Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front

Top 100 Joomla

Clicca qui per votare
www.joomla.it
Home Testi MAB - La Guerra Infinita
Testi
MAB - La Guerra Infinita Stampa
Testi
Scritto da Joel   
Lunedì 11 Agosto 2008 02:53
01 - E' Colpevole Uguale
Se io potessi ti direi di questo traffico che in Germania va
Se io potessi fermerei l'odioso traffico che in Germania va
Libera, libera, libera' la lama immonda che affonda
Liberi, liberi, liberi non saremo finche' non fermeremo la VIVISEZIONE!
Dietro ‘sto traffico che in Germania va! (x3)
Cio' che sappiamo e' cio' che piu' non ci piace
Sono i bastardi che stan dietro la strage
Chi ruba i cani e li rivende in Germania
Il mio nemico sara', il mio nemico sara'
Vivisettore boia per ogni animale
Chi porta i cani e' colpevole uguale
Ma chi gli porta i cani e' colpevole uguale
e mio nemico sara' e mio nemico sara'


02 - Faccia Da Paura
Guardo l'immagine che lo specchio mi rida'
Sempre quello stesso volto senza mai una novita'
Vedo un immagine di noia e disperazione
Una brutta faccia strana che mi manda in depressione
Guardo l'immagine che lo specchio mi rida'
Quell'immagine che solo in uno specchio rotto svanira'
Vedo quel volto quella faccia scura
Quella faccia da paura cosi' inutile e sicura ma
Mai... sicura si di non piacere
Mai... sicura di non stare bene
Mai... sicura di comprendere
Sicura di conoscere un destino che promette solo guai
Mai... sicura che lei non vincera'
Mai... sicura che non si salvera'
Mai... sicura di conoscere
L'angoscia di una notte che e' passata in depressione ma
Quando mi metto davanti a degli specchi
e tutto cio' che vedo sono i miei profondi occhi
Cosi' profondi, cosi' profondi e tristi
Cosi' irreali e strani come mai li avevo visti
Potrei reagire ma la mia forza chissa' dov'e
Ormai sono sconfitta ed e' la vita che mi vive
Vieni mia belva a distrarre l'attenzione
Ci sono io, ci sono io, ci sono io che non sto ferma
Mai... che di lottare non smettero'
Mai... che non ho raggiunto nulla
Mai... sicura di conoscere
Sicura di comprendere un destino che promette solo guai
e va... e va... e va... e vaffanculo
Sicura di non piacere mai
e va... e va... e va... e vaffanculo
Sicura di non stare bene mai!


03 - La Guerra Infinita
Brevi guerre lampo che durano millenni Sono sempre gli stessi ad uscirne indenni Guerra dei sei giorni che durera'100 anni e tu dov'eri e cos'eri in questi 40 anni Sono qui per te sono qui per me Se non hai voce umana o se hai una pelle diversa Sono qui ad aspettare sono qui a sperare
Che tu ti unisca a me in questa guerra persa
Dico no al dolore con il pensiero di Gandhi
Come petali di un fiore contro le guerre dei grandi
Conosco i miei nemici sono economisti e preti
Che uccidono i miei amici con le guerre e coi divieti
RIT.: Perche' la guerra infinita e'
Perche' la guerra dei poveri e'
Perche' una fine non c'e'
Perche' c'e' il dolore che tocca anche ma
Perche' lo specismo/razzismo che c'e'
Perche' e' la morte peggiore che c'e'
Perche' la guerra infinita e'
Perche' e' la guerra che ho dentro di me!!
Brevi guerre lampo che durano millenni
Sono sempre gli stessi ad uscirne indenni
Guerra dei sei giorni che durera' 100 anni
e dov'eri e cos'eri in questi 40 anni
Sono qui per te sono qui per me
Se hai perso la famiglia massacrata in una guerra
Sono qui ad aspettare cerco di reagire
Cerco di fermare chi devasta questa terra
Cristiano contro arabo mussulmana contro ebrea
Questo mondo infame mille guerre al giorno crea
Sono cio' che sono vedo cio' che vedo
Sopravvivere e' una guerra una guerra in cui non cedo
RIT.: Perche' la guerra infinita e'
Perche' la guerra dei poveri e'
Perche' c'e' il diluvio ma non c'e' Noe'
Perche' l'arca e' gia' dentro di me
Perche' sono sotto le bombe con te
Perche' il piu' debole ha bisogno di te
Perche' la guerra infinita e'
Perche' e' la guerra che ho dentro di me!!


04 - Giubileo
Lo fai il tuo giubileo? Lo fai, lo fai o no?
Mi son gia' rotto i coglioni per cui io non ci verro'!
Lo fai il tuo giubileo? Lo fai, lo fai o no?
Mi son gia' rotta le ovaio per cui io non ci saro'!
Lo fai? LO FAI!! Davvero...
e io no posso fare niente per fermare il giubileo
Lo fai? LO FAI!! Davvero...
e io non posso fare niente per fermare il giubileo
Cristiani dappertutto! Lo fai, lo fai o no?
Per non chiudermi nel cesso in Transilvania me ne andro'!
Cristiani, preti e suore! Lo fai, lo fai o no?
Nuotero' contro corrente e alle Mauritius finiro'!
Lo fai? LO FAI!! Davvero...


05 - Voglio Il Mea Culpa
Troppo facile pentirsi per gli errori del passato
Troppo facile il mea culpa e dire cio' che e' stato e' stato
Olocausti, inquisizioni non saran dimenticati
Perche' nuove dittature sono sempre qui in agguato
Siete falsi siete marci siete sempre col piu' forte
Siete schiavi di un papato coi suoi simboli di morte
Voglio il mea culpa per chi e' qui e muore di fame
Voglio il mea culpa per chi e' gay e vive male
RIT.: Meno male che c'e' meno male che io
Sono un po' disadattato sono qui e bestemmio Dio
Nello schifo di sempre io non credo piu' a niente
Sono un giuda sono un grezzo e ora mi sbattezzo
Meno male che c'e' meno male che io meno male che c'e' la possibilita'!
Voglio il mea culpa per le donne maltrattate
Costrette a far silenzio per non venir bollate
Voglio il mea culpa perche' scatenate guerre
Voglio il mea culpa perche' divorate terre
Cardinali preti e vescovi siete un mucchio di immondizia
Siete sempre gli alleati di polizia e finanza
Voglio il mea culpa perche' scatenate guerre
Voglio il mea culpa perche' divorate terre
RIT.
Per l'uomo fatto immagine del vostro dio perfetto
Che se fosse poi vero vi avrebbe gia' distrutto
Voglio il mea culpa perche' siete sporchi dentro
Voglio il mea culpa io vi saro' per sempre contro
Per la mentalita' dell'uomo dominante
Per la mentalita' dell'uomo prepotente
Voglio il mea culpa perche' siete sporchi dentro
Voglio il mea culpa io vi saro' per sempre contro


06 - Costretti A Sanguinare
Costretta a sanguinare in un mare di cemento
Non mi pento di una scelta che mi spinge controvento
Dove prima c'erano pecore ora c'e' soltanto un clone
e trovare un prato verde e' ormai fuori di questione
Costretta a sanguinare in un mare di cemento
e' una scelta razionale e' l'istinto che ora ho dentro
Dove prima c'era un fiume ora c'e' solo una fogna
e proibire anche la canapa e' stata proprio una vergogna
Il mio sangue e' come un virus e come un virus si presenta
e' piccolo e cattivo e se lo incontri ti spaventa
Il mio sangue e' come un virus e come un virus si disperde
Dentro questa societa' dove chi non tace perde
Costretta a sanguinare in un mare di cemento
e' il mio sangue pieno d'odio e sopravvivo a stento
In un mare tutto grigio sono l'unico colore
Rosso scuro, rosso sangue rosso pieno di sorprese
e la manipolazione dei geni dei viventi
Produce nuove razze malaticce e sofferenti
Nuove piante nuove razze nuovi cloni innaturali
Nuovi cibi sulla tavola, nuovi cibi criminali
RIT.: Inquina la societa' e non la natura
Reagisci e contrasta un mercato senza senso
Reagisci e diffondi la voce del dissenso


07 - Vacanze A Cuba
Il papa e' andato a Cuba e' diventato comunista
e' andato proprio lui che e' sempre stato un po' fascista
e Cuba e' gia' cambiata, non piu' lotta comunista
Basta Che Guevara solo santi nella lista
Vacanze a Cuba, seguendo Giuda(x2)
Il papa e' andato a Cuba viaggia con facilita'
e di sparargli in fronte non c'e' possibilita'
Un colpo andato male colpa di Ali' Acgha
Quell'attentato che e' fallito e' purtroppo la realta'
Vacanze a Cuba, seguendo Giuda(x2)
Ho visto il papa e Castro che si davano la mano
Cristo e Che Guevara messi sullo stesso piano
L' embargo fatto a Cuba era un atto disumano
L' embargo che vogliamo lo vogliamo al vaticano
Il papa e' andato a Cuba e' diventato comunista
e' andato proprio lui che e' sempre stato un po' fascista
C'e' chi si rassegna ed e' chiamato fatalista
C'e' chi non lo fa ed e' chiamato terrorista
Vacanze a Cuba, seguendo Giuda(x2)
Ho visto il papa e Castro che si davano la mano
Cristo e Che Guevara messi sullo stesso piano
L' embargo fatto a Cuba era un atto disumano
L' embargo che vogliamo lo vogliamo al vaticano


08 - Legalizzatela!
Una nuova legge che molto cambiera'
Caro il mio politico e' la tua opportunita'
Pensa a nuove rotte che sognare ti faranno
Pensa che ora puoi LEGALIZZARE!
Fuori i pesci piccoli dai crimini banali
Caro il mio politico pensa ai veri criminali
Pensa a quanto posto che si forma nelle carceri
Pensa che ora puoi LEGALIZZARE!
RIT.: No, no, no, non e' questo il modo
Per cambiare la tua vita
No, no, no, non e' col sopruso
Si, si, si, LEGALIZZATELA!!
Pensa a quanta carta che puoi fare senza sforzo
Sono abiti e tessuti sono tutti a basso costo
Pensa che ora puoi salvare l'Amazzonia
Pensa che ora puoi LEGALIZZARE!
Pensa quante tasse che puoi fare pagare
A chi distribuisce il fumo per sognare
Pensa a quante entrate, al fiume di denaro
Pensa che ora puoi LEGALIZZARE!
RIT.
Pensa a quanti soldi alla mafia ruberai
Caro il mio politico meno tasse inventerai
Pensa che piu' fumi e meno pagherai
Pensa che ora puoi LEGALIZZARE
Ma tu non lo farai perche' sei solo un picciotto
Caro il mio politico sei falso e sei corrotto
Cattolico tu sei e mai tu guarirai
Ma pensa che ora puoi LEGALIZZARE.


09 - Lottero' Da Solo
Suona la mia sveglia (cristo!) e il mio primo pensiero
e' che non saro' mai pronto a reagire e ad uscire
Qui dal buio che mi protegge e che mi rende vero
Che mi da la forza di uscire e di lottare
RIT.: Lottero' da solo, perche' solo io saro'!
e io lo chiamo mio ma questo mondo ostile
Non e' fatto per chi pensa per chi agisce e per chi vive
Per chi agisce a testa alta e non si sente un vile
Per chi sa che sara' dura e sa che non e' un gioco
RIT.
Gioco senza posta, senza alcuna regola
Non si vince e non si perde e alla fine c'e' solo
La morte che ci aspetta, ci prende per la gola
Ci dira' che e' tardi ma io non staro' fermo e
RIT.
Io non sono pronto e non lo saro' mai ma
Lottero' fino alla fine, un vichingo con moderne spade
In testa in guerra persa, come un samurai
Io scegliero' il momento e poi fino ad allora


10 - Nanneddu Meu
(Tradizionale Sardo)
Nanneddu meu su mund'est gai
a sicut erat non torrat mai
semus in tempos de tirranias
ifamidades e carestias
como sos populos cascant che cane, gridende forte
« Cherimus pane ».
Famidos, nois semus pappande
Pan'e castanza, terra cun lande
Terra ch'a fangu tottat du poveru
Senz'alimentu, senz'a ricoveru
Semos sididos in sas funtana
pretende s'abba parimus ranas
peus su famene chi forte sonat
sa janna tottus e non perdonat
cuddas banderas numeru trinta
dabinu'onu mudad'han ttinta
appenas mortas cussas banderas
non piu' s'osservant ismbreagheras
sos tritus corvos a chie los lassas?
Pienos de tirrias e malas trassas
e gai chi tottus faghimus gherra
Pro pagas dies de vida in terra
Asiusus Nanni tenedi contu
Fanghe su surdu e ttad'a tontu
A tantu l'ides su mund est gai
A sicut erat non torrat mai


11 - Giovani Maestre Uccise
Chiusa in un bar dietro una pinta di Guinness
Apro la mente e lascio andare il pensiero
Il mondo intero e' qui riflesso nel vetro
Il bicchiere vuoto poi lo scaglio nel cielo
Come un messaggio verso terre di mezzo
A meta' strada tra tortura e digiuno lancio un pensiero verso terre del cazzo
La gente muore e non ne parla nessuno
RIT.: Ma vola e la mia mente vola e cerca nuove strade
e trova nuove strade piene, piene di paura
Ma la mia mente vola e il mio pensiero vola
e la mia mente s'apre e mai piu' sara' chiusa
Ancora pinte piene di pessimismo
Un nuovo bar nuovi problemi e bicchieri
Scopro di odiare ogni integralismo
Quando ripenso alla vita ad Algeri
RIT.
Veli sul viso alle caviglie le gonne
Le calze e i guanti proprio in faccia al deserto
Maestre uccise perche' erano donne
Da chi del sacro si ritiene un esperto
Stessa la razza stessa la religione
Ma e' sempre guerra e ammazzare il diverso
Diverso e' chi ascolta un'altra opinione
e in strade nuove non si sente disperso
RIT.
Ancora pinte piene di pessimismo
Guardando immagini di sangue e dolore
Scopro di odiare ogni integralismo
Negli occhi sbarrati di una ragazza che muore


12 - Dimmi Ora
Dimmi ora, allora dimmi ora, allora dimmi ora se e' la mia ora
Dimmi ora, allora dimmi ora cos'e' sta cosa che mi divora
Dimmi ora che cos'e' sta cosa che mi divora, mi consuma dentro
Mi consuma mi brucia dentro, un urlo intenso che si alza e grida contro
Continuiamo da dieci anni su palchi sporchi e siamo poi gli stessi
Che non vedono mai soldi ma che per questo non vendono se stessi
VARRA' LA PENA?
e si e siamo noi, offriteci una birra e noi continueremo con musica e parole
Storie di vita vera, siamo qui sta sera niente storie d'amore ma brutalita' e dolore
Dimmi ora con quale spinta che da un vulcano la lava fuoriesce
La stessa cosa che dentro me guardando il mondo la mia rabbia cresce
Continuiamo da non so da quando, non so per quanto e siamo poi gli stessi
Niente mai rimborsi o soldi ma in questo credo, niente compromessi
VARRA' LA PENA?


13 - Formigoni
Tutti mi dicono che non scopo mai
Tutti mi dicono che non scopo mai.
e Formigoni... Porco Dio, e ci hai rotto i coglioni
e Formigoni... Porco Dio
e fai le pompe a?... I don't know
e 50 anni, 50 buttati al vento
Una vita morta vissuta come in convento
e Formigoni... Porco Dio, e ci hai rotto i coglioni
e Formigoni... Porco dio
e fai le pompe a?... I don't know
e 50 anni di fede morte e paura
Una vita morta vissuta contro natura
e soldi dati per fede e paura


14 - Sono Un Clandestino
Non ti rido' cio' che ora ho in tasca
Cio' che mi hai rubato finche' non ho detto basta, perche' io
Non ti rido' il segreto del mio dono
Tutto cio' che cresce in me e mi rende cio' che sono, perche' io
Non ti rido' cio' che ora ho dentro
Cio' che vedo cio' che trovo cio' che tocco cio' che sento,
perche' io
Non ti rido' cio' che ti spaventa
Cio' che vedo, imparo e che mio diventa
RIT.: Clandestino sono un clandestino
L'autore della mia vita
Clandestino sopra un palco mio
Un palco che ho rubato e che non daro' via
Non ti rido' la parte che mi hai scritto
Perche' io l' ho buttata come era mio diritto, perche' io
Non ti rido' le prove del processo
Assolto come sono me ne vado proprio adesso, perche' io
Non ti rido' cio' che ti ho rubato
La voglia che tu hai di vedermi massacrato, perche' io
Non ti rido' lo schema in cui mi hai messo
Provaci di nuovo non ci riuscirai lo stesso


15 - Schiaccia Quel Tasto
Risolti i problemi nel G7 alimentare
Per il terzo mondo solo internet virtuale
Ascolta quei cuori che soffrono ogni battito
Non dire cazzate e togli quel debito
Tutto quel potere e' un allucinazione
e' troppo, prende in testa e' come una vertigine
Se solo ci pensi nel tuo corpo corre un fremito
Se solo ci pensi a cancellare il debito
Sotto quel dito un potere eccezionale
Potere delG7, potere di annullare
Potere di donare la vita con un dito
e schiacciare un tasto e cancellare il debito
Io che sono qui e sono piena di debiti
e tu gia' che ci sei puoi cancellare anche i miei
Ma no ma lascia stare io posso ancora sperare
Ma c'e' chi non puo' farlo c'e' chi non ce la puo' fare
e tu col tuo computer col tuo sito web
C'e' chi la corrente elettrica non sa neanche cos'e'
Ma tu si lo sai bene che c'e' un unico rimedio
Schiaccia quel tasto e cancella il debito


16 - Sara e Maria
Sara vive a Brescia e suo padre vende armi
e sua madre la rimprovera ogni giorno
Non andare al parco pieno di cani e vermi
Che ti sporchi i tuoi vestiti belli
Mara vive in Bosnia e suo padre e' morto in guerra
e sua madre la rimprovera ogni giorno
Non andare al parco, non calpestare terra
Non raccogliere i giocattoli che trovi sottoterra
Sara vive a Brescia e suo padre vende armi
Ha spedito un nuovo carico di mine
e dice a sua figlia “tesoro mentre dormi
Io sto sveglio, sto sveglio e conto i soldi”
Mara vive in Bosnia e suo padre e' morto in guerra
Ucciso da pallottole di Brescia
Sua figlia non ha un piede, una mina sotto terra
e non ha un braccio per un giocattolo per terra
Mine, mine sotto terra. Mine, mine antiuomo, da Brescia per la guerra
Mine, una fabbrica nascosta, ma e' proprio lo IOR il maggior azionista
Mine, quest'arma disumana, fornite dallo IOR, la banca vaticana


17 - Baciami In Bocca
Mafia a Palermo, li' la mafia non c'e'
e chi ha detto il contrario poi e' scomparso, dov'e'?
Chi ha cercato e provato a far pulizia
e' scomparso infognato nella burocrazia
e Falcone e' morto, e' morto Borsellino
e Caselli trasferito come un burattino
C'e' un potere piu' grande, piu' di quello mafioso
e' un potere che e' intoccabile, e' il potere piu' odioso
RIT.: Bacio, bacio il padrino, voglio un bacio assassino
Bacio sulla guancia, bacio sulla faccia
Quella faccia che controllava un ammasso di feccia
Quella faccia violenta brutta e malandata
Che rappresenta quella mafia che ormai e' passata
e' passata e finita, ha spento le sue candele
Soppiantata da una nuova piu' violenta e crudele
Avvocati di grido con piu' di una risorsa
Che accanto alla lupara usa i titoli in borsa
RIT.
Mi gioco il mio didietro, mi gioco il mio didietro
mi ci giocavo il culo che l'avrebbero assolto
accusato processato e alla fine risorto
mi gioco il mio didietro, mi gioco il mio didietro
mi ci gioco ancora il culo che lo assolveranno ancora
perche' la stanza del potere e' la sua prima dimora
C'e' chi bacia Andreotti, c'e' chi bacia Riina
C'e' chi e' paraculato dalla grazia divina
e a noi non rimane che baciare la tomba
Di Falcone, Borsellino e chi gli era vicino (2v.)


18 - Diritto Alla Vita
Ho il nero dentro me, ho il nero nella mente
Ho il bianco fuori me che mi dice che c'e' gente
Ho il nero che e' causato dal dolore e dalla rabbia
C'e' il bianco di quel camice vicino che mi abbaglia
RIT.: Di vivere la vita e' un diritto che non ho
Gli elettrodi che ho in testa sono tutto quel che ho
e io con occhi tristi che imploro un anestetico
e altri occhi freddi mi danno un nuovo stimolo
Uno stimolo ai miei nervi un elettrodo tortura
e io non ho piu' forza ho solo pena e paura
RIT.
Il dolore e' ormai troppo mi rimane la follia
Di questo esperimento di una vita non piu' mia
e io mi sento dire “ che strano non reagisce”
Ma io non ho piu' forza, e' la mia vita che finisce
RIT.
e io con occhi tristi che imploro la mia morte
Spero arrivi in fretta e mi apra queste porte
Le porte che mi chiudono in un mondo pieno d'odio
Le porte che ora chiudono questo laboratorio
.CONDIVIDI.