Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front

Top 100 Joomla

Clicca qui per votare
www.joomla.it
Home Testi Milizia Hardcore - L'Inferno Dell'Uguaglianza
Testi
Milizia Hardcore - L'Inferno Dell'Uguaglianza Stampa
Testi
Scritto da Joel   
Lunedì 11 Agosto 2008 02:56
01 - La Mia Strada
Mi chiami anti-sociale
e hai ragione
rifiuto te
e la tua aggregazione
Mi chiami infedele
e non sbagli
non ho dio
e nessuna religione
Mi chiami maschilista
ma sei ottusa
disprezzo te
e la tua semplicita'
Mi dici che faccio
musica violenta
parli di attitudine
ma non sei hardcore
Ho fatto la mia scelta
ho preso la mia strada
e che tu sia d'accordo o meno
non ha nessuna importanza
ho fatto la mia scelta
ho preso posizione
e che tu concordi
non ha nessuna importanza
SOCIOPATIA!


02 - Costanza
E' il tuo esserci
chi ci fa andare avanti
e' la tua presenza
che e' un punto di forza
e' il tuo supporto
che e' la nostra sicurezza
e' la tua costanza
che e' la nostra dedizione
Uniti si vince
divisi ci si annulla
uniti si vince
divisi e' una sconfitta
questo e' hardcore
E' la tua rabbia
che ci rende uguali
e' la tua voce
alla quale ci uniamo
e' il tuo rispetto
che ci da' coraggio
e' la tua costanza
che e' la nostra dedizione
Unici
nel dare/avere
uniti
nella coesione
unica
la consapevolezza
uniti
alla vittoria


03 - Avamposto Di Irrazionalita'
Teocrazia non democrazia
per un popolo armato
che costruisce infami muri
dove piangere e dove uccidere
in nome di una fottuta fede
Stato illegittimo quello di Sion
infernale aborto di persecuzioni
che auto-legittima stermini
Infame Israel ed il tuo sionismo criminale
polverizzi vite in bilico
Infame Israel per le occupazioni
che distruggono innocenti diversita'
cancellate impunemente
da una stella a sei punte macchiata di sangue
Avamposto di irrazionalita'
scinde uomini dalla propria terra
unendo numeri e umane braccia
come neri aguzzini
plasma un presente di morte
per un futuro di ritorsione


04 - Colpevole
Colpevole di non voler lavorare
colpevole di non andare a votare
colpevole di non continuare a studiare
colpevole perche' bianco ed antisociale
colpevole perche' non ho bandiera
colpevole di voler vivere thrash
Colpevole di non credere in niente
colpevole di non saper amare
colpevole di non continuare a sperare
colpevole perche' non ho compassione
colpevole per la mia posizione
colpevole di voler vivere thrash
Sono indifferente alle altrui opinioni
non mi interessano le buone azioni
Colpevole!
Colpevole!
io sono colpevole
di dimostrare che
la ragione non c'e'
Colpevole
colpevole
di esser me stesso
Colpevole
colpevole
di avere ragione


05 - Parola D'Ordine
Hai unito le tue mani pregando
per la misericordia dando obbedienza
affidandoti ad una vana salvezza
sono stufo di peccati
pellegrinaggi redenzione
non voglio essere protetto
non voglio essere salvato
Quella puttana
che tu chiami speranza
la mia parola d'ordine
e' razionalita'
Quella miseria
che tu chiami fede
a mia parola d'ordine e' ostilita'
Rifiuta la sua croce
rinnega il suo nome
triste risultato di arroganza
infame aborto di ignoranza
Io non ho nulla da dimostrare
niente da perdere nulla da espiare
io credo solo in me stesso
non ne posso piu' di guerre e religioni
non voglio essere amato
non voglio essere giudicato
La mia parola d'ordine
e' razionalita'
La mia parola d'ordine
ostilita'
La mia parola d'ordine
e' ateismo
La mia parola d'ordine
e' individualismo


06 - L'Inferno Dell'Uguaglianza
Senza nessuna censura
io ti odio
traditore della tua dignita'
Col mio cuore nero
io ti uccido
con parole come lame
Ignorando passate affinita'
io ti cancello
con felice cattiveria
Rispondendo al bisogno
tu sparisci
nell'inferno dell'uguaglianza
Con occhi di vuota gioia
tu decadi
nella mediocrita'
La mia indifferenza ti annienta
annullando la tua serenita'
Annientandoti
nella massa
tu credi di conoscere il dolore
Nel mio angelo d'inferno
ti rassegni alla mia vendetta
Io ti odio
traditore
Io ti uccido
con le mie parole
Io ti cancello
con cattiveria
Tu sparisci
nell'uguaglianza


07 - Moda E Opinione
Chiamami bastardo
chiamami falso
chiamami egoista
chiamami fallito
chiamami perdente
chiamami illuso
chiamami come cazzo ti pare
a me non importa
tu devi morire
Tu devi tacere
tu devi sparire
Adesso sono qui
armato di convinzione
io saro'
sempre qui
tu cambierai moda e opinione
Chiamami come cazzo ti pare
tu devi morire


08 - Amami!
Sognami, cercami, accorgiti di me guardami, desiderami
Bramami, scopami, non tradirmi mai adorami, venerami
Chiamami, corteggiami, dammi tutto te stesso baciami, stringimi
Pensami, servimi, rinuncia alla tua vita non smettere mai
Il tuo amore e' pregiudiziale
il tuo amore e' costrizione
di parole vuote
di inutile finzione
Il tuo amore e' morto
il tuo amore e' stupidita'
amati da sola TROIA
nella tua vanità
AMAMI! AMAMI!
Non ne ho ragione
AMAMI! AMAMI!
Non ne ho la motivazione
AMAMI! AMAMI!
Piuttosto suicida
AMAMI! AMAMI!
Meglio la morte
Meglio la morte
meglio la morte
piuttosto che amarti
meglio la morte


09 - Nuova Schiavitu'
Una vita ad obbedire
come schiavi alla catena
perdendosi in vani sogni
di mai trovata liberta'
Il guadagno miserabile
che agogni a fine mese
e' solo ed unicamente
un cappio dorato di dramma quotidiano
giorno dopo giorno
come automi deficienti
di intelletto e di coscienza
timbrate la vostra inesistenza
basata sull'inganno
dell'infame burattinaio
che nell'umiliazione
vi uccide col vostro firmato consenso
NO! al lavoro NO!
La nuova schiavitu'
e' la vostra accettazione
La nuova schiavitu'
e' la vostra rassegnazione
La nuova schiavitu'
e' il vostro servilismo
La nuova schiavitu'
il vostro assenso al capitalismo


10 - Brucia
Nati in una citta' morta
di bigottismo e profitto
di centri commerciali
e boutique d'alta moda
senza alcuna prospettiva
Padova venduta Padova puttana
di giorno solidale e splendente
di notte degrado e polizia
Padova brucera'
in centro citta'
Padova brucera'
nella periferia
Padova brucera'
senza pieta'
Padova brucera'
riscatto in ogni via
Padova brucera' sotto il fuoco
di una rabbia da troppo tempo sedata
Padova cadra' sotto i colpi
di una mano che adesso s'e' svegliata
Cemento e disoccupazione
disagio e prostituzione
la tua vera faccia
la tua vera realta'
Padova venduta, Padova puttana
non ci divorerai mai
alzeremo la testa
la strada insorgera'
.CONDIVIDI.