e ridono mentre ci dicono "sono il tuo dio!"
ci offrono il loro gioco noi lo stiamo accettando noi ci importa se la nostra vita ora e' un reality show
e' un eterno confronto tra volti assetati di notorieta' perche' cio' che si ha dentro
ormai conta meno di una bella foto su un social network
a nessuno interessa chi sei veramente l'importante e' essere bravi a fingere
No! Io non staro' li seduto a guardare la vostra vetrina
io non staro' li' impalato a fissarla perche' sa di squallido.. sa di squallido.. troppo squallido!
domandiamoci perche' non siamo piu' capaci di sostenere rapporti
domandiamoci perche' non siamo piu' capaci di sostenere rapporti
domandiamoci perche' non siamo piu' capaci... domandiamoci per quale fottutissimo motivo
non siamo in grado di sostenere rapporti stabili non li abbiamo avuti! Non li abbiamo avuti!
Tutti amici ma poi.. "chi cazzo sei?!"


06 - Vuoto
Nell'elenco dei tuoi desideri non e' rimasto piu' niente di niente
hai ottenuto quello che volevi e adesso il tuo sogno e' soltanto sognare
adesso il tuo sogno e' soltanto sognare
una vita passata a schioccare le dita per ottenere ogni cosa ma ora
quello di cui hai bisogno non e' in vendita
le emozioni che cerchi da sempre non hanno prezzo non le puoi comprare
chiudi la tua cassaforte ed apri il tuo cuore solo cosi' le vivrai
hai tutto quello che vuoi tranne quel misero niente che ancora ti manca
e che non avrai mai mai! Mai! Mai! Mai!
Hai tutto quello che vuoi tranne quel misero niente che ancora ti manca
e che non avrai mai mai! Mai! Mai! Mai! Mai!!!!!!!
Soltanto adesso hai capito che con il denaro non si puo' comprare ogni cosa
ma e' tardi morirai triste e solo soffocato dall'oro.


07 - La Madre Del Niente
Lungo questo corridoio che sembra infinito non trovano pace le anime perse
Qui la loro dignita' se ne va via per sempre esseri umani solo nell'aspetto
Perche' non rimane piu' niente di loro persino il rispetto ormai e' una sontuosita'
internati nel ventre della madre del niente internati nel ventre
di chi puo' decidere cos'e' la normalita' cos'e' la normalita'
marciranno qua in queste gabbie degne di un film dell'orrore
tra le oscenita' che con eleganza la psichiatria chiama cure
i loro lamenti non verranno ascoltati e se troppo insistenti
non c'e' problema verranno sedati abbandonati nel buio piu' profondo
mentre la' fuori i veri pazzi governano il mondo
indisturbati prendono ogni decisione soffocheranno il lume della nostra ragione
non siamo pazzi! non siamo pazzi! non siamo pazzi! Ma moriremo..
internati nel ventre che distrugge la gente che non sembra disporre
dei requisiti pretesi dalla societa'.


08 - Prima O Poi
Prima o poi toccheremo il fondo e allora si che saranno guai
prima o poi anche voi, voi dei piani alti scenderete tra noi
non ci saranno piu' ne' vincitori ne' vinti
solo bestie in preda ai propri istinti che non esiteranno a farsi spazio
tra qualsiasi cosa tra "chiunque cosa" arrivera' l'ora della resa dei conti
non ci saranno i soldi di carta nemmeno i soldi virtuali
sara' una resa dei conti.. dei conti reali!
assaggeremo la carne dei nostri compagni e dei nostri nemici
strapperemo dai nostri cervelli le vostre ingorde radici
risorgeremo dalle nostre macerie
ne usciremo stremati ma ritorneremo piu' forti di prima
siamo stati comprati siamo stati sfruttati e ora cio' che resta e' un pianeta
di cani arrabbiati si! Daremo inizio al nuovo mondo la' dove finira' la vostra storia
niente piu' schiavi niente piu' padroni soltanto uomini per sempre liberi
ma e' la solita storia che dura da sempre tutte queste parole non servono a niente
e' la solita storia che dura da sempre alziamoci adesso e cambiamo il presente.


09 - Schiavi Del Tempo
Inconsapevoli schiavi del tempo che ci scorre dentro
Per ricordarci che stiamo invecchiando e per farci dimenticare chi siamo in fondo
Gente troppo occupata a colmare le ore per conto degli altri
Quanti bei momenti bruciati a pensare che sarebbe stato piu' bello poterli sfruttare
invece di sopportare un'attesa infinita per un secondo di vita che neanche vivro'
e' irritante come scorre lento il tempo quando vorresti che tutto finisse in solo momento
e' irritante come passa in fretta il tempo quando vorresti che quel momento durasse una vita
schiavi dell'orologio che abbiamo creato che rallenta e accelera sempre al momento sbagliato
schiavo di una giornata che non va piu' via di una giornata che neanche e' la mia
la sto solo guardando la sto solo sprecando... basta!
Questo ticchettio mi distrugge la testa fermiamo i minuti diamo inizio alla festa
spegniamo il tempo che ci schiaccia usciamo e spremiamo la vita fino all'ultima goccia.

.CONDIVIDI.