Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front

Top 100 Joomla

Clicca qui per votare
www.joomla.it
Home Testi Havoc - Self Titled
Testi
Havoc - Self Titled Stampa
Testi
Scritto da Joel   
Lunedì 11 Agosto 2008 02:30
01 - Lamento Represso
Sacrifico il mio corpo
solo per me stesso
il mio lamento va giu'
nel profondo
per donarti la mia anima
il mio sangue scorre
freddo
nelle vene
e accompagna il mio respiro
nell'angoscia di un nuovo domani
volti parole sensazioni mascherate
calpestano i miei occhi
sono io? sono cieco?
sono io? sono cieco?
rimango immobile
mentre in me
marciscono le illusioni
sono vivo? non e' vero
vivo? non e' vero
il mio lamento
si' dissolvera' piano
nel niente
nell'inutilita'
di questi giorni
nel gelido silenzio
di chi tace e di chi non sente


02 - Confessione
Confesso a un dio
ormai debole e impotente
al battere dei chiodi
nelle sue carni
la mia dannazione
il mio desiderio
di esibirmi nella crocifissione
e dividere il dolore
che lui geloso
vuole tenere per se
cresce come un pianto disperato
l'odio per me stesso
vittima di un tempo scarno
e immobile esalto la sofferenza
(dio incoronami di spine
maledici la mia essenza)
cercando il coraggio
la forza di guardare
senza provar disgusto
il mio cuore


03 - Vicini E Lontani
Cosi' vicini
da poterci toccare
e graffiare in profondita'
l'anima
cosi' distanti
da non vedere
neanche piu'
dentro noi stessi
cosi' vicini
da saperci sfiorare
cosi' bene da conoscere
come farci male
cosi' lontani
da non capire
cos'e' che veramente
ci accomuna:
siamo mondi sommersi
nulla ci appartiene
oltre questo mare
di lacrime e sangue versate
non ci troveremo mai
cosi' distanti
eppure cosi' vicini
cosi' vicini
eppure cosi' lontani
vicini?
lontani?


04 - Passione Nera
(Nerorgasmo)
Lasciati aiutare vogliamo solo farti bene
Ti insegneremo a vivere e ad apprezzare l'esistenza
Poi non dovrai decidere il tuo futuro e' preparato
Le scelte le hanno fatte famiglia scuola chiesa e stato
Mi sento soffocare non vedo via d'uscita
La nausea mi accompagna in ogni via della mia vita
La nebbia mi circonda e non riesco a vedere oltre
L'affermazione di me stesso e' solo nella morte
Non devi lamentarti se non fai sempre cio' che vuoi
Non essere immaturo non puoi fare nulla per cambiare
Tanto e' tutto inutile non sei diverso dall'altra gente
Le cose che tu pensi non porteranno mai a niente
L'odio cresce dentro il mio corpo vibra
Lo sento gia' pulsare attraverso la mia fibra
Non riesco a trattenermi non voglio piu' castrarmi
Piu' cresce la mia rabbia piu' non voglio limitarmi
Noi ti vogliamo bene sei tu che vedi tutto storto
Potevi far carriera potevi vivere felice
La tua passione nera ti fa pensare da alienato
Sei tu che devi cambiare il tuo discorso che e' sbagliato
Non voglio piu' ascoltare progetti sul mio conto
Distruggero' alla base la vostra moralita'
Affrontero' gli spettri cosciente della fine
Esaltero' me stesso con la morte piu' sublime


05 - Scintilla
Passa il tempo
si nutre di cio' che sei
e quel che realizzi ti sfugge
una scintilla di nera luce
cerca di afferrarla
ti sfugge, ti sfugge!
lascia che sia il tempo
questo lento male
a farti ingoiare
la logica di un esistenza
veleno spirituale
e dalla voce della coscienza
non ti riuscirai piu' a liberare
e ti guardi intorno
e non sai piu' chi sei tu!
chi sei tu?
ti volti indietro e...
non ci sei piu'


06 - Volto
Sapro' confondermi
con quei demoni
che popolano il buio
delle tue notti
mi lascero' trascendere
dal silenzio dei tuoi giorni
dove tutto e' nulla
oramai
e come un chiodo conficcato
nel palmo della tua mano
saro' il giuda
che tu non avresti detto
mai
mai
mai
ed ogni mia menzogna
sara' per te la verita'
fino all'ultimo respiro
giuro non avro' pieta'
non potrai mai togliermi di dosso
questa maschera incisa
sul mio volto
non potrai mai togliermi di dosso
questa maschera incisa
sul mio volto
sul volto
varchero' le soglie
della tua fragilita'
e con un soffio
ti sgretolerei
se non fosse per vederti
cosi' impotente
schiavo di quel poco che hai
tu non provare ad ignorarmi
non rimuginare niente
di me certo non ti libererai
mai
mai
mai
saro' io il giuda
che tu non avresti detto
mai
mai
mai


07 - Noia
Legati ad un filo come burattini
assuefatti dal nulla
che ci sta attorno
siamo qui a rincorrerci
per essere i primi
in un vorticoso cammino
senza ritorno
piu' tu mi ferisci
e piu' io ti cerco
avvolto da un velo nero
continuo a camminare
nascondendo la mia anima graffiata
attraverso il nero
senza vedere
piu' tu mi ferisci
e piu' io ti cerco
avvolto dal velo nero delle paure
le ansie ribolliscono nel mio corpo
la noia mi culla
il suo veleno mi divora
madre crudele
perpetua la sua tortura


08 - Altrove
Un mosaico costruito dalle macerie
frammenti di vita spezzati
da noi dolentemente ricostruiti
pezzo per pezzo
ricomponiamo il tormento
dei giorni vissuti
cercando rifugio altrove
cercando rifugio nei silenzi
cercando rifugio altrove
cercando rifugio nei silenzi
dispersi in remoti reami
dove e' annientato ogni suono
dove le parole non contano piu'
non conta piu' dire altro
guardiamoci negli occhi
ancora un'altra volta
per trovare rifugio altrove
per trovare rifugio nei silenzi
per trovare rifugio altrove
altrove
noi stanchi morti di rappresentare cio' che piu' non ci appartiene
noi impavidi nel continuare
a ridere di cio' che piu' ci fa male
dove il segreto oltre tanto disprezzo
per tutto quello
che ci sta attorno
e' nella forza di stare ancora insieme
noi rovine di un tempo
che non ci appartiene


09 - Voglio Degenerare
(Up To Date)
Testo Non Disponibile


10 - Cercando L'Assurdo
Non ascolto le paure
che vibrano dentro di me
ed i giorni scorrono
distanti da me
e in cerca di un motivo assurdo
sento dentro qualcosa mutare
ma intorno e' tutto uguale
non c'e' nulla piu' da vedere
e in un batter d'occhi svanisce
cio' che sembrava cosi reale
cio' che cerco non e' certo attorno a me
ora nulla mi potra' piu' cambiare
come un fuoco che arde con me
sara' ogni giorno ed ogni risveglio
(come un fuoco che arde con me)
un sussulto dal di dentro
un sussulto, un risveglio
dal mio sonno bestiale
e un sentimento nichilista
mi spinge a continuare
su!...avanti! demoni!
divorate queste carni impure
su!...avanti!
su!...avanti!!!


11 - Il Segno Dell'Inizio, Il Segno Della Fine
(Feat. Sdro "Kollettivo")
Amore infinito che mi stringe il cuore
Passione incontrollata mi riscalda l'anima
Mani che accarezzano il fuoco dell'affetto
Il segno dell'inizio e della fine di ogni cosa
Il rischio di fermare la sublime vita,
sopra ogni morte sopra ogni destino
Paura della fine che consuma la linfa
che spegne la voglia e tutte le mie gioie
Speranza che sia un incubo, un fottuto incubo,
vivere senza tremare di una tristezza fatale
La mia faccia nello specchio, vedo la morte
I solchi delle lacrime finite tutte in gola,
febbre ghiacciata dalla mia malinconia
Non voglio smettere, non voglio finire
Invaso dai pensieri di un bambino spaventato,
uno spetto che sogghigna con i soldi in mano
Di fronte a me la forza col potere sul mio animo
Chi mi vuole togliere, strappare l'amore?
Chi mi vuole negare le emozioni della vita?
Non voglio mendicare e strisciare come un verme
Alzarsi, elevarsi, prima di finire in cenere
Raggiungere lo spirito per l'unica felicita'
Nessuno smuovera' il nichilismo del mio amore


12 - Sensi Negati
Ho disperso ogni emozione
nel riflesso oscuro della ragione
ho tradito per primo me stesso
nel disprezzo di ogni sentimento
ho disperso ogni emozione
nei continui affanni nei fallimenti
nei ricordi devastanti
nella morte dei miei
sentimenti
vivo nel lusso di pensare
che ancora mi appartengo
isolato in spazi vuoti
a torcere l'io dentro
voglio continuare a credere
che ancora mi appartengo
masticato dalla vita
e sputato via nel tempo
ho disperso ogni emozione
nelle viscere della mia negazione
nel continuo movimento
di carne inutile
ho disperso ogni emozione
nei continui affanni nei fallimenti
nei ricordi devastanti
nella morte dei miei sentimenti


13 - Voci Dal Bulla
Come assenzio si dissolve
nei pensieri
come serpente mi induce
nel soffocante veleno
sei quella voce che tace
ed io attendo
come un astratto risveglio
dal di dentro
qualcosa
che accade in silenzio
voci dal nulla
alimentano i tuoi sogni
senz'anima prendono corpo
incarnando i tuoi bisogni
voci dal nulla
tu non le puoi ignorare
nei tuoi nervi scorrono
legate a te
taglienti come lame
voci dal nulla
come lame prendono forma


14 - Un Ultimo Desiderio Incompiuto
Chiudo gli occhi
per guardarti ancora
ancora un istante
lungo una vita
che non sia piu'
un ombra del passato
solo un ricordo sbiadito
livido il pensiero
che mi trascina a te
tra le tue braccia
ancora
e in un sospiro avvolgermi
in un gelido abbraccio
ora!
un baratro
un sogno
ed io giu' sprofondo
dove la notte e' giorno
chiudo gli occhi
per cercarti ancora...
un baratro
un sogno
ed io giu' sprofondo
dove la notte e' giorno
...un desiderio che svanisce
nell'alba straziante e' il compiersi di un nuovo giorno


15 - La Paura Mangia L'anima
Un giorno cercherai
dentro te stesso un significato
e ti accorgerai
di non avere piu' ragioni
con uno sguardo indietro
verso il tuo passato
cancellerai te stesso
e tutte le tue realta'
le tue verita'
la paura mangia l'anima
disprezza l'uomo
o verrai inghiottito dall'uomo
la paura mangia l'anima
disprezza il mondo
o verrai inghiottito dal mondo
ora che hai raggiunto
il deserto delle emozioni
e si e' infranto
lo specchio della tua vita
senza piu' un inizio
senza piu' una fine
disperso tra i frammenti
di un qualcosa che non sei
e tornare indietro non puoi
la paura mangia l'anima
disprezza l'uomo
o verrai inghiottito dall'uomo
la paura mangia l'anima
disprezza il mondo
o verrai inghiottito dal mondo
la paura mangia l'anima
e' la paura di cio' che sei
.CONDIVIDI.