Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front

Top 100 Joomla

Clicca qui per votare
www.joomla.it
Home Testi Bleeding - Senza Riflesso
Testi
Bleeding - Senza Riflesso Stampa
Testi
Scritto da Joel   
Lunedì 11 Agosto 2008 01:51
01 - Nel Caos
Milioni di insetti
che si muovono
persi bruciano nel fuoco
mi assordano le voci
le grida sono atroci
nuotano in un mare
di illusione nel buio
delle fogne odiano
la rabbia nel mio cuore.

Rit. Nel Caos
Costrestti a Sanguinare!

Guardali si inseguono
i fantasmi si nascondono
dietro le ombre
dei tuoi sogni
esplodono i cristalli
aridi e ghiacciati
sono in un'abisso
senza fondo
han perso i loro occhi
vermi senza luce
catene mordono la carne

Rit. Nel Caos
Costrestti a Sanguinare!


02 - Fantasma
Riveli l'essere umano
che c'e' dentro di te
tendi la mano
ci provi, la inglobano

Rit. Fantasma ucciso
da una macchina distratta
ascoltato per educazione
presente nei tuoi incubi
presente nei tuoi inganni

Cali nel giro di indifferenza
fredda, prova a chiederti
chi e che cosa sei...

Rit. Fantasma ucciso
da una macchina distratta
ascoltato per educazione
presente nei tuoi incubi
presente nei tuoi inganni

Sei stato bravo
hai superato i limiti
gli ostacoli concreti
ti hanno rafforzato
puoi col tuo potere
attraversare il muro astratto
dell'indifferenza?

03 - Guernica
Cani parlano di civilta'
odio dittature e di miserie
bombe su di noi fra le macerie
nero s'alzera' il sole di domani

Rit. Brucia un fuoco amaro
e senza fine (stessa rabbia)
non sara' mai piu' com'era prima (Mai! Mai!)
tutte le speranze martoriate
scorre il sangue sulle strade
i corpi sulle barricate!

Nuda l'arroganza dei soldati
servi di un miraggio del potere
Spagna sotto le camice nere
piove morte cupa giu' dal cielo

Rit. Brucia un fuoco amaro
e senza fine (stessa rabbia)
non sara' mai piu' com'era prima (Mai! Mai!)
tutte le speranze martoriate
scorre il sangue sulle strade
i corpi sulle barricate!

Urla in un inferno di rovine
Guernica!
guarda queste case massacrate
Guernica!
piangono le donne disperate
Guernica!
morde nella gola fumo acre
Guernica!

Rit. Brucia un fuoco amaro
e senza fine (stessa rabbia)
non sara' mai piu' com'era prima (Mai! Mai!)
tutte le speranze martoriate
scorre il sangue sulle strade
i corpi sulle barricate!


04 - Angoscia
Imbarcato su una nave
destinata a naufragare
non mi accorgo di morire
di sete in mezzo al mare

Rit. Ora sono freddo
grazie al fuoco dell'inferno
ma brucio di passione
sulla terra piu' gelata

Mandato in esilio
sulla sabia del deserto
cercando sempre acqua
annego nel mio sudore

Rit. Ora sono freddo
grazie al fuoco dell'inferno
ma brucio di passione
sulla terra piu' gelata

La pressione e' sull'orecchio
vuoi salire la corrente
caghi lacrime d'angoscia
senza piu' voce gridi muto

Rit. Ora sono freddo
grazie al fuoco dell'inferno
ma brucio di passione
sulla terra piu' gelata


05 - Come Ammassi Di Carne
Non riesco piu' a leggere
schizzi d'inchiostro
carta vuota lo spirito ghigna
strappa la carne
non vuole uscire
solo mangiare

Rit. Neanche piu' la morte ha
senso, orrori in audience
panico da camera
cammino sui cadaveri di
non persone guardati come
AMMASSI di CARNE!

inizio a pensare di esserlo
da vivo uno spreco di carne
senza fiato che sale le scale
con fatica, urlo di bambino
nelle tenebra a calare

Rit. Neanche piu' la morte ha senso,
orrori in audience
panico da camera
cammino sui cadaveri di
non persone guardati come
AMMASSI di CARNE!


06 - Spacciatori Di Menzogne
Ti nurtri di nettare
di menzogne la nuda verita'
per te e' pornografia...

Rit. Non ti importa di nessuno
l'importante e' far notizia
la carriera e' assicurata
spacciatori di menzogne!

Rosa calendari
nelle pubblicita'
fiume rosso sangue
scorre nei TG...

Rit. Non ti importa di nessuno
l'importante e' far notizia
la carriera e' assicurata
spacciatori di menzogne!

Faccia gia' truccata
nascondi verita'
sulla verita' il vero trucco
siete voi!

Rit. Non ti importa di nessuno
l'importante e' far notizia
la carriera e' assicurata
spacciatori di menzogne!


07 - Videocrazia
Mi tieni in pugno fra
l'indice d'ascolto
i pollici dello schermo
il tuo pensiero medio.

Rit. Non e' una seria TV

Non si puo sfuggire
all'obiettivo
davanti a prodi cavalieri
sformano programmi
per piacere
solo voi potete averne fede.

Rit. Non e' una seria TV

Vuoi darmi vivere fra
lo schermo piatto e
le plastiche forme gonfie
comparsa del mio film
ma sono io il regista
comparsa nel tuo film
ma sono io il regista

Sono io la mia cocasione
l'obbiettivo nei miei occhi
cerco le chiavi per aprirli
sono la chiave per aprirli...

Rit. Non e' una seria TV


08 - Rassegnati E Morti
Tra le persiane chiuse
filtra polvere di luce
ma tutto e' freddo e lurido
"Accettare o scomparire"
Nell'aria ferma soffoco
i pensieri che mi bloccano
i mostri che ritornano
"Accettare o scomparire"

Rit. Sono schiavi rassegnati disperati
tutti morti!

Se lacero la carne vedo solo
marcio e putrido e
tutto cio' che dicono
"Accettare o scomparire"
Le altre voci ridono
ma i diavoli mi mordono
e' neglio specchi che m'uccidono
"Accettare o scomparire"

Rit. Sono schiavi rassegnati disperati
tutti morti!

Il cielo viola livido
scappare via dal panico
ma scivolo nel vomito
"Accettare o scomparire"
E' solo un sogno un incubo
non riesco a respirare
con l'angoscia che m'assale
"Accettare o scomparire"
Ballano gli scheletri mi abbracciano
i cadaveri i corpi appesi agli alberi

Rit. Sono schiavi rassegnati disperati
tutti morti!


09 - Morte Lenta
Deciso a vivere
una morte lenta
occhi spenti
sulla tua TV accesa

Rit. morte lenta (3)
sofferenza

Le parole sono mute
il silenzio spiega
le urla dei cadaveri

Rit. morte lenta (3)
sofferenza

Sentimenti vuoti
pieno di ingranaggi
nulla d'umano t'e' restato.

Rit. morte lenta (3)
sofferenza


10 - Fuori
Vorrei che la mia vita
non passasse vuota e inutile
come un alito di vento sulle
grigie foglie morte
un grido nella nebbia senza un eco
una risposta mentre muoiono
i colori soffocanti delle ombre.

Rit. Rimango di fuori
da tutte le ragioni
del coro dei migliori
da solo coi mostri
e tutte le ossessioni
dentro i rospi che sbavano schifosi

Ho visto un porco con due teste
che parlava agli uomini
della scelta di chi e' giusto
dei diritti dei piu' forti
le due voci erano dolci
han convinto tanti idioti
le zanne erano sporche
merda e sangue fra gli unghioni.

Rit. Rimango di fuori
da tutte le ragioni
del coro dei migliori
da solo coi mostri
e tutte le ossessioni
dentro i rospi che sbavano schifosi
.CONDIVIDI.